Giro d’Italia 2012: Nel segno del pronostico. La Garmin-Barracuda vince la Cronosquadre di Verona con Navardauskas che diventa la prima Maglia Rosa lituana, strappandola ad uno sfortunatissimo Phinney, che già reduce dalla caduta di Horsens, compie anche un’escursione “fuoristrada”. A Fano arriva il bis di Cavendish, con Navardauskas ancora in Rosa e Phinney ancora a terra. Domani la prima tappa “mossa” con arrivo a Porto S.Elpidio.

GIRO. Crono alla Garmin, Navardauskas in rosa
Hanno vinto i favoriti della Garmin Barracuda, ma non sono certo mancate le sorprese nella cronosquadre di Verona, prima tappa italiana del Giro rientrato in patria. La prima sorpresa è la maglia rosa sulle spalle di Ramunas Navardauskas, lituano, classe 1988, che però ha faticato come un dannato negli ultimi chilometri per non perdere le ruote dei compagni di squadra, dopo che Alex Rasmussen, fino a stamane terzo in classifica, si era incredibilmente staccato dal trenino sulla salita verso Corrubio.
L’altra grande sorpresa di giornata è la Katusha di Joaquin Rodriguez che ha ceduto solo cinque secondi al treno americano e ha permesso a “Purito” di conquistare secondi importanti sugli avversari per la vittoria finale.
Quanto a Taylor Phinney, lo statunitense ha continuato la sua collezione di sfortuna: l’ormai ex maglia rosa è finita in un prato sbagliando una curva e ha costretto la sua squadra a rallentare l’andatura per aspettarlo. Meno brillanti del previsto sono state la GreenEDGE e la Sky, con Geraint Thomas che ha perso l’occasione di conqueistare la maglia rosa.
Quanto agli uomini di classifica, detto di Rodriguez, meglio degli altri ha fatto Kreuziger con la sua Astana che ha guadagnato una manciata di secondi su Basso e Schleck, mentre forse ci si poteva aspettare qualcosa di meglio dalla Lampre di Scarponi e Cunego. Lontani, ma questo era prevedibile, hanno finito gli uomini della Colnago e quelli della Androni.
GIRO. Cavendish, splendido bis a Fano
E meno male che era acciaccato! Mark Cavendish re dello sprint anche a Fano: una volata d’autore sotto gli occhi della compagna Peta Todd e della loro bimba Delilah. Il treno della Sky ha lavorato perfettamente e ha portato il campione del mondo al secondo successo in questo Giro d’Italia, relegando ancora una volta Matthew Goss al secondo posto, con Bennati terzo e Modolo quinto. Cronometrati a cinque secondi dal vincitore tutti i big, quindi nessun cambiamento in classifica generale con Ramunas Navardauskas sempre in maglia rosa.
La tappa si è sviluppata in maniera tranquilla, con la lunga fuga proposta da De Marchi, De Negri, Belzac e kaisen, raggiunti a circa trebnta chilometri dal traguardo. Fatali per alcuni velocisti – Guardini, Ferrari e Farrar su tutti – i saliscendi di Gabicce Monte, soprattiutto a causa del grande ritmo imposto dalla Liquigas Cannondale. In ritardo anche l’ex maglia rosa Taylor Phinney, finito a terra ancora una volta.
Classifica dopo 5 tappe:
Classifica generale
1 NAVARDAUSKAS Ramunas GRM 14:45
2 HUNTER Robert GRM 0:05
3 HESJEDAL Ryder GRM 0:11
4 GOSS Matthew Harley OGE 0:13
5 CAVENDISH Mark SKY 0:14
6 THOMAS Geraint SKY 0:16
7 BOARO Manuele SAX 0:19
8 VANDEVELDE Christian GRM 0:26
9 RODRIGUEZ OLIVER Joaquin KAT 0:30
10 KRISTOFF Alexander KAT 0:30
Fonte articoli, foto e classifica: http://www.tuttobiciweb.it
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...