Giro d’Italia 2010: Basso torna in Rosa grazie anche ad uno splendido Nibali e a un tenace Scarponi, che s’impone all’Aprica. Ad Arroyo non basta la generosità ed una super discesa. Oggi il Gavia e domani gran finale a Verona.

Basso nuova maglia rosa
Domani sfida sul Gavia

 

Michele Scarponi, marchigiano dell’Androni-Diquigiovanni, precede il duo della Liquigas Basso-Nibali e vince la 19ª tappa. L’ex leader Arroyo è protagonista di una gran discesa dal Mortirolo, ma deve arrendersi sull’ultima salita e cedere la maglia al varesino. Domani Cima Coppi, domenica crono finale a Verona

 

APRICA (Sondrio), 28 maggio 2010 – La spettacolare Brescia-Aprica, primo dei due tapponi di montagna, rivoluziona la testa della classifica generale del Giro d’Italia. Ivan Basso vince nettamente la sfida con Cadel Evans, ma deve faticare non poco per battere la resistenza di un coraggiosissimo David Arroyo, che lotta da solo come un leone per tenersi stretta la maglia rosa. Ma il suo sforzo è vano: Michele Scarponi vince la tappa davanti a Nibali e Basso, che da oggi è il nuovo leader della classifica generale.

VELOCISTI K.O. — La tappa parte senza i primi due di ieri, Greipel e Dean, e senza Hondo. Con due terribili frazioni di montagna davanti, i tre velocisti non hanno più nulla da chiedere a questo Giro. La corsa si anima ben prima delle salite vere. Al km 46 un plotoncino di nove corridori prende il largo: Bakelandts, Failli, Samoilau, Mazzanti, Krivtsov, Rodriguez, Bonnet, Tondo e Duque prendono il largo e arrivano ad avere un vantaggio massimo di 8’54”. Sulla salita verso l’Aprica la Liquigas si mette davanti a tirare, il distacco dei fuggitivi cala e al primo Gpm è di 5’05”, mentre il gruppetto dei battistrada si sgrana e davanti restano in quattro: Duque, Failli, Rodriguez e Samoilau. Nella seconda salita di giornata, Trivigno, Stefano Garzelli scatta e prende velocemente il largo dal gruppo maglia rosa. Il varesino raggiunge e scavalca Bonnet, Krivtsov e Mazzanti, mentre Failli si lascia sfilare dal plotoncino di testa per aspettare il suo capitano e dargli una mano.

MORTIROLO — All’inizio della salita del Mortirolo, Failli e Garzelli raggiungono anche Rodriguez, Duque e Samoilau e si portano al comando della corsa. Nel plotone maglia rosa la Liquigas forza il ritmo, il gruppo si sfilaccia fin dai primi tornanti: Porte e Cunego vanno subito in difficoltà, nella parte più dura cede anche Arroyo. Poi il forcing di Basso e Nibali manda fuori giri anche Sastre, Vinokourov ed Evans. Solo Scarponi regge il ritmo dei due uomini Liquigas, che a 38 km dal traguardo raggiungono anche Garzelli e si portano al comando. In cima al Mortirolo il terzetto ha un vantaggio di 55” su Vinokourov, 1’43” su Evans e 1’55” su Arroyo. In discesa lo spagnolo si butta in picchiata, rivela insospettate doti da discesista, e in pochi km recupera 25” a Basso, raggiunge Evans, Sastre e Vinokourov. Ai -20 il suo ritardo dal terzetto è di soli 40”.

POCA COLLABORAZIONE — Nel tratto in pianura Arroyo aspetta Sastre, Gadret ed Evans, ma la collaborazione è scarsa, il quartetto non aiuta lo spagnolo e il ritardo torna presto oltre il minuto. Davanti Basso comincia a vedere la maglia rosa e tira a tutta, mentre lo svantaggio di Arroyo aumenta km dopo km. Michele Scarponi, che ha conservato qualche energia in più, batte Basso e Nibali nella volatina. Arroyo accusa 3’07” e perde la maglia rosa. Nella generale ora guida Basso, con 51” su Arroyo, 2’30” su Nibali, 2’49” su Scarponi e 4’00” su Evans.

DOMANI — Messi da parte i dubbi sulle condizioni meteo sul Gavia, il tappone di domani è quello annunciato: 178 km da Bormio a Ponte di Legno (Passo del Tonale), con i Gpm di Forcola di Livigno, Passo di Iera, Passo di Foscagno e i 2.618 metri del Passo Gavia, Cima Coppi del Giro. Poi, dopo una discesa estremamente tecnica, l’ultima salita verso il Tonale, dove si concluderà la tappa.

Classifica dopo 19 tappe:

1 BASSO Ivan ITA LIQ 81:55:56 0:00
2 ARROYO DURAN David ESP GCE 81:56:47 0:51
3 NIBALI Vincenzo ITA LIQ 81:58:26 2:30
4 SCARPONI Michele ITA AND 81:58:45 2:49
5 EVANS Cadel AUS BMC 81:59:56 4:00
6 SASTRE CANDIL Carlos ESP CTT 82:01:28 5:32
7 PORTE Richie AUS SAX 82:01:56 6:00
8 VINOKOUROV Alexandre KAZ AST 82:02:18 6:22
9 KISERLOVSKI Robert CRO LIQ 82:08:40 12:44
10 PINOTTI Marco ITA THR 82:09:36 13:40

Altimetrie della 20°tappa, la Bormio-Passo del Tonale di 178 km, e della 21°, la Cronometro di Verona di 15 km:

Fonte articolo, classifica ed altimetrie: www.gazzetta.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...