Gp Industria ed Artigianato di Larciano 2012: arriva la prima perla stagionale di Pozzato

LARCIANO. Pozzato rompe il ghiaccio, Taborre secondo
Una ciambella uscita con il buco perfetto. Filippo Pozzato torna a correre dopo la caduta alla Parigi – Roubaix e vince. Ma non lo fa in una corsa normale, almeno non per la sua squadra, perchè il Gran Premio Industria e Artigianato di Larciano rappresenza il “mondiale” per i toscani, già che si svolge in quell’interstizio di terra tra Firenze e Pistoia che vive di pedali, respira ciclismo ed è culla del quartier generale giallo – fluo.

LA CORSA – “Giro dopo giro mi sentivo meglio e quando ho visto che ho scollinato con i migliori in salita, c’ho creduto – a parlare è il Principe del Ciclismo Filippo Pozzato dopo l’arrivo – nel finale ho controllato la corsa e gli attacchi e in volata non ho sbagliato. (…) Prendo questa vittoria come stimolo per fare ancora meglio. La motivazione arriva con la condizione, e cresce con i risultati. Questa vittoria mi fa partire per la Danimarca con il giusto mix di considizione e motivazione”. Interrogato su questa prima parte di stagione, Pippo non dimentica il passato e guarda con fiducia al futuro: “Se non mi fossi rotto la clavicola avrei potuto vincere già al Laigueglia. Ma è successo, non mi sono abbattuto, ho rincorso la condizione e ho fatto un’ottima campagna del Nord. Ora ci siamo preparati per il Giro, e questo risultato dimostra che abbiamo lavorato bene”. Un plurale nelle dichiarazioni che si sposa bene con il lavoro svolto insieme a Luca Scinto e i suoi compagni: “Nell’ultima settimana sono stato un po’ di giorni a Bologna da Mazzanti, e mercoledì è venuto Scinto ad allenarci insieme a Failli e Favilli”. Un risultato che premia anche il lavoro di Scinto: “Iniziato da novembre con il capire l’uomo, poi l’atleta, quindi convincerlo a seguirmi e a seguire fedelmente le mie indicazioni, comprese le paranoie a tavola. Ma i risultati si vedono. Pippo è magro e va forte, anzi, vince. E questa vittoria non poteva arrivare in un momento migliore, davanti ai nostri tifosi, a molti nostri sponsor e alla vigilia del Giro, che rimane un nostro grande appuntamento”.
Alle piazze d’onore, Fabio Taborre (Acqua & Sapone) e Kristian Durasek (Adria Mobil), battuti in una volata senza storia guidata da Pozzato e conquistata con il piglio di chi non sbaglia, quando arriva a giocarsela. 10° Matteo Rabottini, anche lui in crescita in vista del Giro, che tutti gli atleti di Larciano hanno preparato a puntino, così come Guardini, oggi 4° nella pen’ultima tappa, vinta da Kiesse.

Ordine d’arrivo
1 Filippo POZZATO FAR 4:50:23
2 Fabio TABORRE ASA 0
3 Kristijan DURASEK ADR 0
4 Gianluca BRAMBILLA COG 0
5 Alessandro BISOLTI IDE 0
6 Sergey FIRSANOV RVL 0
7 Eros CAPECCHI LIQ 7
8 Domenico POZZOVIVO COG 7
9 Carlos Alberto BETANCUR GOMEZ ASA 7
10 Matteo RABOTTINI FAR +1:20

Fonte articolo, foto ed ordine d’arrivo: http://www.tuttobiciweb.it
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...