Campionati Mondiali di Ciclismo su Strada 2011 – Copenaghen (Danimarca), 19-25 Settembre. Australia e Germania si dividono le Crono, con Martin che batte Cancellara (preceduto anche dall’ottimo Wiggins) tra i pro’. I padroni di casa della Danimarca fanno da arbitro e si aggiudicano la Crono Junior Uomini. Nulla da fare per l’Italia. Miglior piazzamento per Rossella Ratto (5°) tra le Junior. Da domani arrivano le prove in linea. E l’Italbici DEVE cambiare musica.

Mondiali: crono junior all’australiana Allen, Rossella Ratto è 5a

di Redazione Sportitalia
pubblicato il 19 Settembre 2011 12:23 in Ciclismo
Articolo letto 72 volte.

Medaglia mancata per 29 secondi e 5o posto finale, per Rossella Ratto, nella cronometro riservata alle junior che ha ufficialmente aperto la rassegna iridata di Copenhagen. La vittoria è andata alla prima favorita della vigilia, l’australiana Jessica Allen, che ha percorso i 14 previsti km in 19’18” 60 centesimi. Vittoria ottenuta con ‘minimo scarto’, con la 2a, la britannica Barker, che ha chiuso in 19’20″40. 19’21” il tempo della tedesca Kroger, medaglia di bronzo, in una crono dove dunque la battaglia per il successo, lungo un tracciato per specialiste, scorrevole e da alte velocità, è stata molto serrata.

Le altre azzurre: 15a Maria Giulia Confalonieri (ritardo di 1’01”), 21a Beatrice Bartelloni (a 1’30”). Rossella Ratto, campionessa d’Europa in carica, pur avendo mancato la medaglia (era un obiettivo reale) si conferma specialista di livello internazionale.

Mondiali: l’Australia domina anche la crono degli Under 23, male i due azzurri

di Redazione Sportitalia
pubblicato il 19 Settembre 2011 18:31 in Ciclismo
Articolo letto 53 volte.

L’australiano Luke Durbridge ha vinto la gara a cronometro Under 23 ai Mondiali di ciclismo su strada a Copenaghen. Dopo il successo della Allen nella prova femminile juniores, l’Australia ha messo un sigillo sulla prima giornata della settimana iridata. Il ventenne di Perth – che si era classificato secondo l’anno scorso, alle spalle dell’americano Taylor Phinney – ha coperto il percorso di 35,2 chilometri in 42’47″13 ad una media superiore ai 49 km/h. Staccato di 35 secondi è giunto il danese Rasmus Quaade, mentre a 46 secondi è giunto un altro australiano, Michael Hepburn, peraltro attardato da una caduta. Durbridge ed Hepburn facevano parte del quartetto che a marzo vinse un oro ai Mondiali su pista nella prova inseguimento a squadre. Quanto ai due italiani in gara, Matteo Mammini ha chiuso 21/o a oltre 2’40” dal vincitore e Massimo Coledan 41/o a quasi 4 minuti.

Mondiali ciclismo: a Wurtz la crono juniores, Martinelli solo 25mo

di Redazione Sportitalia
pubblicato il 20 Settembre 2011 13:15 in Ciclismo
Articolo letto 58 volte.

Molto peggio della attese il 25mo posto di Davide Martinelli, Donato si è classificato 35° a 2’13”. Mentre l’altro azzurro iscritto, Alberto Bettiol è stato colto da un improvviso attacco febbrile e ha dovuto in extremis dare forfait. Ultranegativo dunque il bilancio azzurro nella crono junior iridata. Ritardo di 1’50” dal vincitore quello accusato da un Martinelli mai in agio e sempre molto legnoso. Ha vinto un atleta di casa, Mads Wurtz, in 35’07” e con soli 4″ di margine sul neozelandese Oran. Medagli di bronzo, a 21″, per l’australiano Edwards. Molto deluso ed autocritico a fine prova è Davide Martinelli.

“Ho trovato una giornata negativa. Non mi era mai capitato di fare i 45,2 km/h di media in una cronometro. Una media così bassa la facevo da allievo… Eppure mi sono preparato a questa prova con grande impegno, curando ogni dettaglio. Forse ha giocato un po’ l’emozione. Nella notte mi sono svegliato un paio di volte. Dopo i primi chilometri, mi sono accorto subito che non era giornata. Mi spiace avere deluso le aspettative di chi credeva in me. È andata così. Voglio guardare avanti”.

Riccardo Donato, classe 1993, racconta così la sua gara: “Avevano ragione gli under 23 a proposito del vento. Nel primo tratto, è a favore e ti sembra di andare bene, al ritorno è contrario. Anche in centro città, ci sono dei punti in cui arrivano raffiche. Bisogna dare il massimo all’inizio del giro, perché quello che si perde nelle prime fasi, poi non lo si recupera più. Sinceramente mi aspettavo di fare una prova migliore. Purtroppo non ero preparato a questa distanza. Sono però contento dell’esperienza in azzurro”.

Il ct della nazionale juniores maschile Rino De Candido fa il punto: “Davide Martinelli non si è espresso come ha voluto. Quello che abbiamo visto oggi non era il vero Davide. Sarà stata una questione di emotività. Riccardo Donato ha fatto esperienza per il futuro. Ha buoni margini di crescita, e lui sa che deve cominciare a lavorare sulla frequenza di pedalata e sulla distanza. Serve una preparazione specifica a partire dalle società di appartenenza. La Federazione si sta già muovendo in questa direzione”.

Mondiali: crono donne alla tedesca Arndt, male l’Italia

di Redazione Sportitalia
pubblicato il 20 Settembre 2011 17:45 in Ciclismo
Articolo letto 33 volte.

.Prosegue il disastro azzurro nelle crono mondiali, sperando che non vada così anche tra 24 ore nel Tic Tac riservato ai professionisti, dove saranno Adriano Malori e Marco Pinotti i due azzurri in gara. Dopo la debacle di Martinelli negli junior, nulla da fare per noi anche nel Tic Tac del gentil sesso. Noemi Cantele ha chiuso al 18mo posto, dopo un bel recupero nei km conclusivi ma una pessima prima parte di corsa. Alla sua prima esperienza mondiale, Elisa Longo Borghini si è classificata 32ma. La Cantele ha chiuso in 39’05”, a 1’58” dalla vincitrice. Ritardo invece di 3’13” per la Longo Borghini. Dal disastro cronometrico italiano si è in toto salvata solo Rossella Ratto, 5° tra le junior. Solo 11ma la fenomenale Marianne Vos, incappata in una giornata no.

La nuova campionessa mondiale della crono è la tedesca di altissimo lignaggio, Judith Arndt. Che ha bissato l’iride del Tic Tac conquistata a Verona 2004. E si è riscattata dopo l’argento di specialità conquistato di questi tempi, nel 2010, a Geelong. La Arndt ha chiuso in 37’07”, con 22” di vantaggio sulla norvegese Villumsen e 24” sulla britannica Pooley. Solo 11ma la fenomenale Marianne Vos, incappata in una giornata no.

Martin domina la crono mondiale, Cancellara è solo bronzo

di Redazione Sportitalia
pubblicato il 21 Settembre 2011 17:04 in Ciclismo
Articolo letto 65 volte.

La crono mondiale più veloce di sempre, a Copenhagen, con media di 51,813 kmh per il suo vincitore nel coprire i 46 abbondanti km, è il grandissimo giorno di Tony Martin ed è una delle più cocenti delusioni patite, in carriera, nel suo giardino di casa, il Tic Tac mondiale, da Fabian Cancellara. Partito 1’30” dietro a Martin, Cancellara la prende, dal tedesco, a ogni intermedio. Dopo metà gara è già indietro di 40″ e a 2 km scarsi dalla fine, consapevole che la possibile 5a maglia iridata è ormai andata, si disunisce e scivola in curva. Ci lascia parecchi secondi in quel volo e da 2o che sarebbe arrivato, si ritrova infine 3o. Tempo finale di 55’04”, ovvero 5″ in più rispetto al britannico Wiggins che si prende una bella medaglia d’argento. Sarà dunque un Cancellara furioso domenica 25 settembre nella prova in linea. Il grande, grandissimo di giorno di Tony Martin, dunque a Copenhagen. 7ma vittoria in stagione in una crono, per il tedesco. La più importante e in stagione (dove per la 3a volta in un Tic Tac ha sconfitto Cancellara) e in assoluto per lui, che ha dunque centrato il suo primo, in inverno dichiarato, obiettivo di stagione. Tempo di 53’43” quello fatto segnare da Martin il Dominatore. Che in 46 km ha rifilato 1’16” al 2o e 1’21” al 3o. E’ il più degno successore di Cancellara, Tony Martin, che si era contraddistinto, numeri alla mano, come il numero 1 del Tic Tac di stagione. “L’avevo detto che non mi sentivo super e correre una crono mondiale al 90% della forma significa prendere minuti e minuti dai migliori” dice un deluso Malori a fine crono. Tempo di 58’30”, Malori becca una paga di 4’47” da Tony Martin e chiude nelle retrovie. Ancor più dietro quel Pinotti che pure non era al top. Il disastro azzurro nella rassegna di Copenhagen sta dunque proseguendo.

Fonte articoli e foto: http://www.sportitalia.com

Medagliere dopo 5 prove (da sinistra a destra rispettivamente medaglie d’oro, d’argento e di bronzo):

Australia 2 0 2

Germania 2 0 1

Danimarca 1 1 0

Gran Bretagna 0 2 0

Nuova Zelanda 0 2 0

Canada 0 0 1

Svizzera 0 0 1

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...