Parigi-Nizza 2012: Vince Valverde a Lac de Vassivière, mentre Meersmann si impone a Rodez. Ed oggi la tappa “Regina” con arrivo a Mende.

PARIGI-NIZZA. Capolavoro di Valverde. LIVE
Miei cari amici vicini e lontani, buongiorno ovunque voi siate e ben
venuti alla cronaca diretta della terza tappa della Parigi-Nizza, la Vierzon-Lac de Vassivière di 194 km. Si lascia la Loira per raggiunge il cuore della Francia: sulla carta, ci aspetta un finale scoppiettante con un arrivo in salita al Lac de Vassivière. A Vierzon si stanno ultimando le operazioni preliminari, il via ufficiale è fissato per le 11.45.Ore 11.24. Come avete letto, Andy Schleck non parte a causa di un attacco di gastroenterite acuta con febbre.Ore 11.40. Il gruppo pedala per raggiungere il km 0.Ore 11.52 – km 0. Si abbassa la bandierina, parte ufficialmente la terza tappa della Parigi-Nizza. Oltre a Schleck, anche Kruopis della Greenedge non ha preso il via.Ore 12.02 – km 8. La corsa entra subito nel vivo e il primo tentativo di fuga va a segno. Scattano in tre: il danese Morkov della Saxo Bank, il francese Engoulvent della Saur Sojasun e l’olandese Curvers della Project 1T4i. Poche pedalate e hanno già 45 secondi di vantaggio.

Ore 12.09 – km 12. La fuga sembra star bene a tutti i big del gruppo, già concentrati sulla parte finale della tappa.

Ore 12.15 – km 17. Il vantaggio cresce e arriva a 2’30”. Dietro è la Sky del leader della corsa Wiggins che controlla la situazione.

Ore 12.32 – km 25. Il vantaggio cresce ancora e arriva ai 4’40”.

Ore 12.54 – km 43. Situazione stabilizzata. Tre uomini in fuga con 4’35” di vantaggio sul gruppo sempre tirato – senza foga, naturalmente – dalla Sky.

Ore 13.20 – km 63. Altri venti chilometri percorsi, situazione invariata al secondo. I tre battistrada hanno sempre 4’35” di vantaggio sul gruppo.

Ore 13.36. Mentre la corsa non regala per il momento emozioni, prepariamoci a gustare un finale doc. Per farci venire l’acquolina in bocca, radiocorsa ricorda che al Lac de Vassivière si sono disputate tre crono del Tour de France. Nel 1985 vinse Greg LeMond, nel 1990 Erik Breukink e nel 1995 Miguel Indurain. Quella fu, tra l’altro, l’ultima vittoria del navarro alla Grande Boucle.

Ore 13.39 – km 70. Niente di nuovo sul fronte occidentale. Morkov, Engoulvent e Curvers hanno 4’30” di vantaggio sul gruppo.

Ore 14.10. Prime due ore di corsa alla media di 41 km orari. Vantaggio stabile, nulla da segnalare.

Ore 14.20. Metà corsa ormai è alle spalle, il gruppo è al rifornimento di Aigurande.

Ore 14.27. Km 100, vantaggio immutato: 4’15” per Curvers, Engoulvent e Morkov.

Ore 14.38. Siamo al km 110, il vantaggio risale leggermente a 4’30. E davanti agli occhi dei corridori comincia a profilarsi il Massiccio Centrale.

Ore 15.04. Settanta chilometri al traguardo, vantaggio stabile sui quattro minuti e mezzo. In gruppo è sempre la Sky che tira. Dietro agli uomini di Wiggins, Cunego ha piazzato un paio dei suoi.

Ore 15.12 – km 139. Il ritardo del gruppo comincia a calare: 3’55”. In testa al gruppo si presenta ancha la Omega Pharma Quick Step al completo.

Ore 15.17 – km 141. Caduta a centro gruppo, tra gli uomini a terra, Moncoutié della Cofidis e Bille della Lotto Belisol, oltre ad un paio di uomini della Euskaltel. Intanto comunichiamo che al traguardo ci sono al momento 4 gradi e le nuvole continuano a dominare il cielo, anche se al momento non c’è rischio di pioggia.

Ore 15.13 – km 144.
Cala il vantaggio, inesorabilmente. Siamo a 3’45”.

Ore 15.30 – km 151. Cominciano le grandi manovre in testa al gruppo, in previsione della prima cote di giornata. Avanzano gli uomini di Boonen e quelli di Valverde.

Ore 15.34 – km 154.
Morkov, Curvers ed Engoulent hanno 3’15” di vantaggio. In gruppo cresce l’andatura.

Ore 15.45 – km 159. Mancano 35 chilometri al traguardo e siamo a 3’05” per i tre fuggitivi. Foratura per Jean Christophe Peraud della AG2R, curiosamente nessun compagno si ferma ad attenderlo.

Ore 15.50 – km 162. Per la prima volta dopo 100 chilometri e più, il vantaggio scende sotto ai 3 minuti. Morkov si sfila idealmente la maglia gialla di leader virtuale che aveva indossato fino ad ora.

Ore 15.52 – km 164. Arriva nelle prime posizioni del gruppo anche Thomas Voeckler con i suoi compagni di squadra della Europcar.

Ore 15.53 – km 168. I fuggitivi attraversano il paese di Masbaraud-Mérignat, luogo natale di Raymond Poulidor. Il distacco resta fisso a 2’50” ormai da qualche chilometro. Intanto Curvers ha conquistato i punti in palio sul GPM di terza categoria.

Ore 15.57 – km 169. Il Team Sky decide di non insistere nella rincorsa, la cosa non sta bene ad altri e quindi ecco arrivare in testa al gruppo la Movistar che comincia a lavorare per Valverde, che i bookmakers danno come favorito di giornata.

Ore 16.01 – km 172. Prima uno, poi due, poi tre corridori, adesso la Movistar ha preso decisamente in mano le redini della corsa e c’è Kiryenka a scandire il passo. E il vantaggio dei fuggitivi, secondo le indicazioni del Gps di France 2, scende subito a 2’10”.

Ore 16.05 – km 174. A venti chilometri dal traguardo, il vantaggio dei tre scende al limite dei due minuti.

Ore 16.09 – km 176. Il gruppo adesso sta volando, il vantaggio dei tre fuggitivi cala a vista d’occhio, resta poco più di un minuto.

Ore 16.10 – km 177. Meno di un minuto per Morkov, Curvers ed Engoulvent. L’azione della Movistar è davvero eccellente.

Ore 16.12 – km 178. Ricordiamo che il traguardo sarà al termine di una ascesa di 5 chilometri al 4% di pendenza media.

Ore 16.12 – km 179. Caduta in fondo al gruppo, la bici del russo Isaichev vola letteralmente a 30 metri di distanza.

Ore 16.14 – km 180. Engoulvent sorprende i compagni di fuga e se ne va tutto solo nel disperato tentativo di non farsi riagguantare dal gruppo.

Ore 16.17 – km 182. Adesso è la Omega Pharma Quick Step a condurre l’inseguimento, mentre Engoulvent conserva 22″ di vantaggio nel momento in cui i suoi ex compagni di avventura vengono ripresi dopo 182 km di fuga.

Ore 16.21 – km 186. Engoulvent conquista lo sprint con abbuono, gli altri secondi se li spartiscono gli uomini di Wiggins e Valverde. Intanto Boonensta lavorando in maniera fantastica per i suoi compagni. Si stacca in fondo al gruppo Taylor Phinney.

Ore 16.23 – km 179. Ripreso anche Engoulvent.

Ore 16.27 – km 190. Il primo a scattare sulla salita finale è l’uzbeko Lagutin della Vacansoleil DCM.

Ore 16.130 – km 191. 12 secondi di vantaggio per Lagutin.

Ore 16.32 – km 193. Ripreso Lagutin. C’è Cunego a ruota di Valverde. Salta Tony Martin.

Ore 16.34 km 194. Valverde resiste allo strepitoso recupero di Gerrans negli ultimi metri e vince la tappa. Due italiani tra i dieci: Capecchi sesto e Gavazzi nono.

PARIGI-NIZZA. Vittoria di Gianni Meersman. LIVE
Miei cari amici vicini e lontani, buongiorno ovunque voi siate e ben
venuti alla cronaca diretta della quarta tappa della Parigi-Nizza, la Brive la Gaillarde – Rodez di 178 km.Ore 11.58 – km 0: Al villaggio di partenza è la gastroenterite a tenere banco. Dopo Andy Schleck ci sono altri corridori alle prese con il virus: non partono infatti Posthuma, Bakelants, Hansen, Kaisen e Phinney.Ore 12.05 – km 0: Si abbassa la bandierina e la corsa parte, finalmente sotto il sole e con una temperatura di 10 gradi. Oggi sembra davvero di essere alla “Corsa del Sole”.Ore 12.08 – km 4: Il primo tentativo di giornata lo firma Remy Di Gregorio, ma il gruppo lo neutralizza in pochi istanti.Ore 12.13 – km 6: Attacco di Peraud e Fedrigo, raggiunti rapidamente da Howard, Matè e De Clercq.

Ore 12.18 – km 11: Venti secondi di vantaggio per i cinque atleti, ma sono in parecchi che tentano di uscire dal gruppo e la velocità cresce.

Ore 12.27 – km 18: Il plotone finalmente rallenta, la fuga prende il largo. 1’20” il rilevamento per Peraud della AG2R, Fedrigo della Fdj-BigMat, Howard della GreenEdge, Mate della Cofidis e De Clercq della Lotto Belisol.

Ore 12.37 – km 23: Situazione stabilizzata sul minuto e mezzo di vantaggio, il gruppo non ha ancora deciso di concedere il via libera a tutti gli effetti.

Ore 12.40 – km 25: Due chilometri appena ed ecco la decisione del gruppo: la fuga può andare e il vantaggio sale subito a 4 minuti.

Ore 12.45 – km 29: I minuti di vantaggio adesso sono 5’20”. La fuga sta bene alla Sky in quanto il miglior uomo in classifica tra i fuggitivi è Bart De Clercq che ha un ritardo di 11’24” dal leader.

Ore 13.00 – km 35: I fuggitivi pedalano verso le prime difficoltà di giroanata: si comincia a salire al km 60 con la Cote de Fangas, salita di seconda categoria che misura 7,7 chilometri al 4,9% di pendenza media. Vantaggio stabilizzato sui 5’30”.

Ore 13.09 – Km 44: prima ora di corsa a 44,9 kmh. Vantaggio leggermente calato, con la Rabobank che scandisce il passo del gruppo.

Ore 13.12 – Km 45: Nuovo rilevamento cronometrico: 4’05”.

Ore 13.17 – Km 50: L’azione della Rabobank si fa pressante e il vantaggio cala ancora: i cinque hanno ora 3’40” sul gruppo.

Ore 13.38 – Km 60: I fuggitivi passano al Gpm della Cote de Fangas: è Mate Mardones il primo a transitare. Il vantaggio cala ancora e ora è di 3 minuti.

Ore 13.54 – Km 70: Sempre tre i minuti mentre si pedala verso la seconda salita di giornata, la Côte de Blanquie, che sarà affrontata al km 100.

Ore 13.58 – Km 78: Mancano 100 km al traguardo e i fuggitivi hanno raggiunto la zona del rifornimento.

Ore 14.05: Seconda ora molto più lenta, anche per le difficoltà della strada: la media oraria della tappa è scesa a 37,8 kmh.

Ore 14.13 – km 85: Situazione stabile. Cinque in fuga, la Rabobank (che punta su Luis Leon Sanchez per la vittoria di tappa) a tirare il gruppo. Vantaggio 3’15”.

Ore 14.21 – km 91: Ci si avvicina alla seconda Cote con un distacco stabilizzato sui 3’15”. Tra sei chilometri si comincia a salire al 5,9% di pendenza media.

Ore 14.29 – km 100: Lo spagnolo Mate transita primo anche sulla Cote de la Blanquie. Vantaggio di 3 minuti.

Ore 14.43 – km 106: Ci si avvicina alla terza salita di giornata, la Cote du Quotidien: sono 1600 metri al 6,9%, salita di 2a categoria.

Ore 14.45 – km 107: Cala ancora il vantaggio dei 5: siamo a 2’40” sulla salita della Quotidiane.

Ore 14.50 – km 108: Ancora Mate a transitare per primo sulla terza Cote di giornata, l’obiettivo è quello di indossare la maglia a pois a fine giornata.

Ore 14.58 – km 113: Nuovo rilevamento cronometrico: 2’55”.

Ore 15.02 – km 119: Cala il vantaggio dei cinque in fuga, il rilevamento dice 2’20”.

Ore 15.07 – km 121: Altri dieci secondi limati dal gruppo lanciato all’inseguimento.

Ore 15.08 – km 122: Anche gli uomini della Lampre Isd si fanno avanti in testa al gruppo e cominciano a lavorare al fianco della Rabobank.

Ore 15.18 – km 128: A 50 chilometri dal traguardo il distacco scende sotto i due minuti: 1’55”.

Ore 15.24 – km 135: Inesorabile la rincorsa del gruppo: 1’43” sotto la spinta della Lampre Isd che sta lavorando a fondo.

Ore 15.26 – km 137: Il gruppo in questa fase mangia sette-otto secondi al chilometro ai fuggitivi. Nuovo rilevamento 1’30”.

Ore 15.33 – km 141: Sprint con abbuoni all’australiano Howard, dietro di lui De Clercq e Fedrigo. Il gruppo transita a 1’26”.

Ore 15.37 – km 144: Fermate le ammiraglie che seguivano i fuggitivi, il vantaggio oscilla attorno al minuto.

Ore 15.43 – km 148: Il gruppo tiene i fuggitivi a bagnomaria con 1 minuto di vantaggio in attesa della bagarre finale.

Ore 15.47 – km 152: A Marcillac le Vallon il vantaggio di Mate, De Clercq, Fedrigo, Peraud e Howard scende a 55″.

Ore 15.49 – km 154: Mate Mardones è il primo dei cinque ad arrendersi, ma ha centrato il suo obiettivo: domani ripartirà con la maglia a pois sulle spalle.

Ore 15.52 – km 156: Caduta a centro gruppo. Tra i coinvolti Arroyo, Kadri, Levarlet e Dall’Antonia, ma tutti ripartono senza evidenti problemi.

Ore 15.55 – km 157: Finisce dopo oltre 150 chilometri di fuga l’iniziativa di Fedrigo, Howard, De Clercq e Peraud. Anche gli uomini dell’Omega Quick Step adesso in testa al gruppo, con Boonen che lavora per Leipheimer e Chavanel come già aveva fatto ieri.

Ore 16.02 – km 161: Il gruppo dei migliori punta verso il traguardo, mentre dietro si staccano in tanti. Tra questi anche Thor Hushovd, in ritardo di condizione, e Ivan Basso, ancora alle prese con i postumi della caduta di lunedì.

Ore 16.06 – km 164: Attacca l’olandese De Gendt per andare a prendere i punti utili per difendere la sua maglia a pois.

Ore 16.09 – km 167: 13 secondi di vantaggio per De Gendt, mentre dietro si sgomita per tenere i big nelle prime posizioni.

Ore 16.16 – km 172: In piena bagarre finisce a terra Simon Gerrans, caduto in prossimità di uno spartitraffico. Davanti tira la Movistar di Valverde.

Ore 16.20 – km 176: Finale pericoloso con tantissime rotonde, gruppo allungatissimo.

Ore 16.22 – km 176: Ci prova Kloden che scatta ai piedi del muro di Bourran.

Ore 16.23 – km 178: In vetta allo strappo – sicuramente meno duro di quanto veniva dipinto dagli organizzatori – parte troppo lungo lo sloveno Bole della Lampre e viene superato da Gianni Meersman che regala un’altra vittoria alla Lotto Belisol. Solo ottavo Valverde, ancora una volta Francesco Gavazzi è il migliore degli italiani, nono. Wiggins, decimo, conserva la maglia di leader.
Grazie per averci seguito e appuntamento a domani per un’altra tappa di grande interesse, quella con arrivo a Mende.

Classifica Generale dopo 4 tappe:
1 Bradley WIGGINS SKY PROCYCLING 13:30:52
2 Levi LEIPHEIMER OMEGA PHARMA-QUICK STEP 0:00:06
3 Tejay VAN GARDEREN BMC RACING TEAM 0:00:11
4 Sylvain CHAVANEL OMEGA PHARMA-QUICK STEP 0:00:14
5 Maxime MONFORT RADIOSHACK-NISSAN 0:00:18
6 Lieuwe WESTRA VACANSOLEIL-DCM 0:00:18
7 Alejandro VALVERDE MOVISTAR TEAM 0:00:20
8 Jose Joaquin ROJAS MOVISTAR TEAM 0:00:29
9 Simon SPILAK KATUSHA TEAM 0:00:33
10 Robert KISERLOVSKI ASTANA PRO TEAM 0:00:36
Fonte cronache, foto e classifica: http://www.tuttobiciweb.it
Link altimetria 5°tappa, Onet-Le Chateau – Mende di 178,5 km: http://www.letour.fr
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...