Vuelta a Espana 2009 – Farrar, sprint vincente prima del riposo che precede il trittico terribile.

Farrar, sprint di forza
Cancellara fa paura

L’americano della Garmin vince l’11ª tappa della Vuelta, in una volata partita da lontanissimo: per lui è l’8ª vittoria stagionale. Lo svizzero si lancia in una grande progressione fino a 500 metri dal traguardo: c’è la condizione per il Mondiale. Marcato chiude terzo, Ballan sesto, Frank Schleck si ritira e salta Mendrisio. Domani tornano le montagne

 

CARAVACA DE LA CRUZ (Spagna), 9 settembre 2009 – Ormai Tyler Farrar è una realtà tra i velocisti. L’ha confermato oggi centrando l’11ª tappa della Vuelta, conquistata con uno sprint di forza lanciato da lontanissimo. Per l’americano della Garmin è l’ottava vittoria di una stagione che l’ha rivelato ad altissimi livelli, partendo dal successo nella tappa di Santa Croce sull’Arno della Tirreno-Adriatico, davanti al (quasi) imbattibile Mark Cavendish.

Tyler Farrar. Reuters

Tyler Farrar. Reuters

TRENO CANCELLARA — A lanciare la volata era stato lo svizzero Cancellara, il vincitore delle crono di Assen e Valencia, con una progressione incredibile dal chilometro fino agli ultimi 500 metri. Il gruppo compatto ha fatto fatica a rimontarlo: segno di una condizione tale da farne uno dei favoriti (anche) per il Mondiale in linea di Mendrisio del 27 settembre. Poi è partito Farrar, ai 350 metri, che ha resistito senza difficoltà al ritorno del belga Philippe Gilbert e dell’italiano Marco Marcato. Sesto l’iridato in carica Ballan, un altro dei nomi su cui scommettere per Mendrisio, settimo Gasparotto.

BENNATI 13° — Per la Liquigas, che ha lavorato moltissimo chiudendo (ai meno 5 km) la fuga da lontano del francese Di Gregorio, è rimasto solo il piazzamento di Marcato: solo 13° Daniele Bennati, che si è rialzato anzitempo. Stessa sorte per il tre volte iridato spagnolo Oscar Freire (che ha annunciato il ritiro a fine 2010): 9°. Buono il 10° posto in volata di Matteo Tosatto, che continua a battersi con generosità pur essendo fuori dai piani azzurri per il Mondiale. Infine si è ritirato il lussemburghese Frank Schleck: dovrà operarsi al ginocchio, per lui niente Mondiale.

DOMANI SI SALE — Nella classifica generale tutto invariato: lo spagnolo Alejandro Valverde conserva il comando davanti all’australiano Evans (a 7”), all’olandese Gesink (a 36”), all’americano Danielson (a 51”) e all’italiano Basso (a 53”). Sesto l’altro spagnolo Samuel Sanchez (a 1’03”), settimo Cunego (a 2’04”) vincitore sull’Alto de Aitana. Domani 12a tappa, Almeria-Alto de Velefique, 179,3 km. E’ il terzo arrivo in salita della Vuelta. Si torna a lottare per la maglia oro.

Classifica dopo 11 tappe :

1 51 VALVERDE, Alejandro ESP GCE 045:37:51
2 161 EVANS, Cadel AUS SIL a 07
3 154 GESINK, Robert NED RAB a 36
4 111 DANIELSON, Thomas USA GRM a 51
5 131 BASSO, Ivan ITA LIQ a 53
6 1 SÁNCHEZ, Samuel ESP EUS a 01:03
7 121 CUNEGO, Damiano ITA LAM a 02:13
8 211 MOSQUERA, Ezequiel ESP XAC a 02:24
9 31 ZUBELDIA, Haimar ESP AST a 03:10
10 11 VALJAVEC, Tadej SLO ALM a 03:13

Altimetria della 12°tappa, la Almeria-Alto de Velefique, di 179,3 km

 

Fonte articolo e foto : www.gazzetta.it

Fonte classifica ed altimetria : www.lavuelta.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...