Parigi-Nizza 2012: Dopo la Crono di Saint-Rémy-lès-Chevreuse, vinta da Larsson, il ventaglio rompe il gruppo nella tappa con arrivo ad Orleans. Vince Boonen, Wiggins prende la Maglia Gialla, davanti anche Leipheimer e Valverde. Dietro restano Cunego e Basso. Oggi arrivo in salita a Le Lac de Vassivière.

PARIGI-NIZZA. Arriva la pioggia, vince Larsson
La pioggia ci ha messo lo zampino nel prologo della Parigi-Nizza. La strada si è bagnata proprio quando dovevano partire gli ultimi concorrenti e questo ha falsato almeno in parte il risultato. Ad imporsi è stato lo svedese Gustav Larsson della Vacansoleil con Wiggins ad un solo secondo e lo statunitense Levi Leipheimer al terzo posto.
PARIGI-NIZZA. Chapeau, monsieur Boonen. LIVE
Miei cari amici vicini e lontani, buongiorno ovunque voi siate e ben venuti alla cronaca diretta della seconda tappa della Parigi-Nizza,  la Mantes-la-Jolie – Orléans di 185 km.

Ore 11.55: scatta la tappa, non parte Nuyens a causa di postumi della caduta di ieri nella discesa della crono inaugurale.

Ore 12.55: il plotone continua a pedalare appallottolato, anche perché deve fare i conti con un forte vento contrario. Nessun tentativo di attacco da segnalare.

Ore 14.10: lungo l’ascesa della Côte des Granges-le-Roi, unica difficoltà di giornata, finalmente un attacco: il belga Olivier Kaisen della Lotto-Belisol scatta e si avvantaggia.

Ore 14.11: caduta per Ivan Basso che rientra velocemente in gruppo scortato dai compagni di squadra.

Ore 14.17: Il vantaggio di Kaisen sale fino a toccare i 2’50”.

Ore 14.25:
Il gruppo reagisce con una forte accelerata e il vantaggio cala fino a 1’30”. Intanto ufficializzati i passaggi al GPM: 1. Kaisen, 2. De Gendt, 3. Sylvain Chavanel.

Ore 14.28: Il vento spinge il gruppo e il vantaggio di Kaisen cala ancora: 1’15”. Mancano meno di 90 chilometri al traguardo.

Ore 14.33: Il plotone si spacca. Proprio al km 100 escono in 11 all’inseguimento di Kaisen che ormai ha pochi secondi di vantaggio. La situazione, comunque, è in continua evoluzione.

Ore 14.36: Un gruppetto si è riportato su Kaisen, il vento la fa da padrone e sta causando ventagli nella zona del rifornimento.

Ore 14.40: Sono circa 30 gli uomini al comando della corsa e tra questi non c’è il leader Gustav Larsson che guida invece il primo gruppo di inseguitori. Bradley Wiggins, invece, è riuscito ad entrare nel primo gruppo.

Ore 14.46: Rifatta la conta: i primi quattro della generale fanno parte del primo gruppo che pedala con circa 50″ di vantaggio sugli avversari. Anche Valverde fa parte del primo plotone, in totale i battistrada sono 29.

Ore 14.49: Sono 23 gli uomini al comando. Intanto vanno segnalate le cadute di Haussler e Fisher.

Ore 15.00: La corsa è esplosa. Dietro il gruppetto dei migliori, sono continui i tentativi di chi cerca di rientrare.

Ore 15.03: Sale il vantaggio: Gustav Larsson guida il secondo gruppetto a 1’15” dai battistrada. Andy Schleck, ancora più attardato, veleggia nel terzo gruppo.

Ore 15.04: Sono in 21 davanti con 1’25” con Wiggins, Leipheimer e Van Garderen. Il vento forte spira da destra. Anche Boonen nel gruppetto di testa. L’unico italiano presente nel gruppetto dei battistrada è di Francesco Gavazzi.

Ore 15.10: Ecco la composizione del gruppo di testa con 4 uomini della Omega Pharma Quick Step: Boonen, Chavanel, Leipheimer, Maes, Monfort, Van Garderen, Phinney,
Wiggins, Thomas, Valverde, Rojas, Ravard, Gavazzi, Kiserlovski, Westra,
Jeannesson, Klier, Vanmarcke, Spilak, Vicioso, Degenkolb.

Ore 15.12: Elia Viviani è l’unico corridore della Liquigas Cannondale nel secondo gruppo che sta cercando di riagganciare i battistrada sui lunghi rettilinei della campagna francese. In questo gruppetto c’è anche Damiano Cunego, con loro anche Gustav Larsson in maglia gialla. Ma il distacco resta elevato: 1’35”.

Ore 15.17: Bradley Wiggins batte in volata Alejandro Valverde nella volata per gli abbuoni: 3″ per il britannico della Sky, 2 per lo spagnolo della Movistar.

Ore 15.25: A 40 km dal traguardo, situazione stabilizzata con il gruppo della maglia gialla a 2’15” dai battistrada.

Ore 15.28: Foratura per Damiano Cunego, Leo Bertagnolli gli passa kla ruota e i due ripartono. Ma restare soli in mezzo al vento può rivelarsi molto pericoloso per i due della Lampre Isd.

Ore 15.34: Sono 12 le squadre rappresentate nel gruppo di fuga, non ci sono le italiane. Boonen, Chavanel, Leipheimer, Maes (Omega Pharma-Quick Step), Monfort
(RadioShack), Van Garderen, Phinney (BMC), Wiggins, Thomas (Sky),
Valverde, Rojas (Movistar), Ravard (AG2R), Gavazzi, Kiserlovski
(Astana), Westra (Vacansoleil), Jeannesson (FDJ-BigMat), Klier,
Vanmarcke (Garmin-Barracuda), Spilak, Vicioso (Katusha), Degenkolb
(Project 1t4i).

Ore 15.37: Davanti sono in 21 e tirano tutti, è sicuramente un’azione che può scrivere una pagina importante nella storia della Parigi-Nizza 2012.

Ore 15.46: Il vento è calato, ma la situazione non cambia: il gruppo maglia gialla insegue a 2’22”, tirato sopèrattutto dalla Saur Sojasun. Davanti foratura di Spilak che rientra velocemente quando mancano 21 km al traguardo.

Ore 15.51: A 17 km dal traguardo, il distacco cala a 2’16”, anche perché davanti qualcuno comincia a saltare qualche cambio in vista della volata.

Ore 15.59: A 12 km dal traguardo, il gruppo dei battistrada viagga con 2’12” di vantaggio. Ci sono corridori come Ravard e Vanmarcke che da qualche chilometro hanno smesso di tirare.

Ore 16.10: Si viaggia a 50 all’ora, 4 km al traguardo e nessuno attacca ancora. Non c’è spazio per i tentativi.

Ore 16.12: Tre all’arrivo, la Omega Pharma Quick Step controlla, Chavanel lavora come un matto.

Ore 16.13: Si attraversa la Loira, ha smesso di piovere, il ole fa anche capolino dopo una giornata durissima.

Ore 16.14: Ultimo km, vantaggio a 2’13”.

Ore 16.15: Prova Vanmarcke.

Ore 16.16: Boonen!

Ore 16.17: Un grande Tom Boonen ha vinto la seconda tappa della Parigi-Nizza, finalizzando al meglio il lavoro di tutta la Omega Pharma Quick Step. Davvero bravo il belga nel rilanciare la bicicletta e nel fare praticamente due volate: Tommeke ha preceduto Degenkolb e Rojas. Wiggins è il nuovo leader della classifica generale. Il gruppo è arrivato al limite dei due minuti e mezzo di distacco.
Un applaudo per Francesco Gavazzi, che si è piazzato al quinto posto.

Classifica dopo 2 tappe:
1 Bradley WIGGINS SKY PROCYCLING 4:33:32

2 Levi LEIPHEIMER OMEGA PHARMA-QUICK STEP 0:00:06

3 Tejay VAN GARDEREN BMC RACING TEAM 0:00:11

4 Sylvain CHAVANEL OMEGA PHARMA-QUICK STEP 0:00:14

5 Tom BOONEN OMEGA PHARMA-QUICK STEP 0:00:17

6 Maxime MONFORT RADIOSHACK-NISSAN 0:00:18

7 Taylor PHINNEY BMC RACING TEAM 0:00:21

8 Lieuwe WESTRA VACANSOLEIL-DCM 0:00:22

9 Geraint THOMAS SKY PROCYCLING 0:00:28

10 Alejandro VALVERDE MOVISTAR TEAM 0:00:30

Altimetria 3°tappa: Vierzon – Le Lac de Vassivière di 194 km
Fonte articoli, foto, classifica ed altimetria: http://www.tuttobiciweb.it
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...