Ecco la Vuelta 2012

La Vuelta 2012 strizza l’occhio agli scalatori

di Redazione Sportitalia
pubblicato il 11 Gennaio 2012 15:26 in Ciclismo
Articolo letto 72 volte.

Il via da Pamplona (18 agosto), dalle terre di Miguelon Indurain che era l’ospite d’onore del vernissagè, la conclusione a Madrid dopo 3281.6 km, in data 9 settembre. Si svilupperà così la Vuelta Espana numero 67, terzo e ultimo Grande Giro del calendario. Si comincia con una cronosquadre di 16.2 km, c’è pure una crono individuale, di 40 km, il giorno 11 con arrivo a Pontevedra. 6 gli arrivi in salita ufficialmente segnalati, 4 in realtà quelli autentici: Los Ancares (14a tappa), Lagos de Covadonga (15ma), Cuitu Negru (inedito, al giorno 16), la Bola del Mundo (penultima tappa).

Terribile dunque il trittico di montagna proposta tra la 14ma e la 16ma tappa, dove molto si deciderà. Ci sono però almeno altre 5 tappe impegnative, soprattutto nei km conclusivi. Cuitu Negru, dalle pendenze micidiali, simili a quelle dell’Angliru, è l’inedita salita che verrà proposta, già ribattezzata il ‘nuovo Mostro’. Bola del Mundo è un’altra erta durissima e sarà l’ultimo arrivo in quota, come lo fu nel 2010, sempre al penultimo giorno, quando Vincenzo Nibali resistette agli attacchi di Mosquera e 24 ore dopo festeggiò il trionfo finale (quello italiano mancava dal 1990). 39 in tutto le salite da affrontare, in una Vuelta poco amica di passisti e cronomen e sulla carta molto amica degli scalatori. 9-10 le tappe toste, poche invece le occasioni di gloria per i velocisti.

“Non sarebbe stata una Vuelta per me” dice schiettamente a fine vernissagè Miguelon Indurain. Parla anche il campione uscente Cobo presenta a Pamplona. “Il mio primo obiettivo nel 2012 sarà il Tour ma sono convinto di poter arrivare fresco e in condizione anche alla Vuelta. Il tracciato è nervoso e spettacolare. Vedo bene corridori come Valverde, Rodriguez, Anton, Nibali e forse anche il sottoscritto” . “Questa Vuelta mi piace molto di più rispetto all’ultima” sentenzia lo scalatore basco Igor Anton. “Credo di avere davvero delle chances di vittoria” ammette El Purito Rodriguez. Sicuramente una Vuelta per scalatori e se la correrà c’è comunque anche sicuramente un favorito numero 1. Alberto Contador. Da capire se Nibali ci sarà ma è un tracciato che gli si addice meno di quello del 2010. Sarà dunque, sulla carta, a prescindere da Contador, una battaglia tra scalatori spagnoli. Appuntamento a Pamplona il 18 agosto. Magari ai nastri di partenza ci sarà anche il fresco campione olimpico di Londra

Fonte articolo e foto: http://www.sportitalia.com

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...