Tour de France 2012: Pronostici rispettati. Cancellara fa suo il prologo di Liegi, Sagan vince sullo strappo di Seraing e Cavendish si aggiudica la prima volata a Tournai. “Spartacus” sempre Leader della Generale. Oggi si torna in Francia con arrivo di nuovo su uno strappo di 700 m, a Boulogne-sur-Mer. Nuovo Sagan show?

TOUR. Cancellara li straccia tutti!
Fabian Cancellara è il re di Liegi. Come nel 2004 sempre a Liegi e con altre tre volte in carriera (Londra nel 2007, Monaco nel 2008 e a Rotterdam nel 2010). Lo svizzero ha vinto il prologo del Tour (è il suo ottavo successo complessivo alla Grande Boucle) e indossa la prima maglia gialla dell’edizione numero 99 della corsa.
Sulle strade di Liegi, il portacolori della Radioshack Nissan ha fatto segnare il miglior intertempo e poi ha aperto il gas infliggendo distacchi pesanti a tutti gli avversari.
Alle sue spalle Bradley Wiggins e Sylvain Chavanel, con il britannico che mette a segno il primo colpo tra tutti i pretendenti alla vittoria finale: 10 secondi a Evans sono un buon bottino dopo appena 6,4 chilometri di corsa. Bravo Nibali che ha pagato un solo secondo rispetto all’australiano, bravi anche Menchov e Van Garderen, molto meno bene Samuel Sanchez, Valverde, Leipheimer, Zabriskie, Van den Broeck e Frank Schleck. In casa Italia, meglio Basso di Scarponi. Da segnalare la sfortuna di Tony Martin che ha forato ed è stato costretto a fermarsi e cambiare la bicicletta prima di ripartire. Così come Peter Sagan, che entra a tutta velocità in una curva e con un guizzo da funambolo riesce incredibilmente a rimanere in piedi, compromettendo però la sua prova.
TOUR. Spettacolare Sagan, Cancellara sempre più in giallo
Impressionante. Giratela come volete, ma Peter Sagan è stato davvero impressionante. A 22 anni, prima tappa in linea dek suo primo Tour e prima vittoria. Basterebbe solo questo per parlare di un fenomeno. Ma è il modo in cui ha vinto a Seraing a rendere ancora più impressionate lo slovacco della Liquigas. Che è stato bravissimo a prendere la ruota di Fabian Cancellara sullo strappo finale, cincio il gisto (ma è la legge della corsa) a non dare il cambio alla maglia gialla e poi ha disposto agevolemente del bernese di Boasson Hagen nella volata a tre.
Quattordicesima vittoria stagionale per il fenomeno slovacco, tante quante nessuno è riuscito a coglierne in questa stagione. Nei numeri, c’è tutta la grandezza di quello che a tutti gli effetti è il fenomeno emergente del ciclismo mondiale. Per capire ancor meglio la sua grandezza, basta leggere l’ordine d’arrico che segue…
La tappa odierna è stata caratterizzata dalla fuga a sei promossa da Delaplace, Edet, Bouet, Gene, Urtasun e Morkov. Quest’ultimo sale sul podio per indossare la prima maglia a pois della Grande Boucle 2012. Tra gli uomini di classifica, da segnalare che Leipheimer, già non brillante ieri, ha perso altri 17 secondi dai migliori. In ritardo, tra gli altri, anche Horner, Froome, Cobo e Vinokourov.
TOUR. Cavendish, capolavoro senza squadra. LIVE
Buongiorno amici, siamo al nostro posto per raccontarvi la seconda tappa del Tour de France, la Visè-Tournai di 207,5 km. Sulla carta, tappa per velocisti e qui ci sono i migliori del mondo.

Ore 12.35 I corridori stanno già pedalando verso il chilometro zero con le maglie in testa: Cancellara in giallo, Sagan in verde, Van Garderen in bianco e Morkov a pois.

Ore 12.42 Christian Prudhomme ha abbassato la bandierina, partiti. Tutti e 198 i corridori hanno preso il via.

Ore 12.50. Km 5, tutti in gruppo.

Ore 12.58. Decimo chilometro, il gruppo resta compatto.

Ore 13.05. Quattordicesimo chilometro, dopo un avvio lento, cominciano i primi scatti in testa al gruppo.

Ore 13.12. Inizio al rallentatore, il gruppo ha già sei minuti di ritardo sulla tabella oraria più lenta.

Ore 13.19. In 37 minuti il gruppo ha percorso 23 chilometri e mezzo ed è inusuale per una tappa del Tour.

Ore 13.21. Il primo attacco è firmato da Anthony Roux della FDJ BigMat. Al suo inseguimento escono Kern della Europcar e Morkov della Saxo Bank-Tinkoff, già all’attacco ieri.

Ore 13.23. La fuga sembra andata. Roux ha guadagnato già 1’05” sul gruppo e dovrebbe essere raggiunto dai due inseguitori, cronometrati ora a 10″.

Ore 13.27. Al km 26, Roux ha 14″ su Kern e Morkov e 2’15” sul plotone.

Ore 13.28. Tre uomini in fuga, tre minuti il vantaggio. Il corridore meglio piazzato in classifica generale è Kern, che ha 3’40” e che in questo momento è maglia gialla virtuale.

Ore 13.41. Il vantaggio raggiunge i 5’40”.

Ore 13.56. Al chilometro 50, vantaggio ormai arrivato ad otto minuti.

Ore 14.17. A 143 chilometri dal traguardo, il vantaggio dei tre torna sotto i sette minuti. Le squadre dei velocisti sono già davanti per tenere alta l’andatura, anche se non siamo nemmeno all’inizio dell’inseguimento.

Ore 14.31. Settantadue chilometri percorsi, 6’22” per i tre fuggitivi. Il gruppo è tirato da Yaroslaw Popovych.

Ore 14.37. Foratura di Mark Cavendish che cambia la bicicletta e riparte quando mancano 128 chilometri al traguardo.

Ore 14.41. Passaggio alla Cittadella di Namur (mamma mia quanta genta!), unico Gpm di giornata con Morkov che passa per primo e conquisa il solo punto in palio. Sei e 20″ il vantaggio dei tre. Da segnalare che Roux ha affrontato tutta la salita in pavè guidando la bicicletta con la sola mano destra: evidentemente prova dolore al braccio destro picchiato ieri.

Ore 15.00. 94 km percorsi, 113 da percorrere, vantaggio di 5’34” per Kern, Morkov e Roux.

Ore 15.03. Morkov si conferma in maglia a pois e può già cominciare a pensare alla giornata di domani: nel finale ci sono sei Gpm, due di terza categoria e quattro di quarta.

Ore 15.13. Mancano 105 chilometri al traguardo, 5’26” il vantaggio: tanto i fuggitivi quanto il gruppo si stanno nutrendo dopo il rifornimento.

Ore 15.20. Cento chilometri al traguardo, 5’03” per i tre fuggitivi.

Ore 15.30. Il vantaggio scende sotto i 5 minuti: 4’40” a 92 km da Tournai. Per il momento acque tranquille in gruppo, sempre tirato da Argos, Lotto e Orica.

Ore 15.45. Situazione di stallo: 82 chilometri al traguardo, 4’29” di ritardo per il gruppo.

Ore 16.03. Meno di settanta chilometri al traguardo, 4’11” per i fuggitivi. Situazione stabilizzata in attesa del traguardo a punteggio che ieri ha visto scendere in lizza gran parte dei velocisti presenti.

Ore 16.17. A 61 chilometri dal traguardo, 3’34” ancora per i tre. Da applausi la prestazione di Tony Martin che continua a pedalare in fondo al gruppo con il suo scafoide rotto.

Ore 16.26. Kern, Roux, Morkov: questo il passaggio dei fuggitiovi allo sprint intermedio che da punti per la classifica a punti. Adesso attendiamo la volata del gruppo, ci sono tutti i velocisti davanti.

Ore 16.28. Goss, Renshaw, Cavendish, Sagan, Van Hummel: questo il passaggio del gruppo allo sprint passaggio. Il gruppo è ormai a meno di due minuti dai tre attaccanti quando mancano 51 km al traguardo.

Ore 16.41. Dopo il traguardo volante, il gruppo si rialza e il vantaggio risale: a 44 km i tre in fuga hanno 2’50”.

Ore 16.53. Trentacinque chilometri al traguardo, 1’41” per i fuggitivi. Sulle strade del Belgio continua a splendere il sole.

Ore 16.57. Meno di un minuto. In testa al gruppo cominciano le manovre dei team dei velocisti.

Ore 16.58. Allunga Roux in testa e rimane solo. Si rialzano Kern e Morkov.

Ore 17.01. Roux era stato l’iniziatore della fuga ed è l’ultimo a mollare. Intanto per Morkov, che conserva la sua maglia a pois, arrivano i complimenti degli organizzatori della Sei Giorni delle Rose, prova che il danese ha vinto in passato.

Ore 17.06. Il gruppo transita a 25 chilometri dal traguardo, con 700 metri e 52″ di distacco da Roux che continua a pedalare molto bene.

Ore 17.12. Ventun chilometri a Tournai, 43″ per Roux che continua a “menare” molto forte. Dietro il gruppo va a tutta ma fatica a recuperare.

Ore 17.15. Solo 15 secondi per Roux quando mancano 18 chiloemtri al traguardo.

Ore 17.17. Applausi davvero meritato per Anthony Roux, tutto il giorno in fuga con gli evidenti postumi della caduta di ieri.

Ore 17.20. A 14 chilometri il ricongiungimento. Gruppo compatto.

Ore 17.23. Sorpresa Kittel, il tedesco molla a 10 chilometri dal traguardo. Come lui si staccano anche Sanchez, Martin e Feillu.

Ore 17.27. Si pedala a 60 all’ora in testa al gruppo quando mancano 7.700 metri.

Ore 17.30. Spira vento laterale suio rettilinei che portano a Tournai.

Ore 17.32. Quattro chilometri al traguardo, si va a velocità impressionante.

Ore 17.33. Argos in testa, probabilmente per De Kort, visto che Kittel ha mollato.

Ore 17.35. Volata imperiosa di Mark Cavendish che ha recuperato metro dopo metro su un grande Greipel. Terzo posto per Goss, quarto per Veelers, quinto Petacchi. Nessuna novità in classifica generale con Fabian Cancellara che indossa la sua 24esima maglia gialla. Per Cavendish si tratta della vittoria numero 21 sulle strade del Tour de France.

Fonte articolo, foto e cronaca: http://www.tuttobiciweb.it
Altimetria della 3°tappa, la Orchies – Boulogne-sur-Mer di 197 km (Fonte altimetria e classifica: http://www.cicloweb.it)

Classifica dopo 2 tappe ed il prologo:
1 Fabian Cancellara Svizzera RadioShack – Nissan in 10h02’31”
2 Bradley Wiggins Gran Bretagna Sky ProCycling a 7″
3 Sylvain Chavanel Francia Omega Pharma – Quick Step a 7″
4 Tejay Van Garderen Usa BMC Racing Team a 10″
5 Edvald Boasson Hagen Norvegia Sky ProCycling a 11″
6 Denis Menchov Russia Katusha Team a 13″
7 Philippe Gilbert Belgio BMC Racing Team a 13″
8 Cadel Evans Australia BMC Racing Team a 17″
9 Vincenzo Nibali Italia Liquigas – Cannondale a 18″
10 Ryder Hesjedal Canada Garmin – Sharp a 18″
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...