Giro dei Paesi Baschi 2011: tappe a Kirienka, Vinokourov e Sanchez. Rodriguez (nonostante l’interregno per un giorno di Kloden) resta Leader della Generale

KLODEN NUOVO LEADER NEI PAESI BASCHI. Per un questione di complessivi migliori piazzamenti, Andreas Kloden passa in testa alla classifica generale (ieri era 3°) del Giro dei Paesi Baschi. La 2° tappa è andata, con blitz vincente nei 3 km conclusivi, al bielorusso Kyrienka. Ha attaccato senza successo anche un comunque pimpante Cunego (15° all’arrivo). Nel gruppo dei migliori anche Ivan Basso, ha perso invce 54” Danilo Di Luca. In classifica, con lo stesso tempo di Kloden troviamo Rodriguez e Samuel Sanchez. 7° a 6”, Cunego resta il migliore degli italiani.

Baschi, si rivede Vinokourov
Basso e Di Luca si ritirano

Il veterano kazako dell’Astana, alla prima vittoria del 2011, parte ai meno 5 dall’arrivo e vince per distacco. Problemi fisici per i due italiani, che tornano a casa. Nella generale J. Rodriguez con gli abbuoni sfila la maglia di leader a Klöden

Vinokourov, 36 anni,  sul traguardo a braccia alzate. Bettini
Vinokourov, 36 anni, sul traguardo a braccia alzate. Bettini

ZUIA MURGIA (Spa), 6 aprile 2011 – La vittoria di un campione eterno e due ritiri eccellenti. Questi i temi della terza tappa del Giro dei Paesi Baschi, da Villatuerta a Zuia-Murgia (180 km). E’ il kazako Alexandre Vinokourov con una stoccata delle sue a precedere il gruppo all’arrivo, regolato allo sprint da Oscar Freire. “Vino”, al primo successo nel 2011, parte ai meno 5 dal traguardo e nessuno è più in grado di riprenderlo. Novità in classifica generale, dove un altro veterano di qualità, il tedesco Andreas Klöden, ha perso la maglia di leader a vantaggio di Joaquin “Purito” Rodriguez a causa degli abbuoni.

BASSO E DI LUCA A CASA — Si chiude in anticipo la corsa di Ivan Basso. Il corridore della Liquigas-Cannondale si è ritirato nel corso della terza tappa per uno stato influenzale (sospetto inizio di bronchite). Con Basso lascia la corsa basca anche il compagno di squadra Mauro Finetto. “E’ stata – commenta Ivan – una scelta sofferta ma necessaria. Nelle prime tappe ho tenuto duro per rimanere con i primi ma le sensazioni peggioravano di giorno in giorno. Già in Catalogna non mi sentivo brillante, ma pensavo fosse una situazione passeggera. Parlando con i diesse e poi con Amadio abbiamo deciso che la scelta migliore fosse quella di fermarsi in vista di Freccia Vallone e Liegi”. Basso rientrerà in Italia domani, poi verrà definito il piano di recupero. Avventura basca finita anche per Danilo Di Luca, sempre a causa di problemi fisici.

Il nuovo leader Joaquin Rodriguez. Reuters
Il nuovo leader Joaquin Rodriguez. Reuters

Ordine d’arrivo:
1. Alexandre Vinokourov (Kaz/Astana) 4h20’38”
2. Oscar Freire (Spa) a 8”
3. Paul Martens (Ger s.t.
4. Pim Ligthart (Ola) s.t.
5. Mikael Cherel (Fra) s.t
7. Francesco Gavazzi (ITA) s.t.
9. Damiano Caruso (ITA) s.t.

BASCHI — Samuel Sanchez ha vinto la quarta tappa (da Amurrio-Elbar ad Arrate, 179 km). L’olimpionico della Euskaltel-Euskadi ha fatto sua la volata ristretta che ha coinvolto altri dieci corridori davanti al tedesco Andreas Kloden (RadioShack) e al kazako Alexander Vinokourov (Astana), rispettivamente secondo e terzo. In ritardo Damiano Cunego (Lampre), staccato dai migliori di 1’43” dopo un’ultima ascesa affrontata senza brillare. Complice anche una sbandata, l’atleta veronese ha perso il contatto con la testa della corsa a 5 km dal traguardo, per poi proseguire con il proprio passo fino all’arrivo. “Dopo la tappa odierna sono uscito di classifica e, tenendo conto che sabato il Giro dei Paesi Baschi si concluderà con una cronometro, ho ritenuto che per completare il lavoro di preparazione in vista dei miei appuntamenti principali sia meglio rientrare in anticipo in Italia: ho fatto quattro giorni di competizione a pieno ritmo, era quello che mi serviva, quindi posso ritenermi soddisfatto per il lavoro svolto. Domani pianificherò i programmi per gli ultimi giorni prima della partenza per le Ardenne”. In testa alla classifica generale non cambia nulla con Joaquin Rodriguez (Katusha) al comando davanti a Kloden e Sanchez. Domani la quinta e penultima frazione: partenza da Eibar e arrivo a Zalla dopo 177 chilometri.

CLASSIFICHE — La 4/a tappa: 1. Samuel Sanchez (ESP/Euskaltel) 179 km in 4 h 42’34. 2. Andreas Klöden (GER/RadioShack) s.t. 3. Alexandre Vinokourov (KAZ/Astana) s.t. 4. Joaquin Rodriguez (ESP/Katusha) s.t. 5. Ryder Hesjedal (CAN/Garmin) s.t. La generale: 1. Joaquin Rodriguez (ESP/Katusha) 2. Andreas Klöden (GER/RadioShack) s.t. 3. Samuel Sanchez (ESP/Euskaltel) s.t. 4. Chris Horner (USA/RadioShack) a 1″. 5. Ryder Hesjedal (CAN/Garmin) a 6″. 6. Xavier Tondo (ESP/Movistar) a 6″. 7. Robert Gesink (NED/Rabobank) a 6″. 8. David Lopez (ESP/Movistar) a 6″. 9. Beñat Intxausti (ESP/Movistar) a 9″. 10. Alexandre Vinokourov (KAZ/Astana a 10″. 11. Andy Schleck (LUX/Leopard) a 18″.

Fonte primo articolo: http://www.sportitalia.com

Fonte restanti articoli, foto e classifiche: http://www.gazzetta.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...