CIAO GIORGIA!!!!!!!!! CIAO VALERIO!!!!!!!!!!!!!

Travolta in bici, dopo dieci giorni
si è spenta la tredicenne Giorgia

La ragazzina era rimasta gravemente ferita in un incidente lo scorso 28 giugno. Era stata ricoverata al reparto di terapia intensiva ma non si è più risvegliata

PADOVA—Giorgia Graziano ha combattuto contro la morte per due settimane. Ed ha perso la sua battaglia martedì mattina. È morta a tredici anni, sulla soglia dell’età che con mille difficoltà segna il passaggio dalla fanciullezza all’età adulta. Di Giorgia rimarrà nel ricordo dei suoi familiari una ragazzina seria e studiosa, che si era diplomata alla terza media e si apprestava a iniziare la scuola superiore. Ma prima c’era un’estate spensierata, una delle ultime prima delle responsabilità e degli affanni dell’età più matura, tutta da vivere. Un periodo di vacanza fatta di gelati con le amiche, corse in bicicletta tra Ponte San Nicolò e Legnaro, forse chissà i primi batticuore per qualche ragazzo del paese o della parrocchia dove Giorgia anche quest’anno aveva frequentato il Grest.

E invece per Giorgia Graziano è tutto finito il pomeriggio del 28 giugno. Alle 16 passate da qualche minuto stava pedalando su via Vittorio Emanuele II, incontro alla vita, ad un pomeriggio di sole con il vento a scuotere i lunghi capelli castani. Ed invece ha incontrato la morte ancora più crudele perché l’ha falciata nella sua età più candida. La morte è arrivata come fatale passeggera di una Citroen Saxo, che ha colpito Giorgia Graziano scaraventandola in aria. E mentre la bici rimbalzava lontano come se a calciarla fosse stato un gigante cattivo dei libri delle fiabe che Giorgia aveva messo in soffitta da poco, lei è caduta sull’asfalto, forse già senza sentire più dolore, sprofondata in un sonno senza sogni, diventato l’incubo di mamma Laura Brinafico e papà Giuseppe. I due genitori hanno vegliato, quando i medici permettevano loro di entrare, la figlia più piccola nel reparto di terapia intensiva. Hanno sperato che Giorgia si potesse risvegliare, riabbracciarli, sorridere ancora. Ma la vita spesso non conosce i lieto fine. E così è stato anche per Giorgia Graziano, passata dalla vita casa chiesa e scuola ad un letto di ospedale da cui non si è più rialzata. Mercoledì mattina i medici le hanno coperto il viso con un lenzuolo. Per lei probabilmente sabato mattina, nella chiesa di San Basilio a Roncaglia di Ponte San Nicolò ci saranno fiori bianchi, tante lacrime ed un addio da parte dei coetanei che sono abituati a vedere la morte come una eventualità lontana e impossibile, ma che per Giorgia e la sua famiglia è diventata un incubo drammaticamente reale.

TRAGEDIA. Lo junior Zeffin (Canturino) muore contro un furgone

Tragedia
poco dopo le 10.30 in
via Monte Rosa a Lomazzo (Como), all’altezza del cavalcavia, dove il ciclista della
categoria Valerio Zeffin, del Club Ciclistico Canturino 1902, è deceduto dopo
essere finito contro un furgone. La dinamica del sinistro è ancora in fase di
accertamento, pare che al momento dell’incidente lo sportivo stesse pedalando
con un compagno seguiti dall’ammiraglia della loro società. Zeffin aveva 18 anni era nato a Garbagnate Milanese e risiedeva a Senago in provincia di Milano. Ciclisticamante era cresciuto alla società Ciclamanti di Senago fino agli allievi. Dallo scorso anno era entrato a far parte del Canturino come atleta della categoria juniores. Secondo una primaricostruzione
dell’acacduto pare che il ragazzo mentre pedalava sia finito fuori dalla
carreggiata sullo sterrato con una ruota e poi ricaduto sulla strada mentre
sopraggiungeva il mezzo che non è riuscito ad evitarlo.

Fonte articoli: http://www.corriere.it (il primo) e http://www.tuttobiciweb.it

CIAO GIORGIA!!!!!!!!! CIAO VALERIO!!!!!!!!! RIPOSATE IN PACE!!!!!!!!!! SENTITE CONDOGLIANZE ALLE VOSTRE FAMIGLIE!!!!!!!!! E ADESSO PEDALATE TRANQUILLI IN CIELO!!!!!!!!! SPERANDO CHE ANCHE IN ITALIA PEDALARE IN SICUREZZA NON RESTI UN’UTOPIA!!!!!!!!!! CIAO RAGAZZI!!!!!!!!!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...