Vuelta a Espana 2010: Esulta Nibali, la Vuelta è tua.

Vuelta, tris di Cavendish
Nibali resta maglia rossa

L’inglese dell’Htc si aggiudica lo sprint di salamanca davanti a Juan Josè haedo e centra il terzo successo. Il siciliano controlla in una frazione senza troppe difficoltà

 

Mark Cavendish, 25 anni, festeggia sul podio alla Vuelta. Reuters

Mark Cavendish, 25 anni, festeggia sul podio alla Vuelta. Reuters

SALAMANCA (Spagna), 16 settembre 2010 – Mark Cavendish ha vinto la 18ª tappa della Vuelta di Spagna, 148 km da Valladolid a Salamanca. Il britannico del team Columbia si è imposto in volata davanti all’argentino Juan Josè Haedo (Saxo Bank) e al portoghese Manual Antonio Cardoso (Footon-Servetto). Per Cavendish è la terza vittoria in questa edizione della Vuelta.

NIBALI TRANQUILLO — Tutto invariato in classifica generale in una tappa priva di grandi difficoltà: la maglia rossa di leader resta così sulle spalle di Vincenzo Nibali (Liquigas), che nelle ultime tre frazioni deve amministrare i 38" di vantaggio sullo spagnolo Ezequiel Mosquera (Xacobeo Galicia), che proverà a ribaltare la situazione sbato nell’ultima tappa di montagna con arrivo a Bola del Mundo. Terzo a 2′ lo slovacco Peter Velits (Columbia).

Vuelta, tappa a Gilbert
Nibali aumenta il vantaggio

Il belga della Pharma Lotto si è aggiudicato la 19ª frazione con arrivo a Toledo. Battuti allo sprint Farrar e Pozzato, che recrimina: "Ero troppo indietro quando è partito Gilbert, però sono andato forte nel finale". Il siciliano della Liquigas resta al comando della corsa allungando il margine su Mosquera di altri 11 secondi

 

TOLEDO (Spagna), 17 settembre 2010 – Philippe Gilbert (Omega Pharma Lotto) si è aggiudicato la 19ª e terz’ultima tappa della Vuelta di Spagna, la più lunga di tutto il giro, percorsa lungo i 231 chilometri che da Piedrahita portano a Toledo. Qui Paolo Bettini, il 4 settembre 2008, con un attacco spettacolare in maglia iridata vinse l’ultima corsa della sua carriera. Oggi il belga, che aveva vinto anche la 3ª frazione, ha battuto allo sprint Tyler Farrar e Filippo Pozzato, rispettivamente 2° e 3°. Molto bene Vincenzo Nibali che con il 6° posto al traguardo guadagna 12" al suo rivale Ezequiel Mosquera, che ora scivola a 50" dalla maglia rossa.

Le parole di pozzato — "Ero troppo dietro quando è partito Gilbert – spiega Pozzato -. In più ho trovato Bole e Le Mevel che si erano piantati". Pozzato ha un tono di voce sereno. "Sono contento della mia prestazione – prosegue -. Mi sono sentito molto bene dopo i 200 km, e sono andato molto forte nel finale. Ma non posso andare il doppio di Gilbert. Però mi scoccia perché ci tenevo a vincere questa tappa". Il vicentino della katusha riesce anche a trovare un aspetto positivo nella sconfitta: "Bene, con questa vittoria tutte le responsabilità del Mondiale saranno sulle spalle del belga". L’unica cosa che lo amareggia, in prospettiva Melbourne, è il forfait di Pinotti: "Marco era una carta importante per noi. Mi spiace proprio che non ci sia. Ora bisogna vedere come sostituirlo nel migliore dei modi". Al suo posto è stato convocato Gasparotto, che dovrebbe essere la seconda riserva, mentre Nocentini si gioca con Tonti il ruolo da titolare. Nella crono, invece, potrebbe essere Bruseghin a rimpiazzare il bergamasco.

Domani 20ª tappa — Intanto domani la Vuelta affronterà la giornata cruciale con la 20ª tappa, la San Martin de Valdeiglesias-Bola del Mundo di 172,1 km. Sarà l’ultimo arrivo in salita della corsa, fino a quota 2.247 metri. Prima dei 3 tremendi km che portano al traguardo (cemento al posto dell’asfalto e pendenze che arrivano anche al 20%) c’è da scalare il Puerto del Leon (gpm di 1ª categoria) e due volte Navacerrada (1ª cat.). La prima solo per 8,1 km e una pendenza media del 7%, la seconda per 19 km con una pendenza media del 6%. In cima una curva a destra immetterà negli ultimi 3 km (leggi sulla Gazzetta la descrizione della salita).

Nibali re della Vuelta
Mosquera non rimonta

Nella penultima e decisiva tappa del Giro di Spagna il siciliano della Liquigas è secondo dietro al rivale della Xacobeo ma il piazzamento gli assicura la vittoria della classifica generale: domani la passerella a Madrid per il trionfo. "Bellissimo trionfare qui"

 

MADRID (Spagna), 18 settembre 2010 – Ce l’ha fatta. Ha sofferto, ha patito, ha temuto, forse ha anche tremato, ma ce l’ha fatta. Vincenzo Nibali ha conquistato la Vuelta. Sulla Bola del Mundo, un panettone geografico e un’invenzione ciclistica, lo spagnolo Ezequiel Mosquera ha vinto la tappa, ma Nibali si è impadronito della classifica. E domani, a Madrid, potrà celebrare la vittoria più prestigiosa della sua vita a due ruote.

La gioia di Nibali sul podio. Bettini

La gioia di Nibali sul podio. Bettini

PROGRESSIONE — Tre chilometri e 200 metri di una salita innaturale: una colata di cemento, versata senza geometria e anche senza pietà, metà pietraia granitica e metà vegetazione anoressica, che Mosquera e Nibali hanno affrontato insieme dopo una rincorsa di quasi 168 km e già tre salite nelle gambe. Mosquera ha cercato di fiaccare Nibali con due scatti prima del corridoio diabolico e verticale: il primo ai -4,1 dall’arrivo, il secondo ai -3,8. Nibali ha risposto con la calma del forte, con la progressione del saggio, con il ritmo del leader. E non si è fatto prendere dal panico quando Mosquera ha sferrato il primo attacco sulla prima rampa. Il distacco era metrico-decimale nello spazio, ma più pesante nel tempo: 13" ai -2,6, 10" ai -2, 11" ai -1,5, 16" all’ultimo km. Poi Nibali ha visto materializzarsi la felicità del trionfo e Mosquera i rimpianti del secondo posto. E il distacco è stato cancellato quando, a 20 metri dal traguardo Nibali, per un attimo, ha messo la ruota davanti a quella del rivale. Infine, giusto così: tappa a Mosquera, Vuelta a Nibali.

E‘ NATA UNA STELLA — Vent’anni dopo Marco Giovannetti, il Giro di Spagna torna un dominio italiano. E Nibali è la nuova faccia del ciclismo italiano: così nuova da sembrare vecchia. Più vecchia, almeno nello sforzo, di quella di un ragazzo di 25 anni. Una faccia da emigrante: per poter fare il corridore, ha lasciato Messina per andare a correre in Toscana. Una faccia da minatore: subito dopo il traguardo, ricoverato in una tenda che sembrava una grotta, lui così scavato, così sporco, così sfinito. Una faccia da corridore. Dietro, è come se il gruppo abbia lasciato il palcoscenico soltanto ai due duellanti. Rodriguez ha preceduto Schleck, Tondo, Roche, Nieve, Velits, LeMevel e Di Gregorio. Caruso 19°, Bruseghin 29°. In classifica, Velits ha mantenuto il terzo posto, Bruseghin è 22° e Caruso 35°. Bravissimo Inigo Cuesta, 41 anni, alla sua Vuelta numero 16, 26° nella generale, oggi ancora in fuga.

 

LA FESTA — Nibali: "Bellissimo vincere qui, su una salita particolare, fra tanta gente e contro un avversario che si è dimostrato fortissimo. Ho cercato di gestire la tappa come ho fatto a Covadonga. Mosquera è più scalatore, io più passista: dovevo andare regolare. E ce l’ho fatta. Ezequiel si è meritato la vittoria in questa tappa e in questa Vuelta". Mosquera: "Ci ho provato, non ero soltanto io a inseguire un sogno, ma tutti gli appassionati spagnoli. Speravo che qualcuno attaccasse prima di me, da più lontano: Carlos Sastre, per esempio. Poi l’ha fatto Schleck, ma era già tardi. Comunque ho sperato di potercela fare, all’inizio avevo guadagnato un po’, ma Nibali non ha mollato. E più ci avvicinavamo al traguardo, più prendeva fiducia".

Classifica dopo 20 tappe:

1 126 NIBALI, Vincenzo LIQ 85h 16′ 05”
2 211 MOSQUERA, Ezequiel XAC + 41”
3 179 VELITS, Peter THR + 3′ 02”
4 181 RODRIGUEZ, Joaquin KAT + 4′ 20”
5 209 SCHLECK, Frank SAX + 4′ 43”
6 9 TONDO, Xavier CTT + 4′ 52”
7 11 ROCHE, Nicholas ALM + 5′ 03”
8 8 SASTRE, Carlos CTT + 6′ 06”
9 101 DANIELSON, Thomas GRM + 6′ 09”
10 58 SÁNCHEZ, Luis León GCE + 7′ 35”

 

Altimetria della 21°tappa, la San Sebastian de los Reyes-Madrid di 85 km:

Fonte articoli e foto: www.gazzetta.it

Fonte classifica ed altimetria: www.lavuelta.es

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

15 risposte a Vuelta a Espana 2010: Esulta Nibali, la Vuelta è tua.

  1. Giuseppe ha detto:

    Asenetà:gilletlucio-nesta-ceccarellimenez-pirlo-seedorf-marchisiorobinho-ronaldinho-borrielloviviano-balzaretti-ariaudo-biondini-mesto-maxi lopez-bojinov

  2. Giuseppe ha detto:

    Karakura Team:Sorrentino – FreyDifensoriTitolari: Mexes – Juan – Criscito – LucarelliPanchina: Bonucci – DomiziCentrocampistiTitolari: De Rossi – Maggio – SnejderPanchina: Perrotta – LedesmaAttaccantiTitolari: Totti – Maccarone – LavezziPanchina: Di Vaio – Caracciol

  3. Giuseppe ha detto:

    Granata Team:ABBIATIBOVOGASTALDELLOSAMUELSCULLIGIMENEZMARCOLINIVARGASGILARDINOMILITOCAVANIPANCHINAAMELIACASSETTIAGOSTINIMARCHIONNIRAFINHABARRETOACQUAFRESCA

  4. Giuseppe ha detto:

    2°GiornataF.C Galloween – Tania Dream TeamAsenetà – A91 SoccerTeam Supercampione – Karakura TeamOnamor – Granata Team

  5. pask ha detto:

    com\’è andata??

  6. Giuseppe ha detto:

    Risultati 2°GiornataF.C Galloween – Tania Dream Team 1-2Asenetà – A91 Soccer 2-2Team Supercampione – Karakura Team 1-1Onamor – Granata Team 1-0Classifica:Onamor 6A91 Soccer 4Granata Team 3Tania Dream Team 3Team Supercampione 2F.C Galloween 1Asenetà 1Karakura Team 1

  7. Giuseppe ha detto:

    3°Giornata:A91 Soccer – Tania Dream TeamKarakura Team – OnamorGranata Team – Team SupercampioneF.C Galloween – Asenità

  8. Giuseppe ha detto:

    Formazioni 3°Giornata:A91 Soccer:Handanovic – Cannavaro – Gamberini – Maicon – Motta – Krasic – Pastore – Pizarro – Pandev – Iaquinta – Del PieroPanchina:Agazzi – Lichsteiner – Santon – Appiah – Aquilani – Zarate – Chevanton

  9. Giuseppe ha detto:

    F.C Galloween:Sirigu – Cassani – Chivu – Portanova – Donati – Almiron – Alvarez – Diamanti – Moscardelli – Quagliarella – EderPanchina:Antonioli – Martinez – Masiello A. – Cambiasso – Inler – Di Natale – Pato

  10. pask ha detto:

    Onamor:Storari ( manninger)chielliniThiago SilvaCampagnaroAstori (Paci, Zambrotta)PepeDessenaRicchiuti (Liverani, Sanchez)CassanoPazziniBogdani (Mascara, Pozzi)

  11. Giuseppe ha detto:

    Asenetà:GILLETBALZARETTINESTAZAURIPIRLOMARCHISIOMENEZSEEDORFMAXI LOPEZRONALDINHOBORRIELLO————-ANDUJARZAURICECCARELLIMESTOBIONDINIADRIANOROBINHO

  12. Giuseppe ha detto:

    Karakurà Team:Portieri: Sorrentino – FreyDifensori Titolari: Burdisso – Juan – Domizzi – LucarelliPanchina: Criscito – BonucciCentrocampistiTitolari: De Rossi – Ledesma – SnejderPanchina: Perrotta – MaggioAttaccantiTitolari: Totti – Di Vaio – CaraccioloPanchina: Lavezzi – Maccarone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...