Campionati Europei di Tuffi 2011 – Torino, 8-13 Marzo 2011: come Tania nessuno mai. Oro dal metro e dai tre metri sincro (con Francesca Dallapè), bronzo dai 3 metri.

Cagnotto senza rivali
E’ lei la regina d’Europa
Tania vince dal trampolino un metro: è il terzo titolo continentale consecutivo. Per l’azzurra di Bolzano anche record europeo di punti: 312,05. Domani la sfida dai tre metri dove parte favorita

TORINO, 11 marzo 2011 – Semplicemente perfetta. Per la terza volta consecutiva in Europa, Tania Cagnotto si conferma regina del trampolino un metro. Lo fa da consumata cannibale della specialità, centrando il nuovo record europeo di punti con 312,05 (il suo personale era di 308,75 agli Assoluti estivi di Bergamo 2010). Quarto posto per l’altra azzurra Maria Marconi, alle spalle della russa Nadezda Bazhina e della svedese Anna Lindberg. Dopo tre tuffi la bolzanina aveva già 15 punti di vantaggio sulle avversarie aumentandoli poi ulteriormente nei successivi. Il trampolino da 1 metro non è specialità olimpica. Per l’Italia è la seconda medaglia della rassegna continentale, dopo l’oro conquistato da Noemi Batki nella piattaforma. Domani la Cagnotto torna in vasca per la finale 3 metri.

GIUSTA AGITAZIONE — “Sono contenta – ammette la bolzanina – perché stamani in eliminatoria non è andata benissimo, ero di nuovo parecchio agitata – spiega l’azzurra -. Ho iniziato bene dal primo tuffo e quello mi ha dato dato molta tranquillità. Avevo un po’ di preoccupazione, per me più che per le altre, visto che in eliminatoria non avevo fatto un pre-salto giusto”. Da qui l’idea di contare, come nel sincro: “E’ vero, mi sono messa a scandire l’uno-due-tre come se al mio fianco ci fosse Francesca Dallapè”. Domani la gara dai tre metri con in palio la qualificazione a Londra 2012. “Mi porterò dietro la serenità di oggi – conclude Tania – ho iniziato bene, spero di continuare cosi”.

LA MIGLIORE TANIA — Il Cagnotto allenatore, ancora prima che padre, ammette d’aver visto la miglior Tania di tutta la carriera. “Ha aperto la strada con l’uno e mezzo ritornato. Il primo salto, il più delicato e da lì tutto è stato più facile anche se la gara è stata sofferta fino all’ultimo perché non era proprio rilassatissima – rivela il c.t. azzurro -. Gli arbitri ci hanno dato anche un po’ una mano ma in questa gara, Tania dal primo all’ultimo salto ha tirato fuori tutto quella che aveva”. Cagnotto, poi, invitato a trovare una pecca nella gara fantastica della figlia, dice: “L’ultimo, nell’uno e mezzo rovesciato, che è il suo salto, poteva farlo un pelino meglio ed anche nel penultimo, nell’avvitamento rovesciato c’è ancora qualcosa da migliorare”. Sbavature impercettibili in un pomeriggio magico.

Fonte articolo: www.gazzetta.it

STREPITOSA TANIA!!!!!!!!!!!!!!! PER LA TERZA VOLTA CONSECUTIVA CAMPIONESSA D’EUROPA DAL METRO!!!!!!!!!!!! SEMPLICEMENTE ECCEZIONALE!!!!!!!!!!!!!! COMPLIMENTI!!!!!!!!!!!!!!:):):)

Tuffi: Europei di Torino. Benedetti/Rinaldi settimi nel sincro 3 mt

Si piazza settima la coppia azzurra Michele Benedetti/Tommaso Rinaldi nella finale 3 metri sincro con il punteggio di 382,71, circa 20 punti in meno rispetto alle eliminatorie di questa mattina. Vincono la coppia russa Kuznetsov/Zakharov con un totale di 454,68 punti. L’argento e il bronzo vanno rispettivamente alla coppia tedesca Hausding/Feck (441,45 punti) e alla coppia francese Rosset/Cely (425,37 punti). “Peccato, abbiamo provato un programma diverso rispetto a questa mattina – dichiara Michele Benedetti, il veterano della coppia – e purtropo non ha pagato. Abbiamo inserito il triplo e mezzo ritornato raggruppato e mi aspettavo qualche punto in più, ma sinceramente non potevamo avvicinare il podio. Russi e tedeschi hano disputato una finale di livello mondiale”.

Fonte articolo: www.federnuoto.it

La Cagnotto manca il bis
E’ bronzo dai 3 metri
Europeo di tuffi: dopo l’oro di ieri, Tania è terza nella gara di trampolino da 3 metri vinta dalla svedese Lindberg. Quarta Maria Marconi, estromessa dal podio proprio dalla bolzanina
TORINO, 12 marzo 2011 – Un’altra medaglia, la 17ª in carriera, la 9ª agli Europei: ma stavolta Tania Cagnotto si ferma al bronzo nella gara dal trampolino 3 metri, che alla vincitrice regalava anche la qualificazione olimpica.

Imperfezioni — Per uno strano gioco del destino, a differenza di quanto era successo nella gara da un metro, stavolta la figlia d’arte compila un’eccellente eliminatoria (prima con 338.10 punti) ma si perde in qualche imperfezione di troppo nei salti di finale. Tania comincia con il doppio e mezzo rovesciato carpiato e non va oltre il sette. E’ il segnale che qualcosa non funziona a livello mentale: questa è la gara che a Budapest, l’anno scorso, la relegò al sesto posto ed evidentemente quelle scorie non sono state del tutto cancellate. L’avvio balbettante finirà così per condizionare le evoluzioni successive, come commenta la stessa Cagnotto: “Quella partenza non brillante mi ha decisamente condizionato”. Il secondo e soprattutto il terzo tuffo (il triplo e mezzo avanti carpiato) non sono all’altezza del talento della finanziera bolzanina, che si ritrova a quasi venti punti dalla vetta con due salti ancora da effettuare.

Brava Maria — Mentre la svedese Lindberg, classe ’81, diventata madre di un bambino nel 2009 e rientrata l’anno scorso, si invola verso il successo, il primo in carriera da 3 metri, Maria Marconi disegna una gara molto solida che la mantiene sempre nelle primissime posizioni, con note particolarmente elevate per il doppio e mezzo avanti con un avvitamento e il doppio e mezzo ritornato raggruppato.

Duello in famiglia — Si arriva all’ultimo tuffo con le posizioni ormai delineate per i primi due posti: dietro la Lindberg l’argento andrà alla russa Bazhina. La Marconi, terza, con il doppio e mezzo carpiato rovesciato ottiene 66 punti e sembra fnalmente spezzare il sortilegio dei quarti posti. Ma non ha fatto i conti con il talento dell’amica-rivale Cagnotto, che ritrova per incanto l’armonia dei momenti esaltanti e con lo stesso tuffo di Maria merita 76.50 punti (con l’unico 9 assegnato nel pomeriggio) e sale dal quinto posto al bronzo, anche se il punteggio delle eliminatorie le avrebbe dato l’argento: “Mi dispiace averlo tolto a lei, meritava la medaglia. Quanto a me, sono comunque soddisfatta, perché i 3 metri sono una gara difficilissima”. La Marconi mastica un po’ amaro: “Almeno ho dimostrato di potermela giocare alla pari con le più forti”. Domani Tania insegue la terza medaglia dal sincro 3 metri: insieme alla Dallapé difende il doppio oro 2009-2010.

Sincro — Il sincronizzato dalla piattaforma uomini, con sole cinque coppie iscritte, parla tedesco: trionfo per Klein-Hausding con 467.16 punti davanti a ucraini e russi. La giovane coppia italiana Scuttari-Verzotto chiude ultima con 386.67 punti.

Fonte articolo: www.gazzetta.it

Cagnotto-Dallapé da urlo
Oro nel sincro da tre metri

TORINO, 13 marzo 2011 – Tania Cagnotto e Francesca Dallapè hanno vinto la medaglia d’oro nel sincro dal trampolino da tre metri conquistando anche il pass per le Olimpiadi di Londra 2012. Argento alla Russia con Bazhina-Philippova, bronzo alle tedesche Dieckow-Freitag. “Vittoria dedicata al presidente Napolitano in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia”, ha detto Tania dopo il suo secondo oro in questa rassegna.

Soddisfazione — La Cagnotto e la Dallapè hanno trionfato con 320,40 punti, mentre le russe si sono fermate a 317,13 e le tedesche a 295,50. “Il mio incubo era il doppio e mezzo indietro, prima di venire qua ho visto la registrazione del 2009, ma ho limitato i danni ed è andata bene così. Voglio prendermi la carta per i Giochi nel 2011, togliermi il pensiero già quest’anno per affrontare il 2012 con serenità”, dice Francesca Dallapé. E Giorgio Cagnotto: “C’è stato un po’ di panico nel doppio avvitamento indietro con un errore oltre il dovuto, ma poi si sono superate nel doppio e mezzo avanti con Francesca che è stata strepitosa. Abbiamo conqusitato delle medaglie inaspettate, ma ne è mancata qualcuna, invece attesa. Torniamo a casa soddisfatti”.

IL PRESIDENTE RINGRAZIA — E il giorno dopo la dedica, arriva la risposta del presidente Napolitano che ringrazia Tania Cagnotto e Francesca Dallapè. Il capo dello Stato “si metterà in contatto con le due campionesse” dei tuffi che ieri hanno vinto l’oro europeo a Torino dedicando il titolo al Presidente della Repubblica in omaggio alle celebrazioni dei 150 anni dell’unità d’Italia. È stato il presidente del Coni, Gianni Petrucci, a dirlo nel corso della presentazione di Miss Italia sport. “Ringraziamo Napolitano che ha mandato il saluto alle due tuffatrici che hanno dedicato a lui il successo dell’europeo e ora si metterà in contatto con loro” le parole di Petrucci.

Fonte articolo: www.gazzetta.it

E SONO TRE!!!!!!!!!!!!!!!! FENOMENALI TANIA E FRANCESCA, AL TERZO ORO CONSECUTIVO IN EUROPA, E’ RECORD!!!!!!!!!!!!!!!!! COMPLIMENTI RAGAZZE, GRAZIE PER QUESTE FANTASTICHE EMOZIONI!!!!!!!!!!!!!!!!!!

NELLA FINALE DALLA PIATTAFORMA MASCHILE. Domina la Germania: Sascha Klein esegue una serie di tuffi con coefficienti altissimi (3.2, 3.7, 3.5, 3.6, 3.3, 3.6), conduce tutta la gara e va a vincere con 515,05 punti. Secondo il connazionale Patrick Hausding, con un punteggio di 506,10. La coppia tedesca aveva già vinto ieri la gara del sincro dalla piattaforma con 467,16 punti, davanti alla coppia ucraina Bondar/Gorshkovozov e alla coppia russa Minibaev/Zakharov. Terzo si piazza l’ucraino Oleksandr Bondar, già medaglia d’argento nel sincro. Gli italiani Maicol Scuttari e Mattia Placidi, entrambi ventenni, si piazzano rispettivamente undicesimo e dodicesimo. Scuttari oscilla tra la nona e la decima posizione fino al penultimo tuffo, poi nell’ultimo tuffo, un triplo e mezzo indietro avvitato, apre troppo e totalizza un 39,62 punti, scivolando in penultima posizione con un totale di 393,45 punti, circa 17 punti in meno rispetto alle eliminatorie.
“Sono dispiaciuto per l’ultimo tuffo – dichiara l’atleta bolzanino – sono partito più forte del solito e ho aperto troppo presto. Dopo il penultimo tuffo ho commesso l’errore di guardare il tabellone dei punteggi e mi sono emozionato troppo. Peccato, con l’ultimo tuffo come quello di stamattina avrei totalizzato circa 440 punti e sarei arrivato settimo: non male per un primo europeo. Adesso ricomincerò a lavorare sodo, so di avere ampi margini di miglioramento; in passato non mi sono impegnato al massimo e dopo la meritata “tirata d’orecchie” del mio cittì Giorgio Cagnotto sono motivato a dare il meglio di me”.
Mattia Placidi, dodicesimo per tutta la gara, finisce con 347,45 punti e lamenta un dolore al braccio destro: “Stamattina sono riuscito a totalizzare quasi 399,40 punti, oggi pomeriggio il mio fisico non ha retto, il braccio mi faceva troppo male. Non ho niente da rimproverarmi, le prime fasi dei miei tuffi erano buone, è mancato il finale, ma non potevo fare di più. Ora voglio mettermi a posto fisicamente e lavorare sulla piattaforma: ho capito che è la mia strada, so do poter migliorare molto tecnicamente e con il tempo di inserire in programma una serie di tuffi più competitivi”.
La squadra nazionale, gli atleti Noemi Batki, Tania Cagnotto e Francesca Dallapè, che hanno conquistato tre ori ed un bronzo agli Europei di Torino, la Federazione Italiana Nuoto e il Presidente Paolo Barelli dedicano le medaglie conquistate al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia che si celebrerà il prossimo marzo.

Fonte articolo: www.federnuoto.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...