Finalmente si corre. Il primo lampo azzurro è di Ferrari al Tour de San Luis, mentre Goss si aggiudica la prima tappa del Tour Down Under.

Ferrari ammutolisce Richeze
Basso, la stagione è iniziata

Il bresciano dell’Androni si aggiudica allo sprint la 1ª tappa del Tour de San Luis, bruciando l’eroe di casa e Guarnieri. Il vincitore del Giro cede 38″ nel finale. Oggi arrivo in salita

 

JUSTO DARACT (Arg), 18 gennaio 2011 – Roberto Ferrari è il primo leader del Tour de San Luis, la corsa più importante del Sudamerica. Il 27enne bresciano dell’Androni si è imposto nettamente in volata davanti all’argentino Max Richeze, una vecchia conoscenza del ciclismo italiano, e a Jacopo Guarnieri (Liquigas). Ivan Basso, che nelle prime fasi s’era visto tirare in testa al gruppo, nel convulso finale ha perso 38″. Il sesto centro in carriera di Ferrari è un piccolo capolavoro tattico. Strada in leggera discesa e volata velocissima, sul filo dei 75 orari. Guarnieri si espone troppo presto e non chiude a destra dove Richeze e Ferrari trovano il pertugio buono. L’argentino lascia un varco di mezzo metro e Ferrari s’infila per una vittoria che diventa persino facile.

CAOS RADIO — Oggi arrivo in salita a Potrero de los Funes (156 km). Giovedì la crono individuale di 19,5 km. Occhi su Eros Capecchi, ieri 10°, l’uomo di punta della Liquigas che ieri ha corso senza l’appoggio in corsa dell’ammiraglia per la protesta del d.s Stefano Zanatta contro la regola Uci che vieta l’uso delle radioline. “Questa regola è un sopruso – spiega il tecnico – che lede il nostro diritto al lavoro. Una regola umiliante”. Ieri, proprio per la mancanza di questi ausili, i corridori non sono stati avvisati di un tratto pericoloso su sterrato. Il colombiano Soler s’è sdraiato e in molti l’hanno vista brutta. Altro che tutela della salute.

Goss apre il Down Under
Viviani 5°, Ballan 10°

Sprint vincente dell’australiano nella prima tappa della corsa australiana che saluta l’addio alle gare di Lance Armstrong

 

ADELAIDE (Aus), 18 gennaio 2011 – Matthew Goss ha vinto in volata la prima tappa del Tour Down Under, corsa che apre il calendario World Tour. L’australiano della Htc-High Road l’ha spuntata sul tedesco Andre Greipel e sull’altro australiano Robbie McEwen, tagliando per primo il traguardo nella frazione di 138 chilometri con partenza da Mason Lakes e arrivo ad Angaston. Quinto il primo degli italiani, Elia Viviani (Liquigas), settimo Alessandro Ballan (BMC). Il Down Under segna l’addio alle corse di Lance Armstrong.

Ordine arrivo prima tappa: 1. Matthew GOSS (Aus/HTC-Highroad) km 138 in 3h17’08”. 2. Andre Greipel (GER) s.t.; 3. Robbie McEwen (AUS); 4. Sutton (AUS); 5. Viviani (Ita); 6. Feillu (Fra); 7. Ballan (Ita); 8. Isasi (Spa); 9. J. Rosas (Spa); 10. Henderson (Nzl); 59. Farrar (USA); 62. Cavendish (GB); 81. Armstrong (Usa), 124. Rogers (Aus)
Classifica generale: 1. Matthew GOSS (Aus/HTC-Highroad); 2. Andre Greipel (Ger) a 4″; 3. Robbie McEwen (Aus) a 6″; 4. Docker (Aus) a 7″; 5. Perget (Fra) s.t.; 6. Clarke (Aus); 7. Minguez (Spa); 8. Sutton (Aus) a 10″; 9. Viviani (Ita); 10. Feillu (Fra) s.t.; 83. Armstrong (Usa); 125. Rogers (Aus) a 1’03”.

Fonte articoli e foto: http://www.gazzetta.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...