Paolo Barelli riconfermato presidente FIN

XL Assemblea Elettiva

Barelli confermato

Con il 72,62% delle preferenze è eletto Presidente della FIN per il quadriennio 2013/2016. Montella nominato per acclamazione Presidente Onorario. Il nuovo Consiglio Federale

domenica 14 ottobre 2012

RICCIONE – La XL Assemblea Ordinaria Elettiva della Federnuoto ha ribadito la fiducia a Paolo Barelli con 11829 voti, pari al 72,62% dei consensi. Gli altri candidati, non eletti, hanno ricevuto rispettivamente 4201 voti l’avvocato Giorgio Quadri (25,79%) e 258 l’ex Vicepresidente Paolo Colica (1,58%). Paolo Barelli, al suo quarto mandato, rimarrà in carica fino al 2016.
Il primo atto di Paolo Barelli da Presidente confermatissimo è stato quello di proporre alla nomina per acclamazione il Vicepresidente uscente Salvatore Montella a Presidente Onorario della Federazione Italiana Nuoto. Atto previsto dallo Statuto della FIN e accolto all’unanimità con grande entusiasmo ed emozione. “Amiche e amici – si è rivolto alla platea Montella – non è facile per me essere freddo in questo momento. In tutti questi anni mi sono accorto che con i miei tanti amici abbiamo in comune la passione per il nuoto. Amici, condividiamo un ambiente di onestà, correttezza e amore. Grazie a tutti e grazie e complimenti al Presidente Paolo Barelli”.

IL REPORT DELL’ASSEMBLEA

Il Presidente federale Barelli ha proposto l’Avv. Carlo D’Amelio come Presidente dell’Assemblea. Il neo presidente assembleare, approvato per acclamazione, ha salutato e ringraziato la platea e ha dato la parola al Presidente della FIN per le comunicazioni. “Il mio primo dovere di fronte a questa assemblea – ha detto Paolo Barelli – è ricordare coloro i quali sono venuti a mancare nel corso delle stagioni. Sono vicino a tutte le società e al nostro mondo per tutti coloro che ci hanno lasciati. Ricordo tre persone ma senza voler escludere nessuno. Il mio pensiero è rivolto al Presidente del comitato regionale toscano Renato Dani, al grande maestro di giornalistmo e amico di tutti noi Alfredo Provenzali, al commissario tecnico della Nazioninale di nuoto Alberto Castagnetti che ci ha lasciati tre anni fa e del quale tutt’oggi avvertiamo la mancanza”.

GRAZIE RICCIONE. “Mi corre l’obbligo di rigraziare la città di Riccione e il sindaco Massimo Pironi – ha continuato Barelli – per l’accoglienza e la disponibilità dimostrate negli anni. Riccione è diventata la nostra casa. Ci ha sempre ricevuto nelle migliori strutture e con la massima collaborazione. Anche quest’anno è stata sede dei campionati invervali e primaverili di nuoto. A giugno ha ospitato una delle più grandi manifestazioni sportive internazionali per numero di partecipanti: i XIV campionati mondiali master di nuoto, pallanuoto, sincronizzato, tuffi e nuoto di fondo”.
“Ringrazio il Presidente Barelli – ha risposto il sindaco Pironi nel suo intervento – per le sue parole che mi hanno emozionato, così come mi emoziona rivedere le immagini dei mondiali master. Questo evento è stato il frutto del lavoro di anni, di un lavoro di squadra. La soddisfazione è piena. Abbiamo sentito sulle spalle una grande responsabilità perché rappresenravamo la FIN e l’Italia e perché volevamo dare l’esempio, e ci siamo riusciti, dimostrando che nel nostro Paese si può lavorare bene, perché c’è vivacità e capacità di coinvolgere e collaborare”.

PREMIAZIONI. Il Presidente della FIN Paolo Barelli ha premiato i medagliati dei Giochi di Londra 2012: Martina Grimaldi, bronzo nella 10 chilometri di nuoto di fondo e il commissario tecnico del Settebello vicecampione olimpico Alessandro Campagna. Standing ovation. Barelli ha consegnato una targa anche al presidente della Polisportiva Comunale Riccione, Solfrini.

LA RELAZIONE DI BARELLI. Il secondo punto all’ordine del giorno è stato l’illustrazione e verifica del resoconto dell’ultimo quadriennio e del bilancio programmatico di indirizzo per il successivo. Nella sua relazione il Presidente Paolo Barelli ha toccato tutti gli aspetti tecnici, morali, politici e finanziari. “La nostra Federazione – ha afferrmato – è un modello con quasi sei milioni di praticanti. Abbiamo compiuto molti progressi, raggiunto ottimi risultati, ma vogliamo e possiamo fare ancora di più. Gli aspetti sono molteplici. Intendiamo incrementare il coinvolgimento dei comitati regionali, mi riferisco alla formazione e al lavoro di gruppo e all’informatizzazione; tendiamo a una sempre maggiore sinergia con i tecnici sociali e con le società, il cui ausilio è fondamentale per il conseguimento dei risultati; vogliamo potenziare la comunicazione e il rapporto con i media”. L’ultima annotazione ha riguardato il bilancio “che – ha spiegato Barelli – è caratterizzato dai fondi che provengono dal Coni e per il restante 75% da proventi garantiti dalle nostre attività. Sono orgoglioso di poter affermare con certezza che in un periodo di crisi, come quello che sta attraversando il Paese, i numero dei nostri affiliati, tesserati, così come l’attività di base, di propaganda e master, hanno registrato incrementi. I meriti vanno riconosciuti alle nostre società e al nostro tessuto organizzativo”.
L’Assemblea ha approvato il bilancio programmatico 2013/2016 illustrato dal presidemte Barelli per alzata di mano, all’unanimità.

I CANDIDATI ALLA PRESIDENZA. E’ stata la volta degli interventi dei tre candidati alla presidenza della Federazione Italiana Nuoto. Dieci minuti di tempo a disposizione di ciascuno. Il primo a prendere la parola è stato il Vicepresidente uscente Paolo Colica. Dopo di lui ha parlato l’avvocato Giorgio Quadri e infine ha concluso il Presidente Paolo Barelli che ha risposto ai dubbi, alle preplessità e ai cosidetti “coni d’ombra”, come li ha definiti lo stesso Barelli, espressi da Colica e Quadri.

LE VOTAZIONI. Si è cominciato a votare per la nomina del Presidente e successivamente per le altre carice. Sullo sfondo della cerimonia scorrevano le immaginini del Galà della pallanuoto e la festa del Settebello che si è svolto a Roma il 9 ottobre nell’ambito del varo della nuova stagione della pallanuoto. Società rappresentate 559 su 654 con diritto di voto (85,47%) per voti 13335 su 14518 (91,85%); tecnici rappresentati 264 su 264 con diritto di voto per voti 1156 su 1156; atleti rappresentati 183 su 183 con diritto di voto per voti 1898 su 1898.

LA BIOGRAFIA DI PAOLO BARELLI. Paolo Barelli nasce a Roma, ove tuttora risiede, il 7 giugno 1954; è sposato con la signora Rita e ha due figli: Gianpaolo e Alessandro.
Venti volte campione italiano e ventidue volte primatista italiano di nuoto, Barelli partecipa ai Giochi Olimpici di Monaco 1972 e a due finali olimpiche a Montreal 1976: settimo con la staffetta 4×100 mista e ottavo con la staffetta 4×200 stile libero. Conquista la prima storica medaglia mondiale del nuoto italiano maschile: il bronzo con la staffetta 4×100 stile libero a Cali nel 1975.
Nel corso della propria attività agonistica di alto livello, studia economia (business amministration) presso Università statunitensi.
Presidente della Federazione Italiana Nuoto dal 15 ottobre del 2000, Barelli in precedenza ne era stato Consigliere dal 1984, Vice Presidente dal 1987 ed è stato capo delegazione ai Giochi Olimpici di Seul 1988, Barcellona 1992, Atlanta 1996 e Atene 2004.
Vice Presidente della Commissione Europea di Nuoto della Ligue Europèenne de Natation dal 1990 al 2000, il 28 settembre 2008 viene eletto membro del bureau per il quadriennio 2008-2012 e componente del direttivo della Federation Internationale de Natation per il quadriennio 2009-2013. Nel giugno 2009 diventa Vice Presidente della Confederation Mediterraneenne de Natation (CO.ME.N.). Nel luglio successivo Segretario della Federation Internationale de Natation e membro dell’esecutivo insieme al Presidente uruguaiano Julio Maglione a al Tesoriere thailandese Pipat Paniangvait. Nel settembre 2012 è eletto Presidente della Ligue Europèenne de Natation.
In precedenza, Barelli è stato membro della Giunta CONI per il quadriennio 2005-2008 e nel 2001 gli era stata conferita la stella d’oro al merito sportivo.
Nei dodici anni di Presidenza Barelli, la Federazione Italiana Nuoto conquistato sette medaglie olimpiche (ad Atene 2004 con il Setterosa d’oro, Federica Pellegrini d’argento nei 200 stile libero e la 4×200 stile libero di bronzo con Brembilla, Rosolino, Cercato e Magnini; a Pechino 2008 con Federica Pellegrini d’oro nei 200 stile libero e Alessia Filippi d’argento negli 800 stile libero; a Londra 2012 con l’argento del Settebello e il bronzo di Martina Grimaldi nella 10 chilometri di nuoto in acque libere) e 52 mondiali in sei edizioni con 17 ori, 14 argenti e 21 bronzi (Fukuoka 2001 6 ori, 2 argenti e 4 bronzi – Barcellona 2003 2 ori, 2 argenti e 1 bronzo – Montreal 2005 1 oro, 3 argenti e 3 bronzi – Melbourne 2007 1 oro, 2 argenti e 6 bronzi – Roma 2009 4 ori, 1 argento, 5 bronzi – Shanghai 2011 3 ori, 4 argenti e 2 bronzi), raggiungendo un livello tecnico-oganizzativo di altissima qualità e crescendo in maniera esponenziale anche sotto l’aspetto sociale, attraverso lo sviluppo della sezione Nuoto per salvamento.
Paolo Barelli (Pdl) è Senatore della Repubblica Italiana dal 2001.

XL ASSEMBLEA ORDINARIA
L’ELENCO DEGLI ELETTI

PRESIDENTE
PAOLO BARELLI voti 11829 (72,62%)

NON ELETTI
GIORGIO QUADRI voti 4201 (25,79%)
PAOLO COLICA voti 258 (1,58%)

CONSIGLIO FEDERALE
Affluenza di votanti 91,55%
pari a 650 su 710 delegati
Astenutì 8,45%
pari a 60 delegati

Rappresentanza delle Società (7)
BRUNO CAIAZZO voti 8162 (12,38%)
GIUSEPPE GERVASIO voti 7672 (11,64%)
LORENZO RAVINA voti 7392 (11,21%)
ANTONIO DE PASCALE voti 7252 (11,00%)
GIUSEPPE MAROTTA voti 7119 (10,8%)
ANDREA PIERI voti 7070 (10,73%)
NELLO RUSSO voti 6650 (10,09%)

NON ELETTI
MASSIMO EMANUELE ARMELLINI voti 2625 (3,98%)
GIORGIO GIORGI voti 2051 (3,11%)
SERGIO TOSI voti 2009 (3,05%)
COSIMO D’AMBROSIO voti 1813 (2,75%)
FABIO GIOIA voti 1666 (2,53%)
DONATO MONACO voti 1239 (1,88%)
ROBERTO BONANNI voti 1225 (1,86%)
ANDREA BIONDI voti 1155 (1,75%)
DAVIDE DE VIVO voti 728 (1,1%)

schede bianche 91 pari allo 0,14%

RITIRATI
MARCO BENATI
GIANFRANCO DE FERRARI
SALVATORE MONTELLA NOMINATO PRESIDENTE ONORARIO
MASSIMO MOROLI
ANDREA PRAYER

Rappresentanza dei Tecnici (1)
ROBERTO DEL BIANCO voti 543 (49,77%)

NON ELETTI
GIOVANNI NAGNI voti 514 (47,11%)

schede bianche 34 pari al 3,12%

RITIRATI
KLAUS DIBIASI
SALVATORE NAPOLITANO

Rappresentanza degli Atleti (2)
Donne
MANUELA DALLA VALLE voti 850 (26,6%)
Uomini
FRANCESCO POSTIGLIONE voti 1020 (31,91%)

NON ELETTI
CARMELA ALLUCCI voti 480 (15,02%)
EMILIANO BREMBILLA voti 714 (22,34%)
GIAN MARCO GUIDALDI voti 112 (3,5%)

schede bianche 20 pari allo 0,63%

RITIRATI
STEFANO RUBAUDO
CRISTINA CHIUSO
MARCELLO GUARDUCCI

PRESIDENTE DEI REVISORI DEI CONTI
GIORGIO LALLE voti 9120 (60,7%)

NON ELETTI
RICCARDO ROSA voti 2594 (17,26%)
RICCARDO BUCCI voti 1816 (12,09%)
FABIO MATTIONI voti 338 (2,25%)

schede bianche 1157 pari al 7,7%

I 2 membri effettivi saranno nominati dal CONI
I 2 membri supplenti saranno nominati dal CONI

CONSIGLIERI USCENTI. In considerazione della riforma dello Statuto e della riduzione del numero dei Consiglieri federali, i consiglieri uscenti e poi ritirati Marco Benati, Gianfranco De Ferrari, Klaus Dibiasi, Andrea Prayer e Stefano Rubaudo continueranno a collaborare con la FIN e a seguire i progetti relativi alle deleghe che avevano nel Consiglio 2009-2012.

Fonte articolo: www.federnuoto.it

AUGURI DI BUON LAVORO AL PRESIDENTE PAOLO BARELLI E AI COMPONENTI DELL’ASSEMBLEA ORDINARIA.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...