Giro di Sardegna 2010 – Tappe finali ad Hondo e all’idolo di casa Loddo. Classifica finale a Kreuziger. Ma che paura per Petacchi.

Hondo nel Sardegna
Petacchi, che paura

Il tedesco Danilo Hondo ha vinto la 4/a tappa del Giro di Sardegna. Brutta caduta di Petacchi che però non ha riportato fratture. Kreuziger si conferma leader. Domani ultima tappa

 

La caduta di Alessandro Petacchi. Bettini

La caduta di Alessandro Petacchi. Bettini

IGLESIAS, 26 febbraio 2010.- La quarta tappa del Giro di Sardegna, 181 chilometri da Carbonia-Iglesias, la vince allo sprint il tedesco Danilo Hondo (Lampre-Farnese): ma le attenzioni sono tutte per il compagno di squadra Alessandro Petacchi, caduto a circa 150 metri dalla fine quando era in testa e sembrava avviato al bis del successo di Oristano: per fortuna, niente di serio. Hondo ha preceduto Visconti (Isd) e Modolo (Colnago): Roman Kreuziger (Cec) è sempre al comando della corsa dell’isola che si concluderà domani a Cagliari con una frazione per velocisti.

La cronaca — Alla partenza di Carbonia piove, ma il tempo migliorerà nel corso della tappa. Avvio velocissimo: prima ora a 48.5 di media, seconda a 45,1. Dopo 2 km vanno in fuga Brutt (Katusha), Contoli e Marangoni (Colnago), Ermeti (De Rosa), Celli (Flaminia) e Usai (Meridiana). Vantaggio massimo 3’30" dopo 87 km. Ermeti e Usai cedono, continuano in 4 che vengono ripresi dal gruppo dopo 148 km. Liquigas e Lampre tengono il plotone cucito: è il preludio allo sprint, che però ha uno svolgimento del tutto inaspettato.

Petacchi a terra dolorante dopo la caduta. Bettini

Petacchi a terra dolorante dopo la caduta. Bettini

La caduta — Sembra filare tutto alla perfezione per la Lampre, ai 150 metri Petacchi era lanciato in testa. La strada saliva leggermente e tirava un forte vento contrario, così Ale-jet si era spostato tutto a sinistra della carreggiata. A quel punto il fattaccio: uno spettatore aveva, incautamente, il braccio sinistro oltre la transenna e finiva per incocciare proprio Petacchi, toccato all’altezza di manubrio e mano sinistra. Inevitabile il capitombolo, che coinvolgeva anche Sabatini, Gatto e Colli, i tre che seguivano Petacchi. Intanto Hondo, apripista designato di casa Lampre, si ritrova in testa e andava a vincere facilmente su Visconti e Modolo. Petacchi restava a terra lamentando un dolore all’anca, arrivava subito il massaggiatore Paolo Chiesa seguito poi dall’ambulanza. I primi accertamenti però erano confortanti: escoriazioni multiple e botte, ma niente di grave. Tanto che Ale-jet, accredito come da regolamento dell’ultima posizione del gruppo ma col tempo del vincitore, dovrebbe essere regolarmente al via domani a Sant’Antioco. Quanta paura però, a 22 giorni dalla Milano-Sanremo. Sempre sulla caduta, per fortuna nulla di preoccupante anche per Gatto, Sabatini e Colli.

Loddo freccia di Sardegna
Vittoria finale di Kreuziger

Alberto Loddo ha vinto l’ultima tappa del Giro della "sua" Sardegna. Vittoria finale al ceco Roman Kreuziger

 

CAGLIARI, 27 febbraio 2010 – Alberto Loddo ha vinto allo sprint l’ultima tappa del Giro di Sardegna, 141 chilometri da Sant’Antioco a Cagliari. Il sardo dell’Androni-Diquigiovanni, 31 anni, ha preceduto Alessandro Petacchi (Lampre-Farnese) e Oscar Gatto (Isd-Neri) conquistando il 25° successo da professionista. Curiosamente, si tratta del primo ottenuto in Italia. La vittoria finale della corsa è andata a Roman Kreuziger (Liquigas-Doimo): il ceco si era imposto mercoledì sull’arrivo in salita di Monte Ortobene.

LA CRONACA — Come previsto, Alessandro Petacchi è regolarmente alla partenza dopo la caduta del giorno prima, fortunamente più "spettacolare" che dannosa. La giornata ha proposto la lunghissima azione solitaria (dal chilometro 32 al chilometro 131) del croato Bruno Radotic (Meridiana Kamen Team) che ha raggiunto un vantaggio massimo di 3’50” al chilometro 66 di corsa. Poi poche emozioni, perché la Lampre ha lavorato per arrivare allo sprint e la Liquigas ha protetto Kreuziger in chiave vittoria finale. Va detto che l’americano Horner (RadioShack), staccato di appena 4" al mattino, ci ha provato fino alla fine, andando a conquistare 2" di abbuono a un traguardo volante e dimezzando il distacco, ma non c’è stato niente da fare: e così Kreuziger ha dato alla Liquigas-Doimo il nono successo di quest’inizio stagione (è il team plurivittorioso).

BOATO — Invece è stato emozionante lo sprint finale: Loddo ha affiancato Petacchi ai 100 metri ed è riuscito a superarlo, per la gioia del pubblico esploso in un boato da stadio (e il Sant’Elia non era troppo distante da Via Diaz…). Il 31enne dell’Androni, festeggiato da familiari, tifosi e dal team manager Gianni Savio, è di Capoterra, comune della provincia di Cagliari per il quale è passata proprio la tappa di oggi: insomma, un regista non avrebbe saputo scegliere un epilogo migliore per il Giro di Sardegna. I giorni di corsa nell’isola comunque non sono finiti: nel pomeriggio trasferimento per tutti a Sassari, da dove domani partirà la classica Sassari-Olbia. Sono 187 chilometri nervosi soprattutto all’inizio, ma non è da escludere un nuovo sprint.

ARRIVO: 1. Alberto LODDO (Androni-Diquigiovanni) 140 km in 3.24’51", media 41,181; 2. Petacchi (Lampre-Farnese); 3. Gatto (Isd-Neri); 4. Galimzyanov (Rus); 5. Metlushenko (Ucr); 6. Rossi; 7. Colli; 8. Bommel (Ger); 9. Campagnaro; 10. Perez (Spa); 37. Kreuziger (Cec).
CLASSIFICA: 1. Roman KREUZIGER (Cec, Liquigas-Doimo); 2. Horner (Usa, RadioShack) a 2"; 3. Voeckler (Fra) a 6"; 4. Brajkovic (Slo) a 10"; 5. D. Caruso a 10"; 6. Niemiec (Pol); 7. Scarponi; 8. Pozzovivo a 13"; 9. Salerno a 17"; 10. Visconti a 23"; 12. F. Gavazzi a 26"; 14. F. Masciarelli a 33"; 25. Felline a 1’09"; 26. Nibali a 1’16"; 36. G. Caruso a 4’32"; 41. Rasmussen (Dan) a 6’11"; 43. Garzelli a 9’36"; 71. Petacchi a 27’02"; 117. Pedersen (Dan) a 49’51".
DOMANI: 32/a Classica Sarda, 187 chilometri da Sassari a Olbia. L’arrivo previsto intorno alle 15.45 (sintesi RaiSport più lunedì alle 13.55).

Fonte articoli, foto e classifiche: www.gazzetta.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...