Tour de France 2011: Rolland vince sull’Alpe d’Huez, nella tappa dove un generoso Contador prova a far saltare il banco sin dal Telergraphe. E a propositò di generosità, Voeckler prova a seguire lo spagnolo ed Andy Schleck, ma salta sul Galibier e alla fine cede la Maglia Gialla al lussemburghese. Che però non riesce ad allungare su Evans. E questo risulta decisivo. Nella crono di Grenoble (vinta da Martin) l’australiano strappa la Maglia Gialla ad Andy e si avvia a vincere questo bellissimo Tour.

L’Alpe d’Huez è di Rolland, la maglia gialla di Andy Schleck

di Redazione Sportitalia
pubblicato il 22 Luglio 2011 18:04 in Ciclismo
Articolo letto 71 volte.

Andy Schleck, Frank Schleck, Cadel Evans. In ordine di classifica, sarà uno di questi 3 a vincere il 98o Tour de France. Sprofonda sull’Alpe d’Huez Voeckler, male anche Basso e bravo invece Cunego. Grandi elogi merita Contador, alla fine 3o, ma dopo aver provato a far saltare il banco già sul Telegraph. Trovando quindi la forza e la voglia di riprovarci sull’ascesa finale.

LA TAPPA

13 vanno in fuga appena dopo il via, ma soprattutto dopo soli 12 km, sulle primissime rampe del Telegraph, Alberto Contador scatena l’inferno. Lo seguono inizialmente Andy Schleck, Evans e un coraggioso Voeckler. Ma con il passare dei km perde contatto Evans, fregato da due stop causa bici inceppata. E si stacca anche Voeckler.

TELEGRAPH: VOECKLER A 35″ DA CONTADOR A SCHLECK, GLI ALTRI A 1’35” -E’ il basco Izagirre, uno dei 13 fuggitivi a scollinare per primo, con subito dietro il duo Contador-Schleck. Voeckler transita a 35″, il gruppo con tutti gli altri big (anche Evans che si è lasciato risucchiare) a 1’35”. 3 km di discesa dalla vetta e comincia il Galibier, dal più duro versante ‘pantaniano’ di Valloire.

ANDY SCHLECK PRIMO SUL GALIBIER, ARRANCANO BASSO E VOECKLER A. Il primo sulla vetta è Andy Schleck, a questo punto nuova maglia a pois, con Contador a ruota. Transita a 35″ il gruppo con Evans, Cunego e Frank Schleck. Andato in difficoltà a 5 km dalla vetta, Basso scollina a 1’04”. Ma in difficoltà è andato anche Voeckler, che transita a 1’30”, con 3 compagni della Europcar a dargli però provvidenziale sostegno.

FINE DISCESA -Ai piedi dell’Alpe dHuez troviamo al comando il duo franco-canadese Rolland-Hesejedal. Che hanno 50″ su un rimpolpato gruppo dei big. Fallito il grande attacco di Contador (con Schleck al seguito) è un gruppo numeroso, del quale fanno parte tutti i big. Si sono infatti riportati sotto sia Basso che Voeckler.

ALPE D’HUEZ – attacca per primo, sul durissimo tratto iniziale, Cadel Evans. La selezione è da subito nettissima. E perde subito contatto dalla testa Voeckler. 12.5 i km che mancano all’arrivo quando parte secco Alberto Contador. Al suo inseguimento il duo Evans-Andy Schleck, più dietro un plotoncino con Cunego, più dietro ancora un arrancante Basso. Contador si riporta in breve su Hesjedal e Rolland che pure in breve stacca -10 all’arrivo. Contador stacca di 38″ il gruppetto Schleck, del quale fa parte un caparbio Cunego (nel mezzo da solo, c’è ancora il francese Rolland. Basso è a 1’20”, un sempre più appannato Voeckler a 1’50”. Altri 3 km e Contador stacca di 1 minuto scarso il gruppo dei grandi. Basso segnalato a 1’35”, Voeckler in sempre più disagio, a 2’50”. 29″ il ritardo, da Contador, del tenace duo franco-iberico Rolland-Sanchez. Ai -5 (km) dalla vetta arrivo, Contador conserva 23″ su Sanchez e Rolland, a 1’10” il plotoncino dei grandi, a 3’05” Voeckler. A 3 km scarsi dalla fine esce dal gruppo dei grandi Damiano Cunego e nessuno lo segue, mentre ai -2.5 Contador viene raggiunto da Sanchez e Rolland, che subito cerca il contrattacco, ma si ritrova Contador sulla ruota.

Riaccelera al cartello dei -2 Rolland, mentre da dietro rinvengono su Cunego Cadel Evans e Andy Schleck. Contador finisce per pagare dazio proprio alla fine, al pari di Sanchez. L’Alpe d’Huez è infatti di Pierre Rolland, sin qui il miglior gregario di Voeckler. Il successo ottenuto, che vale per lui una carriera, lo proietta oltretutto in maglia bianca di miglior giovane. Rolland vince con 14″ su Sanchez e 23″ su Contador. A 57″ Velits regola il plotone dei grandi, ben presente anche Cunego. Di 2’07” il ritardo di Ivan Basso. Di 3’20” quello di Voeckler.

ANDY SCHLECK NUOVA MAGLIA GIALLA – Termina dunque dopo 10 giorni (quanti furono quelli in giallo al Tour del 2004) il suo regno in giallo. Subentra in maglia gialla dunque Andy Schleck. Che affronterà la crono di Grenoble con 53″ sul fratello Frank 57″ su Cadel Evans. Uno dei 3 sarà dunque il vincitore del 98o Tour de France. Evans, sicuramente il più cronoman dei 3, deve guadagnare, su Andy, circa 1.4 secondi a km, considerando i 42.5 di sviluppo di questa crono, molto vallonata e molto impegnativo. Fallito dunque il tentativo di far saltare il banco di Contador, che in graduatoria è 6o a 3’55”. Voeckler diventa 4o a 2’10”, Cunego è 5o a 3’22”. Basso scende in 8a piazza, a 4’40”. Uno dei grandi sconfitti di giornata è proprio lui. Una delle crono più belle, incerte ed appassionanti degli ultimi anni attende dunque il 98o Tour de France. Che vinca il migliore. Azzardando Evans come leggermente, solo leggermente, favorito rispetto ai 2 Schleck.

La crono è di Martin, il Tour sarà di Cadel Evans

di Redazione Sportitalia
pubblicato il 23 Luglio 2011 17:27 in Primo piano
Articolo letto 42 volte.

Sarà Cadel Evans il vincitore del 98o Tour de France, contro il quale ha dunque vinto la personale guerra, dopo i 2 secondi posti del biennio 2007-2008. Saranno i due fratelli Schleck, nell’ordine Andy e Frank a fargli da contorno sul podio finale dei Campi Elisi. Entrambi inesorabilmente infilzati dal mastino australiano, che non ha dunque sprecato l’occasione della vita, rappresentata dalla cronometro di Grenoble, di 42.5 km. Partiva, Evans, con 53″ da recuperare sul 2o, Frank Schleck e 57″ invece su Andy Schleck, scattato in maglia gialla dalla rampa di partenza. Partiva con i logici favori del pronostico, essendo molto più cronoman, l’australiano, dei 2 fratelli lussemburghesi. E il verdetto della strada non ha sconfessato il pronostico di massima. Tempo finale di 55’40”, 2 di giornata, Evans disputa una delle sue migliori crono, e al Tour e in carriera. A Frank Schleck rifilerà 2’34”, a Andy 2’31” Non c’è stata in pratica partita, visto che già al primo intertempo, dei 15 km, Evans staccava Andy di 36 secondi e gliene restavano 21 da recuperare, in 30 km. Nella classifica finale, dunque Evans precederà Andy di 1’34” e Frank di 2’30”. Ai margini del podio, 4o, starà Voeckler. La crono di Grenoble avrà infine lo stesso vincitore di un mese fa, quando è stata testata, in chiave Tour, al Giro del Delfinato. Tempo finale di 55’27 quel giorno, tempo di 55’33” (6 secondi in più) stavolta. Evans è dunque straordinario 2o a 7″, 3o è Contador a 1’06”. La sfida italiana viene vinta da Cunego, che chiude in 59’11”, contro il 59’20” di Basso. Cunego sarà il 7o uomo di questo Tour, Basso l’8o. Tra i due, a favore del veronese, un divario finale di 1’18”. Dopo essere stato il primo australiano di sempre a vincere sia il mondiale che la Freccia Vallone, Evans è anchei il primo dei canguri del pedale a vincere il Tour de France. Ne sarà ben contento da lassù anche Aldo Sassi, da sempre il preparatore del buon Cadel. Uno che in anni e anni di carriera non ha mai avuto il minimo problemuccio con il doping. Non una cosa da tutti. Il 98o Tour de France deve essere grandemente orgoglioso di questo vincitore. Che a vittoria appena ottenuta scoppia in lacrime. Come è normale fare dopo aver inseguito per anni e anni il Tour, sino a farne un ossessione, infine sconfitta.

Fonte articoli: www.sportitalia.com

Classifica dopo 20 tappe ed altimetria della 21°tappa, la Creteil – Parigi Champs Elysèès di 95 km (per entrambe fonte: http://www.letour.fr):

1. EVANS Cadel 141 BMC RACING TEAM 83h 45′ 20″
2. SCHLECK Andy 11 TEAM LEOPARD-TREK 83h 46′ 54″ + 01′ 34″
3. SCHLECK Frank 18 TEAM LEOPARD-TREK 83h 47′ 50″ + 02′ 30″
4. VOECKLER Thomas 181 TEAM EUROPCAR 83h 48′ 40″ + 03′ 20″
5. CONTADOR Alberto 1 SAXO BANK SUNGARD 83h 49′ 17″ + 03′ 57″
6. SANCHEZ Samuel 21 EUSKALTEL – EUSKADI 83h 50′ 15″ + 04′ 55″
7. CUNEGO Damiano 161 LAMPRE – ISD 83h 51′ 25″ + 06′ 05″
8. BASSO Ivan 91 LIQUIGAS-CANNONDALE 83h 52′ 43″ + 07′ 23″
9. DANIELSON Tom 52 TEAM GARMIN – CERVELO 83h 53′ 35″ + 08′ 15″
10. PERAUD Jean-Christophe 108 AG2R LA MONDIALE 83h 55′ 31″ + 10′ 11″
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...