Il Ct Bettini già punta Londra 2012.

Ct Bettini pensa già a Londra 2012: “Sarà una lotteria, ma abbiamo gli italiani giusti”

di Redazione Sportitalia
pubblicato il 13 Gennaio 2012 18:09 in Ciclismo
Articolo letto 60 volte.

Ospite specialissimo al vernissagè Liquigas Cannondale delle scorse ore, Ct Paolo Bettini ha voltato pagina e noi con lui. Inutile guardarsi indietro, a quel mondiale di Copenhagen amarissimo per lui e per i nostri. Meglio guardare avanti, a quella stagione 2012 che si appresta ed entrare nel vivo. “Gilbert ha avuto una supremazia pressochè assoluta, parlando delle Grandi Corse di un giorno, nel 2011. Questa stagione la vedo diversa. Philippe è un corridore di eccellenza assoluta e vincerà ancora, ma credo che non sarà l’autentico mattatore come nel 2011”

La prima Grande Classica del calendario, diciamo pure il primo grandissimo appuntamento, la Milano-Sanremo. Per la quale si è già prenotato Cavendish, che cerca il bis (dopo il successo del 2009) in maglia iridata. “Non è da escludere, sulla carta, un suo successo. La volata mondiale di Copenhagen gli ha dato nuova e grande autostima, poi ovviamente bisognerà vedere che tipo di Sanremo verrà fuori. Lui arriverà in condizione, anche se credo, visto che lo ha detto anche lui, che la cosa che più gli interessa è l’oro olimpico. Mi auguro che a Sanremo escano fuori i nostri, e non solo a Sanremo”.

L’appuntamento clou della stagione, più del Tour e del mondiale, sembra essere la corsa olimpica di Londra 2012. “Ho letto che qualche delegazione nazionale è andata di recente a rivedere il percorso. Sinceramente credo di averlo memorizzato bene in agosto quando siamo andati per il test olimpico. Ricordate, vinse Cavendish allo sprint su Modolo, ma quella era una gara di 140 klm con 2 soli giri del Box Hill. La corsa olimpica avrà un chilometraggio non certo irrilevante. Già 250 km sono molti, anche molti di più che 140 km. In più faremo 9 giri del Box Hill, ovvero la selezione ci sarà e potrebbe essere anche netta. Gli ultimi 40 km in pianura saranno un’incognita un pò per tutti. Ogni nazione avrà comunque meno corridori rispetto ad un mondiale, anche la Gran Bretagna che ovviamente punterà tutto su Cavendish. Saremo in 6 per nazione, considerando le più importanti e non è gran numero di corridori per pensare di poter ben controllare la corsa. Secondo me sarà un pò una lotteria, per cui sarà fondamentale essere svegli e lesti nella seconda metà di gara. Credo che la mia Italia avrà i corridori giusti per fare bene, perchè ci sono gli italiani giusti per questo tipo di tracciato. Ovviamente non faccio nomi ma che uno dei nostri possa guastare la festa a Cavendish è il mio sogno e non solo il mio”.

Fonte articolo e foto: http://www.sportitalia.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...