Giro di Svizzera 2012: Nel Sagan show con lo slovacco che fa poker aggiudicandosi le frazioni di Trinbach e di Bischozfell, c’è gloria anche per il russo Isachyev, che regola i compagni di fuga a. Rui Costa resta Leader della Generale. Ora le tappe decisive. Si comincia con la Crono di Gossau.

SVIZZERA. Peter Sagan, ancora lui!
Due dominatori al Giro di Svizzera: Peter Sagan e Moreno Moser. I ragazzi della Liquigas Cannondale stanno davvero facendo faville e non hanno perso l’occasione di ripetersio anche oggi. Il trentino è stato davvero spettacolare nel guidare l’inseguimento agli ultimi attaccanti – Nordhaug, Van Avermaet ed Elmiger – e nello stoppare tutti i tentativi fino ai 500 metri, poi lo slovacco ha imposto la sua legge conquistando la terza vittoria su quattro giornate di gara in terra elvetica. Undicesima vittoria stagionale per un Peter Sagan davvero spettacolare. Anche la frazione di oggi è stata decisamente impegnativa, resa ancor più dura dalla pioggia incessante che ha bersagliato la corsa verso Trinbach. Da segnalare i buoni piazzamenti degli italiani Gavazzi e Montaguti.
Nulla di nuovo in classifica generale, con Rui Costa che continua a pedalare in maglia gialla.
SVIZZERA. Fuga vincente di Isaychev
Prima notizia: non ha vinto Sagan. Seconda notizia: ha vinto Isaychev. Il russo della Katusha ha regolato allo sprint i cinque compagni di una lunga fuga, vale a dire lo spagnolo Perez Moreno, il nostro Salvatore Puccio, l’olandese Kroon, il francese Minard e Daniel Oss (il settimo, Lodevijck, ha chiuso a 1’50”), che sulla carta sembrava essere il favorito della volata e che invece non ha avuto la forza per lanciarsi nello sprint. Il gruppo oggi si è preso una giornata di pausa, sempre sotto la pioggia, e ha chiuso con oltre 11 minuti di ritardo, regolato allo sprint da Elia Viviani.
SVIZZERA. Sagan, che poker!
Nuovo numero di Peter Sagan e nuova vittoria per lo slovacco della Liquigas Cannondale, la quarta in questo Giro di Svizzera, la 12a stagionale, la 35a in carriera. Sul traguardo di Bischofzell, in leggera salita e con un toboga che saliva verso il centro del paese, lo slovacco si è trovato sulle transenne ai 150 metri ma è riuscito a ripartire e a rimontare i due corridori che lo precedevano andando a cogliere un’altra grande vittoria. La tappa è stata caratterizzata dalla lunga fuga di Cooke, Vinther, Reynes e Montaguti: proprio il romagnolo e il danese Vinther sono stati gli ultimi ad arrendersi a meno di tre chilometri dal traguardo. In classifica generale nessuna novità con Rui Costa in maglia gialla alla vigilia della crono di domani che sicuramente cambierà le carte in tavola.
Classifica dopo 6 tappe:

1 Rui Alberto FARIA DA COSTA Movistar Team 25:23:38
2 Frank SCHLECK RadioShack-Nissan 0:00:08
3 Roman KREUZIGER Astana Pro Team 0:00:15
4 Thibaut PINOT FDJ-BigMat 0:00:19
5 Nicolas ROCHE AG2R La mondiale 0:00:21
6 Thomas LÖVKVIST Sky Procycling 0:00:21
7 Alejandro VALVERDE Movistar Team 0:00:23
8 John GADRET AG2R La mondiale 0:00:24
9 Mikel NIEVE Euskaltel – Euskadi 0:00:26
10 Tom DANIELSON Garmin-Barracuda 0:00:29
Fonte articoli, foto e classifica: http://www.tuttobiciweb.it
Link altimetria 7°tappa, la Gossau – Gossau (Cronometro Individuale) di 34,3 km:
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...