Milano – Sanremo 2012: la “Classicissima” parla ancora australiano. Vince Gerrans, davanti ad un generosissimo Cancellara ed un bravissimo Nibali.

SANREMO. Gerrans è il re di Sanremo. LIVE
Il via ufficiale della 103° edizione della Sanremo alle 10.06, dopo che è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle piccole vittime del terribile incidente autostradale di Sierre.Km 1. Pronti via, attaccano Veelers (Project 14 Ti) e Laengen (Team Type 1)

Km 4,7 corridori all’attacco: Gruzdev,
Suarez, Pagani, Oroz Ugalde, De Negri, Morkov e Berdos. Prova a
inseguire Rui Costa.

Al km 15. I sette diventano 9:  hanno un vantaggio di 7’15” sul gruppo. Rui Costa sembra non riuscire a raggiungere i primi.

Media della prima ora di corsa: 47,032 km/h

Al km 80 il vantaggio dei 9 fuggitivi – Ji Cheng, Laengen, Gruzdev,
Suarez, Pagani, Oroz Ugalde, De Negri, Morkov e Berdos – è di 13’28”.

Al km 101, dopo Ovada, il vantaggio cala leggermente ed è di Km 12’56” . Media superiore ai 44 kmh per le prime due ore di corsa.

Si comincia a salire verso il passo  del Turchinoe il vantaggio sale a 14 minuti. In testa al gruppo c’è sempre la Sky in posizione di controllo.

Al km 123 sale la strada e il vantaggio di fuggitivi cala: siamo alla soglia degli 11 minuti.

Km 134, passato il rifornimento per gli attaccanti, 10’50” l’ultimo rilevamento. Media 42,233 km/h dopo tre ore di corsa.

Km 162, la fuga procede con lentezza e il vantaggio crolla con velocità: 7’20” il distacco del gruppo a Genova.

km 168: dopo 4 ore la media di corsa è 41,550 kmh

km 170: non c’è accordo tra i fuggitivi, c’è chi molla e al comando restano in sei. Pochi chilometri e c’è il ricongiungimento.

km 176 – 6’50” il vantaggio dei fuggitivi. Si avvicina la salita delle Manìe.

Passaggio da Savona, si resta attorno ai 7 minuti di vantaggio. E le Maìe sono sempre più vicine.

Km 181 – Vantaggio stabilizzato sui 6’40”-7′. Ricordiamo che i nove all’attacco sono Suárez (COL), Oroz (EUS), De Negri (FAR), Morkov (SAX), Ji (PRO), Stake Laengen (TT1), Pagani (COG) e Berdos (UNA)

km 198, a 6 km dal Gpm il vantaggio scende a 5’20”.

km 200, 5’10 quando al traguardo mancano 98 km. Perde contatto il cinese Ji.

km 204. Sulle Manìe si stacca Cavendish, con lui tre compagni di squadra. Segnale preoccupante per il campione del mondo che ha circa 15″ di distacco dal grosso del gruppo.

km 205 – Cavendish fatica a tenere le ruote dei compagni di squadra, si sfila in fondo al gruppetto, l’andatura cala e il distacco dal grooso del gruppo cresce.

km 207 – Slo Eisel resta con Cavendish che sale molto molto lentamente. Davanti hanno accelerato sotto la spinta di Liquigase Radioshack e il campione del mondo si èormai satccato anche dal gruppettino di cui faceva parte.

km 210. Il gruppo è in discesa e bracca i fuggitivi che hanno ormai tre minuti o poco più di vantaggo. Cavendish staccato di 45 secondi. Dopo cinque ore di corsa la media è di 41,530 kmh.

Km 216, il gruppo torna sull’Aurelia dopo la discesa con 2’36” dai battistrada. Il grupetto di Cavendish è di 1’48” da Valerio Agnoli che tirava il gruppo: per il campione del mondo il sogno del bis si allontana.

Km 218. Bmc a tutta con Burghardt e Quinziato in testa al gruppo. Intanto va registrata la brutta caduta del colombiano Quintero in fondo alla discesa. Soccorso da due ambulanze, c’è grande apprensione per le sue condizioni. Per fortuna Andrea De Luca di RaiSport informa che il corridore ha ripreso conoscenza, ha riconosciuto il suo diesse, muove braccia e gambe: ha riportato una ferita alla testa e ora sarà trasportato in ospedale.

Km 220 – Radiocorsa segnala una caduta di Di Luca che però riparte prontamente. Da segnalare che il gruppo principale è spaccato, nella seconda parte a 25″ dai primi tra gli altri ci sono Farrar, Viviani e Colli. Più indietro il gruppetto di Cavendish.

km 227 – Il gruppetto di Cavendish ha raggiunto la seconda parte del gruppo, quattro uomini Sky ora tirano a tutta ma sono staccati di 1’22”.

Km 231. Sotto i due minuti il vantaggio degli otto uomini rimasti al comando.

km 234 – Ad Albenga il gruppo di Cavendish, Farrar e company continua a pedalare con 50″ di distacco. Gli Sky tirano a tutta ma guadagnano poco. Intanto davanti gli 8 fuggitivi stanno per esssere raggiunti dal primo gruppo.

km 238 – A sessanta chilometri dalla fine, si conclude la fuga degli otto attaccanti che sono partiti stamane da Milano. Un applauso a tutti loro per avere animato la corsa finora. L’ultimo ad arrendersi è Berdos della Utensilnord Named che rilancia l’azione e ci prova tutto solo.

km 243 – Il colombiano Quintero trasportato all’ospedale di Pietra Ligure: per lui trauma cranico e sospetta frattura dell’omero.

km 244 – A Laigueglia il gruppo di Cavendish recupera qualcosa e si riporta a 44″: cominciano i capi, il rientro dell’iridato sembra sempre difficile.

km 248. Discesa di Capo Mele, sono Farnese Selle Italia e Omega Pharma Quick Step a guidare il gruppo in lunga fila indiana. Mancano meno di 50 chilometri e le telecamere “beccano” Cavendish che scuote il capo in fondo al suo gruppo.

Km 250 – Su Capo Cervo il gruppo di Cavendish sembra aver mollato, gli Sky non tirano più e il campione del mondo ringrazia i suoi compagni. La Sanremo perde il favorito numero uno e un buon numero di outsider.

Km 253 – Anche Alessandro Petacchi si arrende, si stacca sui capi e viene ripreso dal gruppo di Cavendish. Un’ulteriore conferma che alla Sanremo non si può inventare nulla si non si è in palla.

km 257 – A 41 km dalla corsa si fanno vedere in testa anche gli uomini della Katusha. Caduta in fondo al gruppo , tra i coninvolti amche Goss che si è rialzato subito ed è costretto ad inseguire. Piede a terra anche per Vicioso e Burghardt.

km 260 – Discesa di Capo Berta verso Imperia: il gruppo sembra aver rallentato dopo le notizie della rinuncia di Cavendish. Ora attraversamento di Imperia e poi il via alla bagarre per prendere le posizioni in vista della Cipressa.

km 263 – Meno battaglia del solito in avvicinamento alla Cipressa, anche perché il gruppo è ridotto a 90-100 unità. È un bravissimo Favilli a guidare il gruppo.

km 269 – Inizia la Cipressa, c’è Valerio Agnoli con Daniel Oss a tirare il gruppo. Si affacciano davanti anche Gilbert e Cancellara.

km 272 – Ballan e Van Avermaet nelle primissime posizioni, arriv aanche Boasson Hagen.

km 273 – 25 all’arrivo: Agnoli, Oss, Nibali e Gilbert in testa al gruppo allungato. Si sale forte.

km 273 – Il primo ad attaccare è Patxi Vila della Utensilnord Named. Alla sua ruota arriva Johnny Hoogerland della Vacansoleil.

km 274 – Hoogerland rilancia, Vila fatica, il portoghese Rui Costa insegue. Dietro il gruppo lascia fare e ha rallentato, mentre la Omega Pharma fa l’andatura per Boonen.

km 275 – Allo scollinamento, 10″ per Hoogerland e Vila, ripreso Rui Costa. Caduta di Gilbert, a terra altri cinque o sei uomini: ci sono Vanenedert, Riblon, Gusev, Izagirre, Rollin e Vichot.

km 281 – Sull’Aurelia il gruppo dei migliori si ricompatta, anche se si assottiglia chilometro dopo chilometro. Davanti arrivano tutti i big, da Cancellara a Boonen, da Nibali a Pozzato.

km 285 – Una cinquantina di corridori al comando, ci si avvicina al Poggio. Anche Ballan continua ad essere brillante. Attenzione anche al tedesco Degenkolb e a Sacha Modolo.

km 286 – La Liquigas sembra aver deciso la tattica: si corre per Sagan.

km 287 – Rabobank in testa a blocco per Breschel e per Renshaw. Comincia il Poggio.

km 288 – Parte Agnoli, allunga per spianare la strada a Nibali.

km 289 – Madrazo riprende Agnoli, dietro tira la Rabobank. Goss in coda al gruppo. Forte vento che ostacola i corridori.

km 290 – Madrazo solo, ha 100 metri di vantaggio.

km 291 – Scatta Nibali! A ruota Gerrans, insegue Cancellara. In tre al comando, 100 metri di vantaggio.

km 292 – Cancellara ha capito che può essere l’occasione buona. Paolini e Freire in testa al gruppo che insegue.

km 293 – Fabian disegna le curve in discesa, Nibali è sempre terzo, ma la prima parte del gruppo è ormai a 30 metri. Grande Paolini con Sagan in posizione di attesa.

km 294 – Discesa difficile, posizioni stabilizzate. Comunque finisca, Sagan sta correndo da grande campione.

km 295 – Sull’Aurelia. Cancellara sta andando fortissimo., 150 metri di vantaggio sul treno della Katusha.

km 296 – Nè Gerrans nè Nibali danno il cambio a Cancellara.

km 297 – Sei secondi per i tre a 1300 metri.

Gerrans! Ancora un australiano a Sanremo. Cancellara ha tentato di tutto per vincere a Sanremo, ha dato il massimo, ha impedito il rientro degli inseguitori ma non ha potuto nulla contro il campione d’Australia. Terzo posto per Nibali. Sagan quarto, Degenkolb quinto e Pozzato sesto.
Da segnalare ai 150 metri una caduta che ha coinvolto Boonen e Van Avermaet.

dal nostro inviato Pier Augusto Stagi

Ordine d’arrivo
1 Simon GERRANS GEC 6:59:24
2 Fabian CANCELLARA RNT 0
3 Vincenzo NIBALI LIQ 0
4 Peter SAGAN LIQ 3
5 John DEGENKOLB PRO 3
6 Filippo POZZATO FAR 3
7 Oscar FREIRE GOMEZ KAT 3
8 Alessandro BALLAN BMC 3
9 Daniel OSS LIQ 3
10 Daniele BENNATI RNT 3
11 Xavier FLORENCIO CABRE KAT 3
12 Luca PAOLINI KAT 3
13 Simon GESCHKE PRO 3
14 Oscar GATTO FAR 3
15 Matthew Harley GOSS GEC 3
16 Giovanni VISCONTI MOV 3
17 Jacopo GUARNIERI AST 3
18 Francisco José VENTOSO ALBERDI MOV 3
19 Koen DE KORT PRO 3
20 Johnny HOOGERLAND VCD 3
21 Mark RENSHAW RAB 3
22 Tom BOONEN OPQ 3
23 Björn LEUKEMANS VCD 3
24 Sacha MODOLO COG 3
25 Edvald BOASSON HAGEN SKY 3
26 Marco MARCATO VCD 3
27 Anthony GESLIN FDJ 3
28 Pablo LASTRAS GARCIA MOV 3
29 Francesco GAVAZZI AST 3
30 Thomas LÖVKVIST SKY 3

Fonte cronaca, foto ed ordine d’arrivo: http://www.tuttobiciweb.it
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...