Tirreno – Adriatico 2012: Doppia festa Liquigas, a Chieti con Sagan, a Prati di Tivo con Nibali. Con lo “squalo dello Stretto” che rosicchia 6″ al Leader della Generale Horner, giungendo secondo, alle spalle del vincitore “Purito” Rodriguez ad Offida. Ed oggi, Crono finale da brividi a San Benedetto del Tronto. Horner ha 6″ su Nibali. Ma in mezzo c’è anche Kreuziger, a 5″ dal 41enne statunitense.

TIRRENO. A Chieti Sagan brucia Kreuziger e Nibali. Horner leader
Vittoria di forza per il 22 enne Peter Sagan che precede sul traguardo di Chieti di un niente Roman Kreuziger e Vincenzo Nibali. Quarto un buonissimo e brillante Danilo Di Luca, e quinta Chris Horner, che grazie a questo piazzamento è la nuova maglia azzurra con 7″ su Kreuziger, 13″ su Meyer, Peter Sagan a 21“, Di luca a 22″ e poi F. Cancellara.
Tappa caratterizzata da una lunga fuga a 7 (tra questi gli italiani Pagani e Pirazzi della Colnago CSF), annullata a meno di venti chilometri dal traguardo. E domani sarà ancora montagna, con un arrivo in salita che è destinato a scrivere una pagina importante nella storia di questa edizione della Corsa dei due Mari.
TIRRENO. Assolo di Nibali nella tappa regina di Prati di Tivo
Vittoria di forza di Vincenzo Nibali nella tappa regina, la quinta, della Tirreno Adriatico con arrivo ai 1450 metri di Prati di Tivoli (Te). Il siciliano della Liquigas Cannondale ha rilanciato la sua azione a 3,500 metri dalla vetta e in perfetta solitudine è andato a vincere l’impegnativa frazione con 12″ di vantaggio su Roman Kreuziger (Astana), Chris Horner che ha conservato la maglia di leader della classifica generale, sull’olandese Hoogerland (Vacansoleil DCM) e sul bravo Domenico Pozzovivo della Colnago Csf Bardiani. “Volevo far saltare tutto anche per rispondere alle accuse di ieri – ha detto Nibali alla sua seconda affermazione stagionale-. Ho atteso il momento buono e sono partito con decisione senza più voltarmi. Credo ancora in questa Tirreno e cercherò di guadagnare terreno anche nella tappa di domani”.
TIRRENO. Rodriguez: grande vittoria. E per la Sanremo…
Tra Joaquin Rodriguez Oliver e le marche c’è un feeling speciale. Oggi infatti, il corridore della Katusha ha coronato il suo 3° successo alla corsa dei due mari, dopo il bis a Montelupone del 2008 e 2009.
«Due centimetri in più e non si vinceva – ha spiegato – un attacco come quello che ho fatto io oggi, difficilmente arriva a segno. Per mia fortuna ce l’ho fatta, non era facile. Io e il mio team abbiamo lasciato lavorare Sagan (Liquigas) perché lo ritenevamo il più pericoloso: stava riuscendo a tenere tirato il gruppo, inoltre, nonostante il saliscendi era ancora fresco e se in vista del traguardo partiva, arrivava. Sagan è stato la chiave della mia vittoria. Penso a questa tappa da ieri pensando però che forse sarebbe stato meglio anticipare il mio attacco perché su Nibali , Horner e Kreuziger che lottano per la classifica generale, ero certamente meno veloce. Quando però l’Acqua e Sapone ha reso più dura la salita, ho deciso di cambiare tattica. Scollinando, dunque, mi sono concentrato per attaccare in solitaria all’ultimo km…sapevo che un km l’avrei tenuto bene…non di più…Ho attaccato nel momento veramente giusto accelerando agli ultimi 400 metri. Oggi per me è stata una sorpresa vincere: era più adatta per Freire che per me…o per Sagan. Ero un po’ triste perché pensavo di poter disputare l’arrivo a Chieti, essere davanti, invece non ero nemmeno tra i primi. Questa vittoria mi ripaga e la sento un po’ come una liberazione perché la sensazione era buona. Non sono mai nervoso ma di certo ora sono più tranquillo».
Ed a proposito della vicinissima Sanremo e
del suo compagno Freire: «Oscar anche oggi l’ho visto concentrato e forte. All’arrivo non c’era soltanto perché non ha voluto rischiare. E’ in forma e l’hanno visto tutti. Non so come la farà la volata ma so che la farà certamente bene. Anche Sagan però sta andando forte… anche in montagna dove pensavamo che invece cedesse un po’…».
Link altimetria 7°tappa, la Cronometro di S.Benedetto del Tronto di 9,5 km:
Fonte articoli e foto: http://www.tuttobiciweb.it
Fonte classifica: http://www.cicloweb.it

Classifica generale dopo 6 tappe:

# Ciclista Nazionalità Squadra Tempo
1 Christopher Horner Usa RadioShack – Nissan in 29h27’06”
2 Roman Kreuziger Repubblica Ceca Pro Team Astana a 5″
3 Vincenzo Nibali Italia Liquigas – Cannondale a 6″
4 Rinaldo Nocentini Italia AG2R La Mondiale a 45″
5 Michele Scarponi Italia Lampre a 47″
6 Johnny Hoogerland Olanda Vacansoleil Pro Cycling Team a 48″
7 Joaquim Rodríguez Oliver Spagna Katusha Team a 50″
8 Christophe Riblon Francia AG2R La Mondiale a 1’15”
9 Danilo Di Luca Italia Acqua & Sapone a 1’21”
10 Domenico Pozzovivo Italia Colnago – CSF Inox a 1’22”
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...