Gp Insubria 2010 – Successo a Dumoulin, ma che sfortuna per Nocentini. Per l’aretino il 2010 è già finito

Insubria a Dumoulin
Dramma per Nocentini

Il campione del mondo Evans, all’esordio, dà spettacolo ma il successo è del francese. Gravissima caduta per Nocentini: per lui stagione finita. Buon debutto per Basso, in ritardo un dolorante Cunego.

 

PIEVE VERGONTE (Verbano-Cusio-Ossola) ­- Il campione del mondo Cadel Evans ci teneva a lasciare un segno nel Gp Insubria, la corsa del suo debutto in Europa con la maglia iridata. E sulle strade tra Varesotto e Piemonte, dove pedala in allenamento (abita a Mendrisio, in Canton Ticino, e la corsa è scattata da Campione d’Italia), l’australiano ha dato spettacolo. Evans ha attaccato ripetutamente sulla salita di Fomarco, nei due giri del circuito finale, e grazie alle sue accelerazioni si è selezionato il gruppetto di 11 corridori che si è giocato allo sprint la vittoria.

L'esultanza di Samuel Dumoulin sul traguardo. Ciam/Cast

L’esultanza di Samuel Dumoulin sul traguardo. Ciam/Cast

Basso in palla — Nella penultima tornata gli ha risposto Nicolas Roche, figlio di Stephen, l’irlandese vincitore di Giro, Tour e Mondiale nel 1987; all’ultimo giro è stato Bertagnolli a riportare gli inseguitori su Evans. In volata, a Pieve Vergonte, nella zona di Domodossola, vittoria del francese Samuel Dumoulin (Cofidis) davanti allo spagnolo Josè Rojas e all’irlandese Roche. Buono il debutto stagionale di Ivan Basso, arrivato a pochi secondi da Evans nonostante un problema tecnico sulla discesa al penultimo giro: gli è cascata la catena e ha dovuto risistemarla, perdendo attimi decisivi. "La corsa è stata molto veloce (43 orari la media finale, ndr) e mi sono sentito bene. Ero davanti con i migliori e senza l’inconveniente ci sarei rimasto. Un buon debutto".

NOCENTINI, CHE PAURA — Più staccato Damiano Cunego, che martedì era caduto nella volata della Ruta del Sol, in Spagna, riportando un forte ematoma all’avambraccio sinistro. Il veronese della Lampre-Farnese è arrivato dolorante e affaticato. "Nei giorni scorsi non riuscivo neppure a tenere il manubrio e a cambiare marce. Oggi ho sofferto quando la strada era sconnessa. Ma bisognava stringere i denti e rientrare subito, per non perdere altri giorni di corsa". Gravissima caduta per Rinaldo Nocentini, che è finito a terra in discesa nel penultimo giron mentre era all’attacco con Eros Capecchi: l’aretino, 9 giorni in maglia gialla al Tour 2009, è volato oltre il guardrail in un burrone e si è fratturato tibia e perone. Ricoverato all’ospedale di Domodossola, dovrà essere operato. La sua stagione è finita. Per Capecchi, invece, sospetta frattura di una clavicola. In ospedale anche Mauro Santambrogio, che è caduto mentre li seguiva: per lui solo contusioni al torace.

Lugano — Gli stessi protagonisti di oggi (tra cui Evans, Basso e Cunego) saranno al via domani del Gp Lugano: partenza alle 11.30, 178 chilometri.

Fonte articolo e foto: www.gazzetta.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...