GIRO D’ITALIA 2011: Nella 1°tappa, tutto secondo copione. Cronosquadre alla HTC-HighRoad e Maglia Rosa a Pinotti. Ed il copione prosegue anche nella seconda tappa, con l’Ingegnere che cede la Rosa a Cavendish, che però allo sprint di Parma si fa beffare da Petacchi. Nessun copione però poteva prevedere la morte in corsa nella 3°tappa di Wouter Weylandt. Fatale una distrazione nella discesa del Passo del Bocco. Per la cronaca, tappa a Vicioso e Maglia Rosa a Millar. E la 4°tappa diventa un lungo, triste ma doveroso omaggio a Wouter.

Pinotti vince la prima tappa:
il Giro d’Italia parla bergamascoGiornata di trionfi per lo sport orobico. Marco Pinotti è la prima maglia rosa del 94° Giro d’Italia. Il corridore di Osio Sotto ha vinto la cronometro di 19,3 chilometri con partenza da Venaria Reale e arrivo a Torino che ha inaugurato la corsa rosa.

«I miei compagni sono stati grandissimi». Il primo pensiero di Pinotti una volta tagliato il traguardo è per il suo team: «Avevamo curato questa cronometro in ogni dettaglio. All’inizio ero un po’ preoccupato, sentivo la pressione di essere tra le squadre favorite».

Pinotti, specializzato nelle prove a cronometro, era già stato in rosa nel 2007 per quattro giorni. Questo il suo commento alla corsa: «Siamo stati prudenti in partenza e anche in certi tratti con buche e rotaie, c’era il pericolo di cadute e forature».

La squadra statunitense nella quale corre Pinotti, la Htc-Highroad, ha coperto la distanza in 21 minuti netti, alla media di 55,142 Km orari. In seconda posizione un’altra squadra americana, RadioShack, a 9″, terze l’Omega Pharma-Lotto e la Liquigas-Cannondale, entrambe con un ritardo di 22″. Il siciliano Vincenzo Nibali, capitano della Liquigas, guadagna 2″ sul marchigiano Michele Scarponi e 4″ sullo spagnolo Alberto Contador (Saxo Bank), grande favorito per la vittoria finale.

Nessuno si illude che la maglia rosa rimanga a lungo indosso al trentacinquenne ingegnere bergamasco, che commenta: «Sarà difficile già tenerla domani dopo la volata, però siamo contenti, questa maglia è da dividere con tutta la squadra».

 
Petacchi, il 22° urlo
Cavendish maglia rosa
Alessandro Petacchi ha vinto la seconda tappa del Giro d’Italia battendo al fotofinish Mark Cavendish. Terzo Belletti. Cavendish si consola con la maglia rosa. Domani terza tappa, Reggio Emilia-Rapallo: diretta video sul sito alle ore 14,30PARMA, 8 maggio 2011 – Uno a zero. Alessandro Petacchi vince al fotofinish la seconda tappa del Giro, la Alba-Parma, battendo Mark Cavendish, che si consola diventando la nuova maglia rosa. Lo spezzino, 37 anni, ha firmato il 22° successo nella corsa rosa e il 151° in carriera con un ultimo chilometro perfetto: ha aspettato che Cavendish lo sorpassasse per poi sferrare l’attacco decisivo quando il britannico della Htc-Highroad non lo poteva vedere. Il resto l’ha fatto la velocità pazzesca che riescono ancora a sprigionare le gambe del campione della Lampre. Terzo un ottimo Manuel Belletti. L’americano Tyler Farrar, un altro dei grandi favoriti della vigilia, non è invece riuscito a sfruttare l’attimo giusto.

La protesta — Cavendish sul traguardo si è lamentato vistosamente con Petacchi per una presunta scorrettezza dello spezzino, che sembra però non esserci. L’ultima vittoria di Petacchi al Giro era stata la Grado-Valdobbiadene, nel 2009. La tappa era iniziata ad Alba con l’omaggio a Pietro Ferrero, scomparso prematuramente lo scorso 18 aprile. Poi il via per la frazione più lunga del Giro, con i suoi 244 km. Sebastian Lang aveva provato l’attacco da lontano. Il 31enne tedesco della Omega Pharma-Lotto, gran passista e campione nazionale a cronometro nel 2006, era scattato dopo 3 km e aveva accumulato un vantaggio massimo di 19’18 dopo 82 km. A 26 km dal traguardo il tedesco era stato assorbito dal gruppo. Subito dopo erano partiti in 8: Marzoli, Vorganov (poi caduto), Rovny, Righi, Pineau, Bakelandts, Giordani e Golas. I fuggitivi hanno accumulato al massimo una trentina di secondi e sono stati ripresi a 8 km dall’arrivo.

 
Vicioso vince la 3/a tappa
A Millar la maglia rosa
Lo spagnolo dell’Androni giocattoli si è imposto in volata sul traguardo di Rapallo, nella tappa sconvolta dalla tragica morte di Weylandts. In classifica comanda lo scozzese. Domani è in programma la quarta tappa, la Genova Quarto dei Mille-Livorno di 216 chilometriRAPALLO, 9 maggio 2011 -Vittoria di Angel Vicioso (Androni Giocattoli) sul traguardo di Rapallo al termine della terza tappa del Giro d’Italia: secondo lo scozzese David Millar (Garmin-Cervelo), nuova maglia rosa con sette secondi di vantaggio sul vincitore di tappa di oggi. Una tappa che ha cambiato completamente significato per il dramma vissuto in diretta in seguito alla morte del belga Wouter Weylandt, il ventiseienne in forza alla Leopard Trek, scivolato a terra quaranta metri dopo un tornante nei pressi di Borgonovo Ligure, a una dozzina di chilometri da Chiavari, a -24,1 chilometri dall’arrivo. La frazione odierna, partita da Reggio Emilia, si era aperta con una fuga iniziale di De Clercq, Brutt, Brambilla e Ricci Bitti, scattati dopo 32 km di corsa: il loro tentativo ha raggiunto un vantaggio massimo di circa tre minuti, ed è poi calato nel finale della corsa, quando il primo a perdere contatto è stato Ricci Bitti.

 
Il Giro in processione
Un silenzioso “Ciao Wouter”
Da Genova a Livorno, la 4ª tappa si trasforma in un dolente omaggio, concluso dall’arrivo in linea della Leopard di Weylandt, a cui si è unito il suo amico Tyler FarrarLIVORNO, 10 maggio 2011 – Ciao Wouter. Dal Silenzio intonato dai Bersaglieri sul rettilineo di corso Marconi alla partenza da Genova all’ennesimo applauso (lungo, commosso, sincero) del pubblico sull’arrivo della 4ª tappa, a Livorno, sei ore dopo. Una giornata tristissima per la carovana rosa e per tutto il mondo del ciclismo: non c’è stata gara, né classifiche, né scatti, né abbuoni: tappa neutralizzata, si dice nel freddo linguaggio delle corse, un amaro trasferimento servito solo ai duecentosei atleti, tutti con il lutto al braccio, a ricordare la figura di Wouter Weylandt: 216 chilometri rigorosamente in gruppo, con le varie squadre ad alternarsi in testa sino all’arrivo in Toscana, dove per primi sono passati sul traguardo gli otto compagni di Wouter insieme all’americano Tyler Farrar, il migliore amico del povero belga in gruppo, di cui era anche compagno di allenamento, che stasera lascerà la carovana.

Troppo grande il dolore per andare avanti. Sei ore vissute in un’atmosfera irreale, davanti a un pubblico che ha rispettato e partecipato con affetto al dolore del Giro d’Italia, sventolando spesso cartelli con il numero 108, quello che Wouter aveva in gara.

IL SALUTO DEI BAMBINI — Prima della partenza da Genova, c’è stato anche il passaggio toccante della carovana nei viali interni dell’ospedale pediatrico “Giannina Gaslini”, un luogo dove s’intrecciano quotidianamente storie di amarezze e dolore. Oggi fuori dai padiglioni piccoli ricoverati e medici hanno applaudito i corridori, provando a fare loro stessi forza ai corridori. Domani si tornerà a correre: quinta tappa con partenza da Piombino, sempre con la rosa sulle spalle di David Millar, che l’ha presa ieri nella cupa giornata che si è conclusa a Rapallo. Ciao Wouter.

Fonte articoli dalla seconda alla quarta tappa: http://www.gazzetta.it

Fonte articolo prima tappa: www.ecodibergamo.it
 
Classifica dopo 4 tappe:
 
1 MILLAR David GBR GRM 10:04:29 0:00
2 VICIOSO ARCOS Angel ESP AND 10:04:36 0:07
3 SIVTSOV Kanstantsin BLR THR 10:04:38 0:09
4 PINOTTI Marco ITA THR 10:04:38 0:09
5 LEWIS Craig USA THR 10:04:38 0:09
6 LE MEVEL Christophe FRA GRM 10:04:41 0:12
7 PETACCHI Alessandro ITA LAM 10:04:42 0:13
8 LASTRAS GARCIA Pablo ESP MOV 10:04:47 0:18
9 POPOVYCH Yaroslav UKR RSH 10:04:48 0:19
10 MACHADO Tiago POR RSH 10:04:48  

0:19

 

Altimetria della 5°tappa, la Piombino-Orvieto di 191 km:
 
Fonte classifica ed altimetria: http://www.gazzetta.it
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...