GIRO D’ITALIA 2013: Nibali si aggiudica la “Corsa Rosa” regalando una perla alle Tre Cime di Lavaredo. Cavendish fa cinquina nell’ultima tappa di Brescia.

Nibali re delle Tre Cime: fantastico! LIVE

Splendida impresa della maglia rosa
PROFESSIONISTI | Buongiorno amici e ben ritrovati dopo la pausa forzata che il maltempo ha imposto alle nostre dirette. Siamo in postazione a Silandro e, dopo esserci svegliati con il sole, stiamo assistendo all’avanzata inarrestabile di minacciosi nuvoloni neri che lasciano ben poco spazio alla speranza. I corridori stanno cominciando ad animare il villaggio di partenza e siamo sicuri che oggi sarà grande spettacolo: tutti i ragazzi, infatti, sono decisi a regalare uan tappa indimenticabile ai tifosi, state sicuri che oggi ognuno di loro darà il massimo. Da Viviani a Pozzato, da Paolini a Pirazzi tutti hanno promesso di onorare corsa e tifosi in queste ultime due giornate di Giro d’Italia.10.40. L’immagine che vi proponiamo, postata su twitter da Stefano Diciatteo di Rcs Sport, dimostra che stanotte ha nevicato ancora ma che le strade sono in perfette condizioni. E ci dice che la tappa di oggi si svolgerà in uno scenario incantevole, quasi magico.
Da segnalare oggi la presenza in carovana del ministro dello sport colombiano Andres Botero, giunto a dar supporto ai ragazzi del Team Colombia di Claudio Corti.

11.10. Silandro sta per salutare il Giro con un pallido sole, mentre dalle Tre Cime di Lavaredo ci informano che sta nevicando ma per il momento non ci sono rischi per l’arrivo di tappa.
Paolo Tiralongo spiega: «Vogliamo ringraziare l’organizzazione per quello che ha fatto in questo Giro per noi corridori. E noi della Astana cercheremo di vincere, anche se sappiamo che oggi ci proveranno davvero in tanti».

11.15.
Il gruppo ormai è allineato, le maglie sono in prima fila: Vincenzo Nibali in rosa, Mark Cavendish in rosso, Rafal Majka in bianco e Stefano Pirazzi in maglia azzurra. E per Cannonball ci sono anche tifosi con la bandiera dell’isola di Man, rossa come la sua maglia.

11.20. Il gruppo si muove da Silandro, saluta il campanile più alto del Tirolo con i suoi 90 metri: il Giro ha ripreso la sua corsa. Continua a scendere un leggero nevischio sulle Tre Cime, è previsto un peggioramento nel pomeriggio, purtroppo.

11.30. Partita ufficialmente in questo momento la ventesima tappa del Giro. Sono 169 i corridori rimasti in corsa: non partiti il numero 51 Robert Gesink del Team Blanco ed il numero 224 Danilo Di Luca della Vini Fantini.

11.40. Andatura sostenutissima. Dopo l’inatteso giorno di riposo i girini come promesso oggi faranno sul serio per aggiudicarsi una tappa ambitissima.

11.50. Dopo 10 km di corsa il gruppo si mantiene compatto.

12.00. Si susseguono scatti e contro scatti. Al km 18 escono dal gruppo Ermeti della Androni, Brutt della Katusha, Hansen della Lotto e Mouris della Orica. I quattro al km 20 vengono riassorbiti.

12.05. Il gruppo si mantiene compatto ma allungato. 25 km percorsi.

12.10. Al km 28 attaccano ancora Giairo Ermeti della Androni Venezuela, Pavel Brutt della Katusha, Adam Hansen della Lotto Belisol, su cui rienatra Yaroslav Popovych della Radioshack Leopard.

12.15. Dopo 31 km il gruppo concede ai quattro battistrada 1’10”.

12.20. Il vantaggio dei fuggitivi sale a 2’35”. Sembra l’attacco giusto.

12.30. Dopo 50 km il gap è salito a 5’44”.

12.40. Il gruppo continua a lasciar fare, i quattro ora hanno 8’16” di vantaggio.

12.45. La media della prima ora di corsa è di 52,200 km/h.

12.50. A fare l’andatura in gruppo l’Euskaltel Euskadi per Samuel Sanchez e l’Omega Pharma Quick Step.

13.00. Sulla corsa splende il sole, ma all’arrivo sta nevicando e anche parecchio.

13.10. 130 km al traguardo. I battistrada hanno 6’40” sul gruppo.

13.20. Al km 83 nuovo rilevamento cronometrico: 7’35”.

13.25. A guidare il gruppo sempre i compagni di Samuel Sanchez.

13.30. Media della 2a ora di corsa: 46,300 km/h. 7’40” il gap.

13.40. Dopo 87 km di gara i quattro battistrada hanno 7’14” sul gruppo.

13.45. All’arrivo continua a nevischiare e fa davvero freddo (-3°), è previsto un peggioramento nel pomeriggio.

13.50. 6’50” per Ermeti, Brutt, Hansen e Popovych sul gruppo sempre guidato dalla Euskaltel con a ruota l’Astana.

14.00. 100 km al traguardo, dove ora spunta un pallido sole.

14.10. Scende sotto i 6’00” il vantaggio della fuga che sta caratterizzando questa tappa: 5’56”.

14.20. Ricordiamo i nomi dei battistrada: Giairo Ermeti (Androni Venezuela), Pavel Brutt (Katusha), Adam Hansen (Lotto Belisol) e Yaroslav Popovych (Radioshack Leopard).

14.30. Risale a 6’38” quando siamo a Brunico, a 80 km dalla fine.

14.40. 7’00” per i quattro al comando quando mancano 70 km.

14.56. Il gruppo continua a risalire la Val Pusteria con quattro uomini della Euskaltel che scandiscono il passo. L’amico Alessandro Tegner, press officer della Omega Quick Step, ci informa che sul Passo Tre Croci non piove e al valico c’è una temperatura di 4 gradi.

15.01. Novità in testa al gruppo: arrivano anche gli uomini della Colombia. Intanto siamo a 61 km dal traguardo, il distacco è di 6’17”.

15.10. Il gruppo ha deciosamente cambiato passo. In quattro chilometri guadagnato un altro mezzo minuto: siamo a 57 km dal traguardo con 5’38” di vantaggio.

15.17. Siamo a Dobbiaco, traguardo volanto, passaggio con Brutt, Hansen, Popovych ed Ermeti. Dall’altra parte della valle, la neve torna a farsi vedere al traguardo delle Tre Cime e qualche fiocco sta cadendo anche a Cortina.

15.22. Cavendish supera Andriato per il quinto posto al traguardo volante e poi sgrida il brasiliano, reo di aver fatto la volata…

15.26. Il vantaggio dei quattro attaccanti scende sotto i cinque minuti.

15.34. 44 km al traguardo, 4’30” di vantaggio.

15.36. Purtroppo il sole si è nascosto, viaggiamo verso le nuvole grigie. Sul parabrezza della nostra auto cominciano a cadere minutissime goccioline di pioggia mista a neve.

15.40. Meno di 4 minuti a 38 chilometri dalle Tre Cime.

15.50. Il Giro sta planando verso Cortina, dove è posto il secondo traguardo volante di giornata. Molte le squadre adesso in testa al gruppo, c’è anche la Cannondale per Caruso e Sarmiento. Foratura di Betancur: Belletti e Dupont si fermano ad aspettarlo, ma il colombiano ha perso parecchio terreno.

15.56. Yaroslav Popovych allunga in vista del traguardo volante di Cortina. Alle sue spalle, Brutt, Hansen e Ermeti. Comincia la salita.

15.58. Cavendish guida il gruppo al traguardo volante, passaggio a 2’26” dagli attaccanti. Superiore ai 30 secondi il distacco di Betancur che solo ora arriva nella scia delle ammiraglie.

16.03.
A venti chilometri dal traguardo, il quartetto di sfalda: cedono prima Ermeti e Popovych, ora anche Hansen con Pavel Brutt che resta solo al comando mentre la pioggia si fa insistente.

16.06.
Cominia la salita e cominciano gli scatti: il primo è dell’olandese Weening. Il gruppo è letteralmente esploso e davanti sono rimasti al massimo in 25 mentre si sale verso il Passo Tre Croci.

16.08.
Santambrogio e PIrazzi si stanno staccando dal gruppo, mentre Betancur sta cercando di rientrare, ma sicuramente pagherà questo sforzo inatteso.

16.13. Pirazzi e Betancur rientrano, lo stesso Pirazzi prova ad allungare con Atapuma. 17 al traguardo, Weening cronometrato a 1’45” da Brutt.

16.15. Tanta neve attorno a noi mentre il gruppo ha ripreso Pirazzi e controlla l’azione di Atapuma che comunque sale molto bene. È un uomo Euskaltel a scandire il ritmo.

16.17. Brutt è in testa, a 1’07” salgono ora insieme Weening e Hansen, Atapuma a 1’30”, il gruppo di Nibali a 1’48”. Betancur costretto a cambiare bicicletta e davanti la Saxo accelera l’andatura per mettere in croce il colombiano. Rabottini si ferma per aspettare Santambrogio, ma il lombardo sembra in difficoltà.

16.20. Brutt passa ora al cartello dei -15, ha ancora due chilòometri di salita da affrontare.

16.22.
Accelerazione di Majka e Atapuma viene ripreso, scatta intanto anche Pirazzi che vuole onorare la sua maglia azzurra. Paesaggio incantevole attorno a noi e temperatura di poco superiore agli zero gradi.

16.24. Brutt passa primo al gpm, Weening ha 25″ di ritardo, Pirazzi 32″, Brambilla 42″, Nibali con il gruppo maglia rosa a 47″.

16.29. Brutt è in discesa e passa al cartello dei dieci chilometri dal traguardo. Lo inseguono Brambilla, Weening e Capecchi. Stiamo arrivando al lago di Misurina, dove comincia la terribile salita finale.

16.30. I tre inseguitori hanno ripreso Brutt, ma il gruppo insegue a meno di 40″. sarà un fantastico testa a testa sulle rampe delle Tre Cime tra i big di questo Giro.

16.34. Otto chilometri al traguardo per il gruppo della maglia rosa, stiamo affiancando il lago di Misurina in una atmosfera semplicemente incredibile. Comincia adesso la salita per i tre battistrada.

16.37. Eros Capecchi da solo al comando. A pochi secondi inseguono Brambilla e Weening, a trenta Pirazzi e Atapuma raggiunti da Kiserlovski, ma il gruppo risale forte.

16.39. Pirazzi non tiene il ritmo di Atapuma e Kiserlovski.

16.40. Capecchi ha passato la stagione del pedaggio. Eros rilancia molto bene in un tratto pianeggiante prima del muro finale.

16.42. Il gruppo maglia rosa rimonta forte. E scatta Nibali!

16.43. La maglia rosa è con Majka, Betancur, Uran e Kiserlovski. Scarponi ed Evans sono in leggra difficoltà.

16.45. Evans tenta la difesa, Scarponi è in difficolt. Nibali accelera ancora.

16.46. Nibali è solo, li ha seminati tutti, raggiunge Capecchi e vuol lasciare il suo segno indelebile su questo Giro.

16.47. Lo squalo si guarda alle spalle e si alza ancora sui pedali. Dietro di lui Uran e Betancur hanno 15 seonci, con Majka che tenmta di difendere la sua maglia bianca.

16.49. Grande recupero di Cadel Evans che si sta riportando sui due colombiani. Anche Scarponi tenta di reagire con Duarte, Pellizotti e Pozzovivo.

16.50. Nibali è costretto a togliere le mani dal manubrio per allontanare i tifosi, il tratto è veramente durissimo. Evans ha ceduto ancora e Scarponi si riavvicina.

16.51. Vola un grande Nibali! E Duarte si accoda i connazionali Uran e Betancur.

16.54. Scarponi stacca Evans, l’australiano cerca di difendere il suo posto sul podio.

16.56. Scende la neve e Vincenzo Nibali sale nell’olimpo del ciclismo.

16.57. C’è la bufera, ma Nibali va, va e va ancora.

16.58. NIIIIIBAAAALIIII!! Secondo Duarte, terzo Uran e Betancur quarto. Alla spicciolata arrivano Aru, Caruso, Pelleizotti, Majka, Niemec, Scarponi ed Evans. Vincenzo Nibali ha vinto una tappa straordinaria, Rigoberto Uran sale al secondo posto con Cadel Evans che ha difeso il suo terzo posto. E Betancur ha strappato a Majka la maglia di leader della classifica dei giovani.
Davvero grandi i corridori: avevano promesso di dare spettacolo per il Giro e per la gente del Giro e hanno mantenuto la promessa.

Pokerissimo di Cavendish e festa rosa per Nibali. LIVE

Passerella di festa per il gruppo rosa
GIRO D’ITALIA | Buongiorno amici e ben ritrovati sulle strade del Giro d’Italia per quest’ultima tappa della corsa rosa. Come previsto, l’ultima tappa si sta svolgendo come una lunghissima passerella di festa, finalmente con il sole che sta facendo compagnia ai corridori.15.10. Entriamo in diretta quando mancano 80 chilometri al traguardo e finora c’è una sola cosa da raccontare: la grande festa che c’è in gruppo e attorno al gruppo. È stato un Giro molto difficile, questo: un percorso molto bello e affascinante, ricco di trappole e di punti spettacolari, che è stato reso durissimo dal maltempo che ha flagellato la corsa per oltre tre quarti delle giornate e nons olo in occasione delle epiche scalate del Galibier e delle Tre Cime di Lavaredo. C’è festa in gruppo, come è giusto che sia, e praticamente tutti i corrtidori hanno voluto salutare e complimentarsi oggi con Vincenzo Nibali, lo splendido re di questa corsa.

15.13. Nessun tentativo di fuga, oggi, le maglie della Omega e della Cannondale davanti giusto per controllare che nessuno si faccia ingolosire.

15.15. Mentre siamo in corsa, a Brescia si sta svolgendo una conferenza stampa di Michele Acquarone e di Mauro Vegni: i vertici di Rcs Sport hanno ribadito, come è giusto che sia anche a parer nostro, che le montagne mitiche oltre quota 2000 saranno inserite anche in futuro nel tracciato della corsa.

15.17. Grazie agli amici che ci informano di quel che succede a Brescia. C’è una bella dichiarazione di Mauro Vegni che ci sentiamo di condividere e che volentieri vi riportiamo: «Il caso Di Luca? Ho visto nella testa e negli occhi dei corridori la voglia di cambiare davvero».

15.21. Visto che oggi è giornata di ringraziamenti, ci sottoponiamo anche noi a questo piacevole rito: ringraziamo di cuore gli amici di radiocorsa che hanno sempre avuto un pensiero di riguardo per noi e per il nostro lavoro anche nelle condizioni più difficili, rinraziando tutti gli uomini della carovana che ci hanno sopportato, ringraziamo tutti gli amici e colleghi che ci hanno tenuti informati di ogni cosa che succedeva attorno alla corsa mentre noi eravamo in carovana, ringraziamo i corridori che hanno vinto la maglia rosa della disponibilità e naturalmente anche i direttori sportivi e gli staff dei team.

15.25. A Brescia, Michele Acquarone non le manda a dire: «L’arrivo 2014? Milano è in pole, ma non ci ha ancora chiesto niente. Se chi di dovere non lo farà in tempi brevi, faremo altre scelte». Sindaco Pisapia, adesso la palla passa a lei.

15.26. Primo guizzo di giornata: Mark Cavendish vince il primo traguardo volante di giornata precedendo Visconti e Andriato. Nella classifica per la maglia rossa Cavendish sale a 125 punti, tre in meno rispetto a Nibali.

15.30. Per gli Astana oggi nastro manubrio, guantini e calzini rosa, per Nibali maglia e casco rosa e nastro manubrio bianco. Molto sobria al momento la festa in casa del re del Giro.

15.31. Dopo il traguardo volante, la corsa è finalmente iniziata, mancano 67 chilometri la via. Scattano Lammertink e Ruijgh, entrambi della Vacansoleil.

15.41. Foratura di Ventoso che riprende presto la scia delle ammiraglie. Siamo a 60 chilometri dal traguardo.

15.45. In testa al gruppo adesso è schierata la Astana, che tiene alto il ritmo.

15.47. La corsa sta passando a Lonato e sulla loro destra i corridori possono osservare l’imponente Rocca.

15.53. Potevano forse mancare le nuvole alla festa del Giro? Eccole puntuali a nascondere il sole…

15.55. Per celebrare la conquista della maglia azzurra, l’ammiraglia della Bardiani Csf ha offerto una pizza a tutte le altre 22 ammiraglie. Parafrasando l’amico Stefano Diciatteo di Rcs Sport «anche questo è Giro».

15.58. Meno di 50 chilometri al traguardo.

16.08. Siamo ormai a 41 chilometri dal traguardo e sulle strade c’è tanta, tantissima gente anche oggi.

16.24. Siamo ormai nel cuore di Brescia, sembra che tutta la città si sia riversata sulle strade per applaudire la corsa.

16.26. Straordinario omaggio del Giro d’Italia a Stefano Garzelli: al passaggio sul traguardo, il varesino transita con alcuni metri di vantaggio ed il gruppo schierato tutto dietro di lui. E siamo sicuri che sotto gli occhiali a specchio, ci siamo molte lacrime negli occhi del Garzo che chiude oggi la sua incredibile storia con il Giro d’Italia.

16.33. Siamo ormai a tutta sul circuito finale di Brescia e la Omega Pharma si porta nelle prime posizioni del gruppo.

16.35. Dopo il passaggio sul traguardo, Giairo Ermeti va in fuga da solo. È tornato a splendere il sole su Brescia, per rendere ancora più bella questa giornata.

16.39. Dopo quattro chilometri, termina il tentativo di Ermeti.

16.40. Eugeni Petrov, che ieri è finito in un fosso a bordo strada e aveva raggiunto il traguardo a fatica, non riesce a tenere le ruote del gruppo e si stacca.

16.45. Non c’è un metro dei 4800 del circuto senza gente assiepata: davvero caloroso l’abbraccio di Brescia al Giro.

16.46. Cavendish vince anche il secondo traguardo volante e conquista definitivamente la maglia rossa che già porta sulle spalle. Alle sue spalle Visconti ed Herrada.

16.50. Tre giri al termine. Si viaggia praticamente ai 50 all’ora.

16.55. Passaggio ai meno due giri, Nibali pedala controllando la situazione a centro gruppo.

16.58. Sempre andatura fortissima in testa al gruppo.

17.01. Ultimo Giro dell’ultima tappa del Giro. Si rimescolano le carte in testa al plotone e arrivanio parecchie squadre. Volata lanciata…

17.03. Vincenzo Nibali è il primo siciliano della storia a vincere il Giro d’Italia!

17.04. Ultimo chilometro.
Cannondale in testa con Dall’Antonia e Sabatini. CAVENDISH!!!! Bravo Modolo che ha lanciato la volata lunga, sorpreso Viviani che aveva preso in mano le operazioni, ma nulla da fare contro il britannico che è andato a vincere la squa quinta tappa. Modolo, Viviani, Nizzolo, Mezgec e Ferrari alle sue spalle nell’ordine.

Con il trionfo di Mark Cavendish si conclude il Giro d’Italia: ora tutti i corridori si trasferiranno per le premiazioni in piazza della Loggia, lungo un cammino appositamente preparato. In attesa di proporvi le classifiche finali, vi ringraziamo per l’attenzione e la fedeltà con la quale avete seguito le nostre dirette.
Concludiamo con un pensiero personale: dedichiamo questa nostra fatica al ricordo di un amico che è andato in fuga a poche tappe dalla fine del Giro e che oggi sicuramente da lassù sta battendo le mani a quel Vincenzo Nibali che tanto lo ha entusiasmato in questo mese. Ciao Rik!

Classifica GIRO D’ITALIA 2013:

1 Vincenzo NIBALI ITA AST 84:53:28
2 Rigoberto URAN URAN COL SKY +4:43
3 Cadel EVANS AUS BMC +5:52
4 Michele SCARPONI ITA LAM +6:48
5 Carlos Alberto BETANCUR GOMEZ COL ALM +7:28
6 Przemyslaw NIEMIEC POL LAM +7:43
7 Rafal MAJKA POL TST +8:09
8 Benat INTXAUSTI ELORRIAGA ESP MOV +10:26
9 Mauro SANTAMBROGIO ITA VIN +10:32
10 Domenico POZZOVIVO ITA ALM +10:59

Fonte cronache, foto e classifica: http://www.tuttobiciweb.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...