Vuelta a Espana 2009 – Sull’Alto de Navacerrada crolla Gesink, mentre Valverde ipoteca la sua prima Vuelta. Vince Cobo. Ed oggi nella crono di Toledo, Basso ed Evans si giocano il podio.

Vuelta, riecco Deignan

Nella 18ª tappa l’irlandese della Cervelo è riuscito a conquistare la sua prima vittoria del 2009 dopo un digiuno durato quattro stagioni. Valverde sempre leader davanti a Gesink

 

MILANO, 17 settembre 2009 – Quest’anno non aveva ancora vinto. Anzi era da quattro stagioni, dal Tour du Doubs 2005 che Philip Deignan non si toglieva lo sfizio di alzare le braccia. L’irlandese della Cervelo, che il 7 settembre aveva compiuto 26 anni, ha rotto l’attesa in una occasione importante, la 18/a tappa della Vuelta di Spagna che ha portato il gruppo da Talavera de la Reina ad Avila: una giornata piovosa e una tappa non banale, con una trentina di chilometri di salita. Deignan è stato bravo prima a entrare nella fuga giusta (una quindicina di atleti tra cui Valjavec, Igor Anton, Breschel e Fulgsang) e poi ad andarsene nel finale con Roman Kreuziger, dopo che il belga della Silence-Lotto Philippe Gilbert (occhio a non sottovalutarlo in chiave mondiale di Mendrisio) aveva tentato l’assolo.

Spunto veloce — Deignan e Kreuziger sono così riusciti a trasformare la lotta per il successo di tappa in una faccenda per loro due: il 23enne ceco della Liquigas-Doimo – vincitore quest’anno del Giro di Romandia e nono al Tour de France – ha tentato di anticipare la volata ma si è dovuto arrendere al miglior spunto veloce dell’irlandese, che in questa stagione aveva partecipato anche al Giro d’Italia (5/° nella tappa del San Luca). Niente da segnalare in chiave di classifica generale, in attesa di domani (non c’è l’arrivo in salita, ma bisognerà scalare due volte il Puerto di Navacerrada) e dopodomani (cronometro di 28 km a Toledo): il gruppo dei migliori è arrivato a oltre 10’ e Alejandro Valverde è sempre in maglia oro di leader. Lo spagnolo della Caisse d’Epargne ha 32” sull’olandese Gesink (Rabobank), 1’10” sul connazionale Samuel Sanchez (Euskaltel) e 1’29” su Ivan Basso (Liquigas-Doimo). Quinto Cadel Evans (Aus, Silence-Lotto) a 1’51”.

 

Valverde, mani sulla Vuelta
Basso ora è sul podio

La 19ª tappa vede la vittoria dello spagnolo Juan Josè Cobo, la maglia oro chiude al secondo posto e rinforza la sua leadership. Crolla Gesink, sofferente per una caduta, Basso sale al terzo posto in classifica generale, ma deve difendersi da Evans nella cronometro di domani

 

Tante miss per Valverde. Ap

Tante miss per Valverde. Ap

MILANO, 18 settembre 2009 – Neanche l’ultima (piovosa) tappa di montagna, come prevedibile, ha cambiato di molto le carte in tavola: e così Alejandro Valverde, che è squalificato per due anni in Italia a causa del coinvolgimento dell’Operacion Puerto, si avvia a vincere la prima Vuelta di Spagna della carriera.

TAPPA A COBO — La 19ª frazione, con arrivo a La Granja de San Ildefonso dopo 180 chilometri, prevedeva la doppia ascensione all’Alto di Navacerrada (l’ultima a 18 km dall’arrivo) ed è stata vinta da Juan Josè Cobo, 28enne spagnolo della Fuji-Servetto. L’ex compagno di Riccò e Piepoli alla Saunier Duval ha così ottenuto il secondo successo 2009, 7° della carriera, ed è stato applaudito anche dal connazionale Alberto Contador: il re di Tour (2), Giro e Vuelta ha commentato la tappa per la televisione spagnola e ha ribadito l’incertezza sul proprio futuro (ha un contratto ancora per un anno con l’Astana ma non vuole restare).

CROLLA GESINK — Tornando alla tappa, al secondo posto (a 2” da Cobo) si è piazzata la maglia oro Alejandro Valverde (12” di abbuono per lui). Terzo Cadel Evans (8” di abbuono), poi l’olimpionico Samuel Sanchez. Con i migliori anche i due italiani in classifica: 7° Paolo Tiralongo (Lampre-Ngc) e 8° Ivan Basso (Liquigas-Doimo), mentre è “saltato” l’olandese Robert Gesink (Rabobank) , che era 2° in classifica ma sofferente per una caduta dei giorni scorsi. Gesink è arrivato al traguardo a quasi 5’.

DOMANI LA CRONO — Ecco la nuova classifica generale: Valverde guida con 1’26” su Samuel Sanchez. Ivan Basso ha guadagnato una posizione ed è terzo a 1’45”. Quarto Cadel Evans a 1’59”. Paolo Tiralongo è 7° a 6’34”: ottima la sua Vuelta. In attesa della tradizionale passerella domenicale a Madrid, domani la ventesima tappa è una cronometro di 28 chilometri a Toledo. Valverde ha le mani sulla Vuelta ma sarà interessante la lotta per il podio: Basso ha 14” su Evans, ma sulla carta l’australiano dovrebbe guadagnare a cronometro. Sarà in ogni caso una tappa tutta da seguire.

Classifica dopo 19 tappe :

1 51 VALVERDE, Alejandro ESP GCE 083:34:03
2 1 SÁNCHEZ, Samuel ESP EUS a 01:26
3 131 BASSO, Ivan ITA LIQ a 01:45
4 161 EVANS, Cadel AUS SIL a 01:59
5 211 MOSQUERA, Ezequiel ESP XAC a 02:11
6 154 GESINK, Robert NED RAB a 05:30
7 128 TIRALONGO, Paolo ITA LAM a 06:49
8 58 RODRIGUEZ, Joaquin ESP GCE a 07:42
9 62 DEIGNAN, Philip IRL CTT a 09:37
10 101 COBO, Juan José ESP FUJ a 10:40

Altimetria della 20°tappa, la cronometro di Toledo di 28 km

 

Fonte articoli e foto : www.gazzetta.it

Fonte classifica ed altimetria : www.lavuelta.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...