Campionati Europei di Tuffi 2012 – Eindhoven (Paesi Bassi), 15-20 Maggio. Tania e Francesca da urlo. Nei 3 m Sincro conquistano la quarta medaglia d’oro consecutiva. E per Tania siamo a quota 10 successi europei, sedicesima medaglia continentale complessiva. Dai 3 m, l’ultimo tuffo con tocco impercettibile del trampolino costa il podio a Tania (vista anche la penalizzazione troppo severa dei giudici). La Lindberg fa doppietta e sul podio vanno la Freitag e la Fedorova. Nella piattaforma sincro, sesti Dell’Uomo-Verzotto con oro alla Germania, argento alla Russia e bronzo all’Ucraina. In quella individuale buon sesto Chiarabini e nono Dell’Uomo. Oro per l’inglese Daley, che beffa i russi Minibaev e Galperin.

Europei di Eindhoven
Cagnotto 4^, Dallapè 8^

La medaglia dai 3 metri sfuma all’ultimo tuffo: Tania sfiora la tavola con le mani e viene penalizzata dai giudici. Vince ancora la Lindberg. Dell’Uomo e Verzotto sesti nella piattaforma sincro

EINDHOVEN – La terza medaglia azzurra sfuma all’ultimo tuffo. Quinta giornata degli Europei di Eindhoven, Tania Cagnotto deve recuperare 10 punti alla svedese Anna Lindberg per prendersi il titolo dai tre metri con l’ultimo tuffo, il doppio e mezzo rovesciato, il suo cavallo di battaglia. Ce la mette tutta, la preparazione è ottima, il tuffo molto alto: purtroppo la parabola è troppo vicina alla tavola e in discesa la tocca con le mani. Secondo il regolamento la deduzione del voto è a discrezione dei giudici, ne escono voti dal 2.5 al 6.5. Scartati i più alti e i più bassi, per il punteggio sono presi in considerazione due 4.5 e un 5. Tania è quarta con 307.65 punti dietro alla Lindberg (342.74), già oro da un metro ieri, alla tedesca Uschi Freitag (321.40) e all’ucraina Olena Fedorova (315.00). Ottava Francesca Dallapè, con 281.20.

“Evidentemente i tre metri agli Europei non ci portano fortuna – osserva il Ct Giorgio Cagnotto – Aveva qualche punto da recuperare con quello che è il suo tuffo migliore. Noi ci speravamo tutti, lei ha cercato di fare il massimo. E’ andata su altissima, peccato che fosse troppo vicina alla tavola. La penalizzazione da parte dei giudici è probabilmente eccessiva, nonostante il tocco il tuffo era molto buono e meritava una medaglia. Magari anche d’oro, senza l’inconveniente”.

Fino all’ultimo tuffo la ventisettenne bolzanina, tesserata per Fiamme Gialle e Bolzano Nuoto e allenata dal papà cittì Giorgio Cagnotto, aveva condotto una buona gara; un piccolo errore nel triplo e mezzo avanti, ma molto buoni il doppio e mezzo indietro e il ritornato.

Ottavo posto per Francesca Dallapè, che eguaglia il suo miglior risultato in carriera dai tre metri individuali (Torino 2009) e chiude con 281.20 punti. La trentina, 26 anni il prossimo 24 giugno, tesserata per Esercito e Buonconsiglio Nuoto e allenata da Giuliana Aor, tre ori europei e un argento mondiale nel sincro con Tania Cagnotto, parte benissimo con il ritornato e il triplo e mezzo avanti, sporca il doppio e mezzo indietro, commette un errore nel rovesciato e chiude con un buon avvitamento. “Mi dispiace soprattutto per l’errore nel tuffo indietro – commenta dopo la gara – Il rovesciato lo sbaglio quasi sempre, quindi era quasi in preventivo. Ma se avessi fatto l’indietro come so, con i tuffi di oggi probabilmente mi sarei potuta togliere una bella soddisfazione”.
“Peccato – aggiunge il Ct – Il rovesciato è un macigno che Francesca si porta dietro, sbagliare un altro tuffo per lei è estremamente penalizzante. Il livello raggiunto è comunque buono”. Domani Tania e Francesca saranno protagoniste del trampolino 3 metri sincro, specialità che le ha portate a vincere tre ori europei e un argento mondiale.

Chiudono al sesto posto Francesco Dell’Uomo e Maicol Verzotto (Fiamme Oro/Bolzano Nuoto), quinti a Budapest 2010 e Torino 2011, nella piattafoma sincro con 371.28 punti, a meno di due punti dalla Bielorussia. Molto buoni gli obbligatori e il doppio e mezzo avanti con un avvitamento, un po’ sporcati nella parte finale il triplo e mezzo avanti e il tuffo indietro. “Siamo partiti bene – racconta Francesco Dell’Uomo, bronzo nella gara individuale a Eindhoven 2008 e sincro con Michele Benedetti a Budapest 2006 – Poi abbiamo fatto un errore nel triplo e mezzo che ci siamo portati fino alla fine. Io mi sono trovato avanti con un piede e mi sono distratto. Peccato per il tuffo indietro che in genere ci viene molto più sincronizzato, invece oggi abbiamo pagato qualcosina anche lì. Potevamo puntare a confermare il quinto posto e forse anche a salire al quarto”. “I ragazzi sono stati bravi – dice Giorgio Cagnotto – i primi tuffi erano davvero buoni. Purtroppo non abbiamo dalla nostra il coefficiente di difficoltà”. Oro ai tedeschi Sascha Klein e Patrick Hausding con 463.08 davanti ai russi Ilya Zakharov e Vitori Minibaev (458.07) e agli ucraini Oleksandr Bondar e Oleksandr Gorshkovozov (437.79). Domani piattaforma individuale con in gara Francesco Dell’Uomo e Andrea Chiarabini.

Europei di Eindhoven
Cagnotto-Dallapè d’oro

Le azzurre vincono il titolo dai 3 metri sincro: è il loro quarto trionfo continentale consecutivo, mai nessuno come loro. Dedica alle popolazioni terremotate. Piattaforma maschile: Chiarabini sesto, Dell’Uomo nono

domenica 20 maggio 2012

EINDHOVEN – Il trampolino tre metri sincro azzurro si tinge d’oro. Tania Cagnotto e Francesca Dallapè si aggiudicano il titolo agli Europei di Eindhoven, che si chiudono oggi al Pieter Van den Hoogenband Stadium, e confermano gli ori di Torino 2009 e 2011 e Budapest 2010, oltre all’argento di Roma 2009 dietro alle cinesi Jingjing Guo e Minxia Wu. Mai nessuno aveva conquistato quattro ori europei consecutivi nella stessa disciplina.

Questa volta non ce n’è per nessuno. Le azzurre ottengono il miglior punteggio di sempre dopo gli obbligatori (108.60), conducono la gara dal primo all’ultimo tuffo e infilano in serie un doppio e mezzo indietro da 72 punti, un doppio e mezzo con avvitamento da 73.80 e un doppio e mezzo ritornato da 71.10: 325.50, appena 4 punti meno dell’argento di Roma, il loro best score, in una fase di allenamento non finalizzato. Le avversarie sono lontane: le ucraine Anna Pysmenska e Olena Fedorova si fermano a 302.10, le tedesche Katja Dieckow e Uschi Freitag a 296.70 e le russe Anastasia Pozdniakova e Svetlana Filippova a 295.80. L’inno di Mameli suona per Tania e Francesca, campionesse d’Europa, regine d’Italia.

La ventisettenne bolzanina, tesserata per Fiamme Gialle e Bolzano Nuoto e allenata dal papà cittì Giorgio Cagnotto, conquista la sua sedicesima medaglia europea e si cuce virtualmente sul costume la stella del suo decimo trionfo continentale. Davanti a lei c’è solo il monumento Dmitri Sautin, 12 volte campione d’Europa ” E’ una statistica che mi onora – ha detto – Sautin è stato un tuffatore straordinario, io di strada ne ho ancora da fare…”. Sul viso di Tania torna il sorriso che era mancato ieri. “Devo dire che non ho passato una buona notte. Quella di ieri nei tre metri è stata una bella batosta, ma sinceramente, se mi avessero chiesto di scegliere dove mancare il podio tra le quattro World Series e gli Europei, avrei optato per Eindhoven. Sarà che agli europei dai 3 metri ho vinto una volta sola. Ma ora è acqua passata, mi godo questo oro che arriva in un momento di profonda stanchezza. Stamattina cercavo di sopravvivere, non ho mai fatto tutta questa fatica per una gara. Poi nel pomeriggio ho riposato e recuperato un po’ di energie. Anche l’aspetto nervoso è stato importante”. Tania vince la sua decima medaglia d’oro europea 8 anni dopo la prima, a Madrid 2004. “Non ce n’è una a cui sono più legata, forse ricordo con più emozione la prima dalla piattaforma e la tripletta di Torino 2009”.

Per Francesca Dallapè, 26 anni il prossimo 24 giugno, tesserata per Esercito e Buonconsiglio Nuoto e allenata da Giuliana Aor, si tratta del quarto oro europeo, tutti in coppia con la compagna di stanza Tania. “Finalmente! – esulta la trentina – Lo dicevo prima a Tania, ci tenevo tantissimo a questa gara, questo mi ha procurato un po’ di ansia. Per fortuna il riposo nel pomeriggio mi ha rilassata, poi quando la speaker ci ha presentate come vicecampionesse del mondo a Roma e tre volte campionesse d’Europa è scattata la molla. Il punteggio è importante in questa fase comunque finalizzata a Londra, vuol dire che, quando ci vuole, in gara riusciamo a tirare fuori quel qualcosa in più. E’ davvero una grande soddisfazione”.

I festeggiamenti azzurri, però, sono in tono minore dopo il terremoto che alle 4 di questa mattina ha colpito le popolazioni dell’Emilia Romagna. “La nostra gioia si fonde col pensiero che rivolgiamo alle popolazioni colpite da questo dramma – dicono all’unisono – Abbiamo amici a Bologna che sono rimasti senza casa. Forza Emilia-Romagna, ce la puoi fare!”

Per l’Italia arriva dunque la terza medaglia a Eindhoven 2012 dopo gli argenti di Noemi Batki dalla piattaforma e Tania Cagnotto da un metro. “Ci voleva! – sospira il cittì Giorgio Cagnotto – Un’allenatrice russa è venuta a complimentarsi dicendomi ‘riabilitazia’, non serve conoscere la lingua per capire! Le ragazze hanno fatto una buonissima gara, pulita senza errori. Molto bene il sincro negli obbligatori, anche se forse qualche entrata può essere migliorata. Ho visto anche ottimi particolari tecnici nei presalti, devo dire che sono state davvero brave, tanto più in questo periodo e dopo l’inconveniente di ieri di Tania”. Anche il Ct spende un pensiero per le popolazioni colpite dal terremoto. “Di fronte a queste cose possiamo soltanto fermarci, esprimere la nostra vicinanza ai parenti delle vittime e a tutti coloro che hanno perso le proprie case”.

Sesto e nono posto per gli azzurri nella piattaforma, gara che fa calare il sipario sui campionati. Andrea Chiarabini (Fiamme Oro) chiude sesto con 433.90 la gara del suo rilancio a livello internazionale dopo un paio di anni tra alti e bassi. Il diciassettenne romano, tesserato per le Fiamme Oro e allenato da Fabrizio De Angelis, quinto a Torino 2009 e Roma 2009 nel sincro proprio con Dell’Uomo, è stato autore di una prova molto regolare. “Sono contento, forse sull’indietro e sul rovesciato potevo dare qualcosa in più, però ho ricominciato da poco a questo livello. Eindhoven è un buon punto di partenza”. Nono con 384.00 il venticinquenne nato a Coleferro, tesserato per Fiamme Oro e Bolzano Nuoto e allenato da Fabrizio De Angelis, bronzo individuale a Eindhoven 2008 e in sincro con Benedetti a Budapest 2006. “In questo momento nelle gambe ho questo punteggio. Cinque minuti prima della gara con l’adrenalina credevo di poter fare davvero bene, infatti ho iniziato con due tuffi molto buoni. Poi, però, sono arrivati prima gli errorini, poi l’errore nel rovesciato. In questa fase non trovo il tempismo per la spinta giusta. Diciamo che dopo le qualificazioni olimpiche ho avuto un calo fisico-atletico, ora bisogna rimettersi a lavorare per tornare al top”. Podio di altissimo livello con il britannico Thomas Daley oro (565.05) davanti ai russi Victor Minibaev (515.40) e Gleb Galperin (511.55).

Le dieci meraviglie europee di Tania Cagnotto
piattaforma – Madrid 2004
piattaforma – Eindhoven 2008
trampolino 1 metro – Torino 2009
trampolino 3 metri – Torino 2009
trampolino 3 metri sincro con Francesca Dallapè – Torino 2009
trampolino 1 metro – Budapest 2010
trampolino 3 metri sincro con Francesca Dallapè – Budapest 2010
trampolino 1 metro – Torino 2011
trampolino 3 metri sincro con Francesca Dallapè – Torino 2011
trampolino 3 metri sincro con Francesca Dallapè – Eindhoven 2012

Fonte articoli e risultati: www.federnuoto.it

DECIMO ORO EUROPEO, SEDICESIMA MEDAGLIA COMPLESSIVA!!!!!!!!!! GLI AGGETTIVI SONO FINITI……….NE RESTA SOLO UNO……….INARRIVABILE!!!!!!!!!!!! STRAORDINARIA TANIA!!!!!!!!!!!! E STRAORDINARIA ANCHE FRANCESCA!!!!!!!!!!! QUARTO ORO CONSECUTIVO NEI 3 M SINCRO!!!!!!!!!! UN RECORD!!!!!!!!!!! E ADESSO OBIETTIVO LONDRA!!!!!!!!!!! E SOGNARE NON E’ VIETATO…………..COMPLIMENTI RAGAZZE!!!!!!!!!!!! :) :) :) PECCATO PER I 3 M, MA CERTO LA VALUTAZIONE DEI GIUDICI SULL’ULTIMO TUFFO E’ STATA DAVVERO TROPPO SEVERA. MA LASCIAMO STARE. COMPLIMENTI ANCHE A TUTTI I COMPONENTI DELL’ITALTUFFI PER QUESTO BUONISSIMO EUROPEO DISPUTATO!!!!!!!!! BRAVI RAGAZZI!!!!!!!!!!!!! :)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...